TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dettagli: Altri documenti riservati trovati nel caveau di Trump

La perquisizione è stata una delle numerose condotte nelle proprietà di Trump nelle ultime settimane. per me Cnn E il Washington Post Fonti a conoscenza della vicenda affermano che due documenti sensibili sono stati consegnati alla Polizia Federale, l’FBI.

Si dice che gli effetti personali di Trump siano stati inviati al magazzino dopo che ha lasciato la Casa Bianca nel 2021. Che tipo di informazioni vi fossero contenute nei documenti non è noto.

La General Services Administration (GSA), l’agenzia di gestione del governo degli Stati Uniti, ha aiutato Trump ad affittare il magazzino. L’edificio è stato utilizzato per ospitare elementi di un ufficio utilizzato dallo staff dell’ex presidente nei mesi successivi al cambio di potere.

immagine 1 da 2

Foto: Andrea Reno/TT

immagine 2 da 2

Foto: Seth Wenig/AP


Il Washington Post ha visto l’e-mail Da GSA che mostra che le scatole lorde superiori a una tonnellata sono state spedite al magazzino della Florida nel settembre 2021.

– C’erano costumi, spade, cinture da wrestling e ogni sorta di cose. Per quanto ne so, lui (la nota rossa di Trump) non è mai stato nel magazzino. Non credo che nessuno nel mondo di Trump possa dire cosa c’è là fuori, dice una fonte al giornale.

Gli avvocati di Trump Deve essere presente quando la società di noleggio ispeziona i locali. Ad un certo punto, all’FBI è stata offerta la supervisione del lavoro, cosa che l’FBI avrebbe rifiutato.

READ  Ivana rivela che Trump ha falsificato documenti

Secondo quanto riferito, nessun documento classificato è stato trovato in altri quattro luoghi, tra cui la Trump Tower a New York e il golf club dell’ex presidente a Bedminster.

– Il presidente Trump e i suoi consiglieri continuano a collaborare e ad essere trasparenti, afferma il suo portavoce Stephen Cheung, che allo stesso tempo continua ad accusare il Dipartimento di Giustizia di portare avanti un’indagine politicamente motivata contro l’ex presidente.

La residenza Mar-a-Lago di Donald Trump in Florida.

Foto: Greg Lovett/TT

in agosto Ha colpito l’FBI contro la permanenza di Trump a Mar-a-Lago in Florida dopo mesi di tentativi di convincerlo a consegnare documenti governativi. L’FBI aveva precedentemente scoperto 184 documenti riservati in scatole che Trump aveva consegnato dalla residenza all’inizio dell’anno. Circa due dozzine di documenti sono stati contrassegnati come top secret e, nelle mani sbagliate, molti sono stati giudicati in grado di smascherare agenti americani all’estero.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sta ancora indagando sulla gestione dei documenti da parte di Trump. Allo stesso tempo, le autorità temono che possa avere documenti più sensibili in suo possesso, e un giudice federale ha ordinato che il campo dell’ex presidente venga perquisito in più edifici.