TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Volvo Concept Recharge mostra di più

Foto: auto Volvo

Attraverso Concept Recharge, Volvo vuole dare al mondo un’idea di come visualizzare il futuro linguaggio del design, ma anche fornire una futura strategia di produzione che si concentri sulla riduzione del disordine climatico.

Abbiamo già visto alcune delle Volvo Concept Recharge, Si è svolto la scorsa estate in occasione di una lunga conferenza stampa chiamata Volvo Tech Moment. Oggi Volvo dice e mostra di più sulla concept car con un nome Simile alla barra ibrida plug-in di settembre 2007.
Concept Recharge mira a mostrare come dovrebbe essere il linguaggio del design delle future auto Volvo, come Volvo vede i prodotti futuri e come l’azienda pensa alla sostenibilità e al basso impatto climatico.

Ciò che ci colpisce a prima vista della concept car è che sebbene Volvo lo chiami SUV, non è un SUV per il futuro SUV con una maggiore affidabilità ambientale di quanto non faccia oggi. Volvo ama i SUV oggi Secondo Håkan Samuelsson, l’azienda ha bisogno di più SUV nella sua gamma, Niente più modelli cablati o berline.
Con una maggiore altezza da terra e una carrozzeria station wagon quasi classica, forse questa potrebbe essere la futura combinazione tra la station wagon e il SUV o una scorciatoia.

1 su 3
Foto: auto Volvo

2 su 3
Foto: auto Volvo

3 in 3
Foto: auto Volvo

Volvo Concept Recharge è un’auto elettrica. Volvo alla fine gestirà qualcosa di diverso dalle auto elettriche, questo è certo. L’idea è che entro il 2025 metà delle nuove vendite di auto dell’azienda saranno auto elettriche, ed entro il 2030 non saranno vendute nient’altro che auto elettriche. Dieci anni dopo, nel 2040, Volvo Cars diventerà un’azienda climaticamente neutra e circolare.

READ  "Un vantaggio importante per i nostri Ultras"

La concept car è stata sviluppata con la maggior parte di materiali stabili e rinnovabili per ridurre al minimo l’impronta di carbonio. Ad esempio, i pneumatici appositamente realizzati dalla Pirelli italiana sono realizzati interamente con olio minerale gratuito e materiale fossile per il 94 percento.
Con altre misure efficienti dal punto di vista meteorologico come la bassa resistenza all’aria e una catena di approvvigionamento priva di anidride carbonica, Volvo prevede di ridurre l’impatto dell’anidride carbonica fino all’80% nel corso della sua vita. XC60 Dell’anno modello 2018 e “senza perdere le note caratteristiche premium delle auto Volvo”.
L’impatto di anidride carbonica del concetto di ricarica è stimato a meno di dieci tonnellate per tutta la sua vita utile, se viene caricata solo con elettricità rinnovabile.

– Mentre entriamo nell’era delle auto elettriche, la portata di un’auto completamente carica sarà un fattore chiave, afferma Owen Reddy, Head of Strategy and Brand Design di Volvo Cars:

– Aggiungere più batterie è la soluzione più semplice, ma oggi non è come aggiungere un serbatoio più grande – Le batterie aumentano il peso dell’auto e la sua pista in carbonio. Piuttosto, dovrebbe aumentare le prestazioni complessive per aumentare l’accesso. Con Concept Recharge, esploriamo la tensione tra la necessità di prestazioni e lo stesso spazio interno, comfort ed esperienza di guida che si trovano nei SUV di oggi.

Per saperne di più: I requisiti di Volvo sono un elevato investimento in elettricità pulita per le nuove auto

1 su 4
Foto: auto Volvo

2 su 4
Foto: auto Volvo

4 su 3
Foto: auto Volvo

4 su 4
Foto: auto Volvo

READ  TV: Ha vinto l'Inter Napoli in mezzo al pubblico

Un capitolo all’interno della Volvo Concept Recharge. Questi sono, come accennato in precedenza, materiali durevoli e riciclabili.
Gli schienali delle sedie e la parte superiore della plancia sono realizzati interamente in tessuto realizzato senza l’aggiunta di lana svedese. La stessa lana si ripete sul pavimento e sotto i fianchi delle porte.
I cuscini di seduta, a differenza degli schienali, sono dotati di un resistente tessuto a base di cellulosa a fibre tensili. La produzione di fibre di trazione avviene con un processo ad alta efficienza idrica ed energetica, che porta a un ridotto utilizzo di plastica. Anche le parti dei lati della porta più a contatto con la pelle umana sono realizzate con questo materiale resistente.

La parte posteriore dei sedili, i poggiatesta e parti del volante sono dotati di un nuovo materiale prodotto da Volvo e denominato Nordico. Il materiale è morbido e realizzato con componenti a base biologica e riciclati che provengono dalle foreste standard in Svezia e Finlandia. Secondo Volvo, emette il 74% in meno di anidride carbonica rispetto alla pelle.
Gli schienali dei poggiatesta, tra l’altro, sono rivestiti con un materiale realizzato in lino in combinazione con un materiale composito. Volvo ha sviluppato questa combinazione di connessione con i suoi fornitori e si trova effettivamente sull’esterno dell’auto, ovvero sui paraurti anteriore e posteriore e sui listelli sottoporta. Si evitano così grandi quantità di plastica.

Per saperne di più: Volvo finisce con la pelle nelle sue auto elettriche

– Attraverso Concept Recharge, abbiamo creato uno spazio confortevole e funzionale per la famiglia. La cabina offre design sofisticati con materiali naturali e una trama equilibrata e sfumature di colore, che riflette l’eleganza senza tempo del design scandinavo di prima classe, afferma Lisa Reeves, responsabile del design degli interni.

READ  Mira Coranson vince l'emozionante bronzo JVM - scioccata a Classic Hill