TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il capo dell’intelligence di Putin è in prigione

Il capo del KGB Sergei Besada, 68 anni, è stato misteriosamente arrestato all’inizio dell’invasione.

Ora si dice che sia imprigionato sotto falso nome nella famigerata prigione di Lefortovo a Mosca.

Si ritiene che dietro la decisione di Putin ci fossero i contatti della spia principale con la CIA.

Poco più di un mese fa, lo scrittore e giornalista Andrei Soldatov ha rivelato che Sergei Besada, capo degli affari esteri del Servizio di sicurezza russo FSBE il marito più vicino a lui viene posto agli arresti domiciliari.

L’FSB ha svolto un ruolo centrale nel periodo precedente l’invasione russa dell’Ucraina.

Il capo dell’intelligence, 68 anni, era responsabile dell’ideazione di un piano per installare un governo fantoccio pro-Mosca a Kiev durante il colpo di stato.

Un oscuro fallimento per Putin

Si dice che il piano per rivoltare gli ucraini contro il loro regime si è concluso con un completo fallimento.

Secondo Andrei Soldatov, esperto di politica di sicurezza russa, il messaggio a Putin prima dell’invasione era che il popolo ucraino era debole e avrebbe accolto rapidamente i liberatori russi.

Sembra che dopo due settimane di guerra, Putin si sia finalmente reso conto di aver perso la strada. Andrei Sulatov ha detto che il Ministero degli Affari Esteri, temendo di turbare il suo leader, gli ha semplicemente dato ciò che voleva sentire, Alla BBC dopo la notizia dei massimi arresti domiciliari.

Si ritiene che dietro la decisione di Vladimir Putin ci fosse la paranoia sui contatti con la CIA.

L’FSB costruirà anche una rete di spie all’interno dell’Ucraina che sarà attivata all’inizio dell’invasione. O non esisteva, o non ha avuto l’effetto sperato.

READ  Pilota di caccia: Ogni giorno osservavamo l'ignoto

Imprigionato in una famigerata prigione

proprio adesso Andrei Soldatov ha scritto sul Moscow Timescitando fonti all’interno dell’FSB, che Sergei Besada è detenuto sotto falso nome nella famigerata vecchia prigione del KGB Lefortovo a Mosca.

La prigione è l’unica dentro Russia che sono sotto il controllo del servizio di sicurezza.

Andrei Soldatov ha scritto: “C’è ancora spazio per le riprese nel seminterrato del foro di proiettile dalle purghe di Stalin quando fu usato nelle esecuzioni di massa”.

Serge Besada, 68 anni.

E l’FSB, l’erede del KGB, continua a tenere i suoi prigionieri con il pugno di ferro. Solo gli avvocati possono visitare la prigione e tutti i messaggi indirizzati ai detenuti vengono letti dalle guardie.

Incredibilmente, scrive Soldatov, Putin ha scelto di imprigionare la sua spia principale nella famigerata prigione di Lefortovo.

Aveva contatti con la CIA

Si ritiene che il fallimento dell’intelligence avrebbe dovuto solitamente portare all’espulsione di Pesada o al trasferimento in un’altra posizione inferiore.

Secondo l’esperto, la ragione più probabile del destino di Pesada sono i suoi contatti con i servizi segreti statunitensi.

È il Quinto Dipartimento, il Foreign Service, incaricato di stabilire i contatti con la CIA.

Si dice che la preoccupazione al Cremlino sia grande perché l’intelligence statunitense sui piani di guerra russi si è ampiamente dimostrata corretta.

Si dice che Sergei Pesada sia detenuto sotto falso nome nel famigerato vecchio carcere del KGB a Lefortovo a Mosca.

Putin è alla ricerca di traditori

“Questo potrebbe aver contribuito al clima di paranoia preesistente. E quando Putin diventa paranoico, cerca traditori in luoghi e istituzioni noti per avere contatti ufficiali con l’intelligence statunitense”, scrive Andrei Soldatov. Il Times di Mosca.

READ  Ljudmila critica il ruolo della Bielorussia nella guerra contro l'Ucraina - Studio One

Durante l’era sovietica, molti prigionieri politici e attivisti per i diritti civili furono imprigionati nella temibile prigione.

Il tedesco Matthias Rost, che all’età di 18 anni è atterrato su un piccolo aereo sportivo vicino alla Piazza Rossa nel 1987, ha trascorso 432 giorni in una prigione sotterranea a Lefortovo.

Inserito: