TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Onore al capo della Croce Rossa al dittatore Ramzan Kadyrov |  il mondo

Onore al capo della Croce Rossa al dittatore Ramzan Kadyrov | il mondo

Foto inviata dal difensore civico dei diritti umani dell'Ucraina alla Federazione internazionale. Ramzan Kadyrov al centro e Pavel Savtyuk alla sua destra.

Dmytro Lobinets, il difensore civico ucraino per i diritti umani, ha invitato più volte l'anno scorso la Croce Rossa Internazionale e la Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa a escludere la Russia dall'organizzazione.

Dopo che Expressen, nell'ambito di una collaborazione internazionale, ha rivelato gli stretti legami tra il capo della Croce Rossa russa e il regime di Vladimir Putin, ha avanzato nuove richieste. Lobinets ha incontrato questa settimana il presidente della Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Il Cremlino fa trapelare

Nell'ambito della cooperazione internazionale Expressen sta esaminando la fuga di notizie dal Cremlino.

I documenti sono trapelati alla casa mediatica estone Delfi, che ha condiviso il materiale con Expressen, i media tedeschi Paper Trail Media, Spiegel, ZDF, Australian Standard, Swiss Tamedia, le redazioni russe indipendenti Meduza e IStories, nonché Vsquare e l'Europa centrale. Polacco Frontstory.pl.

Poi ha consegnato una serie di nuovi documenti che dimostrano i legami della Croce Rossa russa con il regime. Tra le prove c’è una copia di un post pubblicato sui social media dal capo della Croce Rossa russa nel 2019, due anni prima di assumere l’incarico di capo della Croce Rossa. Successivamente ha fatto parte della direzione dell'organizzazione nazionale “Fronte popolare tutto russo” e anche il leader di un'organizzazione di volontariato di operatori sanitari.

Rapimento e tortura

Il post parla di un viaggio nella repubblica russa di Cecenia, governata da Ramzan Kadyrov, noto per i suoi crimini contro i diritti umani e che, secondo le organizzazioni per i diritti umani sostenute dal Cremlino, è dietro a questi crimini. Rapimenti sistematici, detenzione illegale, tortura e punizione collettiva.

READ  Ecco i grandi capi che guidano l'opposizione al pacchetto legale del governo israeliano

Nel 2017, gli Stati Uniti hanno emesso sanzioni contro Kadyrov perché, secondo gli Stati Uniti, era colpevole, tra le altre cose, di “uccisioni e torture extragiudiziali”.

Ramzan Kadyrov nell'ottobre 2022 durante una parata a Grozny per celebrare il 70esimo compleanno di Vladimir Putin.

Foto: TASS/CEPAUSA/TT

Ma nel post pubblicato da Pavel Savtjuk il presidente ceceno è stato elogiato senza riserve.

Ramzan Kadyrov e Pavel Savtyuk.

Savtjuk descrive come hanno parlato per un'ora e mezza, “una conversazione interessante e interessante. Forse questo è ciò che dovrebbe essere un leader: sicuro di sé, calmo, carismatico. Ho avuto un'impressione molto positiva dopo l'incontro e la regione come intero”, ha scritto Pavel Savtjuk.

Nel post ha anche pubblicato una sua foto accanto a Kadyrov.

“Vai qui, c'è molto da vedere qui”, conclude il post.

Pavel Savtjuk con Kate Forbes, Presidente della Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Precedenti controlli hanno dimostrato, tra l'altro, come la Croce Rossa russa collabora con un campo infantile in Crimea coinvolto nel rapimento e nella rieducazione dei bambini ucraini. Dmytro Lobinets ha fornito nuove informazioni anche su questi casi.

La pazienza sta finendo

In un'intervista con Expressen e i nostri partner Delfi e PaperTrail Media, ha poi affermato che la pazienza sta finendo e che se la Russia non fosse stata esclusa, avrebbero lanciato una campagna.

-Noi ucraini non abbiamo molto tempo. Ogni giorno in cui la Federazione Internazionale non agisce significa un altro giorno in cui le organizzazioni sostengono l’aggressione russa contro la mia Patria. Sono disperato. Ho scritto molte lettere, disse allora.

Due settimane fa il Consiglio di amministrazione della Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa ha annunciato di aver nominato uno speciale gruppo di monitoraggio per verificare come la Croce Rossa russa aderisce ai principi fondamentali di neutralità e indipendenza dell'organizzazione.

READ  George Soros: per sempre odiato, per sempre rilevante a 92 anni.

Un corrispondente dell'Expressen cerca di porre domande a Pavel Savtjuk davanti alla sede della Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa a Ginevra.

Foto: Jens Christian

Quando Expressen ha incontrato Pavel Savtjuk fuori dalla sede della Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa a Ginevra, ha rifiutato di commentare la recensione.

Per saperne di più: La Croce Rossa partecipa all'addestramento militare russo per i bambini