TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tra anarchia e ordine – Sophie Josephson in corso con una nuova mostra

L’artista Sophie Josephson sta attirando l’attenzione e in questi giorni espone per la prima volta a Stoccolma. La mostra di Sotheby’s è descritta come un equilibrio tra anarchia e ordine.

Illustrazione di Sophie Josephson Quando non sapeva cosa voleva fare dopo il liceo, voleva fare quello che pensava fosse divertente. L’inizio è stato nella formazione artistica presso la KV Art School di Göteborg, dopo di che Sophie Josephson è rimasta bloccata. Questo è stato seguito da diversi anni di educazione artistica prima di iniziare alla Malm Academy of the Arts.

“Ho avuto una brama per la combinazione di colori che ho sempre avuto. Quando ero più giovane pensavo che tutti lo pensassero, ma mi sono reso conto che non tutti lo fanno e che combinazioni casuali di sfumature tenui possono verificarsi nella vita di tutti i giorni “, afferma Sophie Josephson.

“Ad esempio, stavo camminando fuori quando all’improvviso ho visto un uomo anziano con un cappotto grigio-marrone che attraversava un muro rosa sporco. Impressionato, quindi ho scattato una foto nella mia testa, che è un modo divertente per pensare alla loro vita quotidiana.

L’amore del primo artista è il modo per rompere il colore tra l’opaco e il pastello a cui si sono attaccate le artiste finlandesi Helen Schreiberk e Sophie Josephson.

“Per lo stesso motivo, mi sono innamorato dell’artista italiano Giorgio Morandi, che è completamente unico con i colori della terra in questi pallidi colori pastello”.

L'artista Sophie Josephson.
L’artista Sophie Josephson.Foto:Joey Abrid

Nel suo nuovo Mostra “Museo di ciò che accade dopo” Il cartone colorato di Sophie Josephson nei dipinti precedenti, ma non le dispiace buttarlo via. Le lastre sono create completamente fuori controllo o scopo, e permette loro di essere modellate e controllate dal caso e dal processo chimico nei dipinti. Crede che i dipinti siano in equilibrio tra anarchia e ordine.

“Ciò che è caratteristico della mia arte è che prediligo ciò che accade dopo, spesso negli eventi e nelle cose di tutti i giorni. Rischia di essere dimenticato, buttato via o avere un ruolo ingrato. In questo caso, la tavolozza, il colore che immagina se stesso. La persecuzione quotidiana è supportata da fantasiose piattaforme di marmo, che è un incontro utile “, ha detto Sophie Josephson.

Nella vita di tutti i giorni, Sophie Josephson cerca di attenersi a nove o cinque lavori. Prima di andare nel suo studio per condividere con altri artisti, si alza e prepara la colazione per suo figlio come molti altri.

“Lo studio joint di cui faccio parte è composto da sette artisti, ognuno ha le proprie stanze. Molti di loro hanno momenti come il mio. È fantastico perché non posso stare seduto a casa e lavorare”.

Quando Sophie Josephson non è nel suo studio, vuole andare ai mercatini delle pulci.

“Lo adoro. È il mio più grande momento di svago e ricevo molte idee quando sfoglio vestiti e cose del genere. Sono sempre alla ricerca di luci e una delle mie migliori invenzioni del mercato delle pulci è una lampada, dove il fuoco nell’ombra della lampada è quasi come un dipinto con cavalli del XVIII secolo.” Dice.

Deve essere un artista Non è un lavoro facile, ma Sophie Josephson non pensa di dover fare alcun sacrificio. Per lei questa è una grande passione ed è disposta a lavorare sodo.

“Sento che come artista devi avere abilità diverse, devi essere bravo a scrivere e a parlare della tua arte, devi essere presente a tutti gli eventi possibili e soprattutto devi conoscere il tuo mestiere. Gli artisti sono proprio come qualsiasi altro lavoratore autonomo, che è molto complicato nel ruolo dell’artista.

A sinistra: l'artista Sophie Josephson.  A destra: gallerista e consulente d'arte Eppa de Fair.
A sinistra: l’artista Sophie Josephson. A destra: gallerista e consulente d’arte Eppa de Fair.Foto:Joey Abrid

Qual è la parte più difficile del dipinto?

“Due terzi delle volte sono sempre stato molto felice, ma dopo ho sofferto di rabbia e può sembrare il peggior capolavoro. Ma penso che sia così difficile finirlo e dargli gli ultimi ritocchi.

La mostra sarà allestita presso Storegatan’s Sotheby’s, storica casa d’aste di Stoccolma, dal 18 al 20 novembre, e sarà gestita dal gallerista e consulente d’arte Ebba de Faire.


READ  Lo scambio di alcol batte un nuovo record: il tappo si rompe