TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il nostro appello ai medici riguardo a Ozempic è coerente

Risposta dell'Agenzia svedese per i medicinali in merito alla carenza di medicinali per il diabete

Questo è un articolo di discussione. È lo scrittore che rappresenta le opinioni espresse nel testo, non l'Aftonbladet.

Aggiornato il 23.04.2024 07.39 | Pubblicato il 22.04.2024 15.48

Alla luce dell’attuale carenza, sarebbe irresponsabile da parte dell’Agenzia svedese per i medicinali non proteggere l’accesso dei pazienti affetti da malattie per le quali i medicinali sono stati approvati.  Risposta da Veronica Arthurson e Rickard Leung.

rispondere. Il segretario generale dell'Associazione nazionale svedese per l'obesità ha scritto sul quotidiano Aftonbladet che l'Agenzia svedese per i medicinali aveva torto quando i pazienti obesi sono diventati capri espiatori per la mancanza di Ozempic.

Comprendiamo la rabbia di Jenny Finglade per il modo in cui i pazienti obesi vengono descritti nella controversia mediatica. Ma l’Agenzia svedese per i medicinali non ha mai individuato un capro espiatorio, e Opsetas Sweden lo sa bene.

Con l'Agenzia svedese per i medicinali Ha fatto appello alla professione medica “Non prescrivere farmaci destinati a trattare il diabete di tipo 2 a pazienti che non soffrono di diabete di tipo 2.” Si tratta di una delle numerose misure volte a garantire la disponibilità di questi medicinali per i pazienti con diabete di tipo 2.

Ciò che ha evidenziato di recente l’Ente nazionale per la sanità e l’assistenza sociale è che un paziente su cinque-sei che ha ricevuto questi farmaci nel gennaio e febbraio 2024 non aveva il diabete di tipo 2.

Analisi precedente dell'Agenzia svedese per i medicinali La prima metà del 2023 ha mostrato che quasi il 20% delle nuove prescrizioni di cosiddetti agonisti del recettore GLP-1, come Ozempic, erano destinate a persone senza diabete, un forte aumento rispetto agli anni precedenti, quando la percentuale era compresa tra il 5 e il 10%. per cento.

READ  Quindi ti sbarazzi del palloncino dello stomaco

Alla luce dell’attuale carenza, sarebbe irresponsabile da parte dell’Agenzia svedese per i medicinali non agire per proteggere l’accesso dei pazienti affetti da malattie per le quali i medicinali sono approvati.

Questa responsabilità include anche l'invio di prescrizioni sulla base delle informazioni e delle conoscenze di cui dispone l'Agenzia svedese per i prodotti medici in merito alla carenza di farmaci. Inoltre, la Medical Products Agency continua a proteggere il libero diritto alla prescrizione e al giudizio individuale del medico.

In caso di carenza di medicinali, questo è necessario Priorità alla sanità e all’assistenza medica Per promuovere la parità di cura tra i gruppi di pazienti, i singoli medici potrebbero aver bisogno di una guida basata sulla nostra panoramica della carenza.

Nelle circostanze attuali, l’Agenzia svedese per i medicinali si assume la nostra responsabilità e sostiene il nostro appello a continuare a prescrivere questi medicinali solo nell’ambito delle indicazioni approvate.

Obesitas Svizzera è lieta di parlare direttamente con l'Agenzia per i prodotti medici.

veronica arthurson, Dottore, docente, direttore
Richard Leung, Dottore, professore, responsabile dell'unità
Entrambi nell'Agenzia svedese per i medicinali

Partecipa alla discussione e commenta l'articolo, come Aftonbladet Debatt su Facebook.