TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Merkel: non ho ancora visto l’intera portata del disastro

Secondo diversi media tedeschi, le inondazioni negli stati tedeschi del Nord Reno-Westfalia e della Renania-Palatinato hanno finora ucciso almeno 58 persone. Nella tarda serata di giovedì, la cancelliera Angela Merkel ha espresso le sue “più sentite condoglianze” a tutte le persone colpite.

“La mia solidarietà e il mio cuore vanno a tutti coloro che hanno perso i propri cari in questo disastro o che sono preoccupati per coloro che sono ancora dispersi”, ha detto nella sua apparizione congiunta alla Casa Bianca con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, secondo il Guardian. . .

Non riesco a raggiungere 1300

Le operazioni di soccorso e ricerca continuano venerdì in diverse località della zona colpita. Nel solo distretto di Arweiler, né le autorità né i parenti hanno ancora raggiunto le 1.300 persone. Questo numero elevato potrebbe essere dovuto al ritiro della rete mobile a livello locale con gravi interruzioni.

I danni alle infrastrutture e alle abitazioni sono gravi e potrebbero essere i più estesi a causa di un disastro naturale durato 20 anni nel Paese, almeno in termini economici, scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung. Una stima preliminare dei sinistri del settore assicurativo è prevista già per la prossima settimana.

“Raduno nazionale di forze”

Il collega di partito della Merkel, Armin Laschet, candidato a cancelliere e primo ministro della Renania settentrionale-Vestfalia, rivuole gli edifici distrutti e le infrastrutture danneggiate il prima possibile e promette che il governo e gli stati federali ora difenderanno le persone colpite.

– Laschet ha detto al canale televisivo ZDF che ciò che è necessario ora è un raduno nazionale di forze per poter mettere da parte le cose peggiori il più rapidamente possibile.

READ  Il telefono di Macron potrebbe essere stato hackerato da un software israeliano

Le forti piogge hanno provocato inondazioni anche in Belgio. Ieri sono state evacuate le parti della città di Liegi più vicine al fiume Maas, mentre la nota città di Spa, secondo France 24, sarà completamente sommersa. Almeno 12 persone sono morte nel Paese, secondo un rapporto di RTBF.

JavaScript deve essere abilitato per riprodurre il video

SVT non supporta la riproduzione nel browser. Quindi ti consigliamo di passare a un altro browser.

“Sono completamente finito, cosa faccio con questa merda” ascolta la gente del Belgio e della Germania sulla tempesta. immagine: TT / SVT