TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La quarta ondata del virus in Canada nonostante l’alto tasso di vaccinazione

“Ora è chiaro che abbiamo commesso un errore e per questo mi scuso”, ha detto il premier dell’Alberta Jason Kenny in una conferenza stampa.

A metà estate, tutte le restrizioni coronariche nella contea sono state revocate, ma ora molte delle restrizioni vengono reintrodotte dopo che è stato dichiarato lo stato di emergenza, afferma Eckout.

I medici potrebbero dover dare la priorità ai pazienti Covid

La quarta ondata di virus ha portato a una crisi negli ospedali della contea. Secondo Ekot, circa 200 pazienti sono in cura nelle unità di terapia intensiva ospedaliera con covid-19, il numero più alto di sempre nella contea. I medici stanno vivendo una situazione difficile poiché potrebbero presto dover dare la priorità ai pazienti che necessitano di cure intensive. Il 90% di quelli in terapia intensiva non è immunizzato.

In Canada, quasi il 70 percento della popolazione è completamente vaccinato, ma in Alberta il tasso di vaccinazione è tra i più bassi del paese, circa il 60 percento.

Protesta contro la parola vaccino Syngraph

Lunedì ci sono le elezioni in Canada e l’attuale Primo Ministro del Partito Liberale canadese, Justin Trudeau, ha annunciato che il suo governo richiederà una vaccinazione dei burocrati, dei lavoratori dei trasporti e della maggior parte dei viaggiatori aerei e ferroviari in tutto il Canada entro la fine di ottobre . Stati della BBC.

Il suo principale oppositore conservatore, Erin O’Toole, si è opposto alla proposta e ritiene che potrebbero essere offerti test COVID quotidiani.

La questione della vaccinazione è diventata una parte importante delle campagne elettorali dei partiti e in Alberta ci sono state grandi proteste contro le richieste di vaccinazione e altre misure di salute pubblica.

READ  Grandi inondazioni in Cina: milioni di persone colpite

A Calgary, Alberta, circa 2.000 persone si sono radunate domenica per sostenere, tra le altre cose, il personale medico che si oppone ai requisiti per l’azione dei vaccini. In alcune parti del paese, il personale medico è già stato vaccinato.

In Quebec, il ministro della salute della provincia ha recentemente annunciato che gli operatori sanitari che non sono stati completamente vaccinati prima di metà ottobre saranno sospesi dal lavoro il 15 ottobre senza retribuzione. CBC scrive.

Per saperne di più: Ora i medici Covid negli Stati Uniti devono prendere decisioni difficili

Per saperne di più: Paesi dell’Unione Europea ai vertici del mondo dei vaccini

Vuoi saperne di più su come il GP lavora con il buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico Qui.