TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Come puoi impedire a qualcuno di ricordare la sua storia?”

Nessuno può impedire a nessuno di raccogliere informazioni su quanto accaduto. Per pensarci e parlarne con gli altri. Come si fa a smettere di ricordare la sua storia? È impossibile, dice Oleg Orlov in un’intervista telefonica con DN.

Quella stessa mattina, la Corte Suprema di Mosca ha vietato il monumento internazionale, di cui Oleg Orlov era membro del suo consiglio. L’International Memorial serve a preservare la memoria di coloro che furono vittime di persecuzioni politiche durante l’Unione Sovietica. Secondo il pubblico ministero, non erano abbastanza chiari sul loro status di agente straniero, che è il loro status dal 2013.

Mercoledì la Corte Suprema deciderà se chiudere anche il memoriale della CHR. Si concentrano sulle questioni dei diritti umani in Russia oggi. Tutte le indicazioni indicano che la decisione di martedì verrà ripetuta.

Gli uomini di Oleg Orlov Dice che Memorial continuerà a funzionare.

– Riprendiamo. Finché il processo è in esecuzione, non è necessario chiuderlo. Se il nostro appello non sarà d’aiuto, vedremo come continuare a lavorare. Questa è una domanda aperta. A questo punto, non voglio parlare di tutte le alternative di cui stiamo discutendo.

Oleg Orlov fuori da un tribunale di Mosca il 23 dicembre.

Foto: Vasily Maksimov/AFP

Lo stesso Orlov ha lavorato nel campo dei diritti umani per diversi decenni, anche nel Caucaso settentrionale. Non ha intenzione di dimettersi.

– Non possono impedire a me e ai miei colleghi di proteggere i diritti umani in Russia. Inoltre, ci sono ancora una quarantina di rami del Monumento Internazionale in Russia che sono organizzazioni indipendenti. Continueranno il loro lavoro. Sarà dura e pesante, ma continuano ad andare avanti.

per tre decenni Il memoriale ha svolto un ruolo molto importante nella società civile russa. È un’organizzazione di origine sovietica, fondata alla fine degli anni ’80, tra gli altri, dal premio Nobel Andrei Sakharov. L’efficienza dei memoriali, non solo nella costruzione di archivi, ma anche nella promozione e comprensione della storia sovietica, non ha eguali.

Foto: Alyssa Meltgen/TT

Bisogno di commenti sulla situazione dei diritti umani in Cecenia – contattare Memorial. Intervista ad un esperto sui campi di gulag – Contact Memorial. Commento alla Grande Purga degli anni ’30 – Monumento.

Anche durante la Coppa del Mondo FIFA 2018 a Mosca, una delle interviste più interessanti è stata realizzata con Memorial. Era sull’orlo di Come il calcio è diventato la scena del terrore di Stalin.

Per non parlare di tutti i souvenir nei loro stretti vicoli e labirinti nell’ufficio di Kartney Street, nel centro di Mosca. L’ultima volta che sono andato prima dell’epidemia è stato nel maggio 2019 e ho descritto in dettaglio la lotta dell’autore Bulgakov per ottenere il suo manoscritto per “A Dog’s Heart” sequestrato dall’agenzia di sicurezza NKVD.

Personale al Memorial Abile nell’evidenziare i dettagli interessanti della repressione sovietica. La loro conoscenza è così grande che riescono a contestualizzare le cose e allo stesso tempo a produrre storie che pochi conoscono. Questo vale per tutto, dal calcio agli scrittori dissidenti.

La loro conoscenza è così grande che riescono a contestualizzare le cose e allo stesso tempo a produrre storie che pochi conoscono. Questo vale per tutto, dal calcio agli scrittori dissidenti.

Oltre a compilare gli archivi migliori e più completi dei campi gulag russi, organizzano anche regolari escursioni storiche. A Mosca, insieme ai Memorials, ho visitato il cimitero New Donskoy, dove sia i carnefici che le vittime sono nelle stesse tombe. Ho partecipato a “Topography of Terror” fuori dal quartier generale dell’FSB a Lubyanka e mi è stato detto che le ultime parole dell’autore Isaac Babel agli investigatori sono state:

– Lasciami almeno finire il mio ultimo lavoro!

Babilonia non lo capiva. Fu fucilato nella prigione di Butyrka nel 1940.

Quanto costa Memorial avrà tempo per finire? Cosa accadrà a tutti i loro progetti di ricerca storica? Il loro enorme archivio, senza pari in Russia? Gran parte dei documenti sono stati digitalizzati, ma come dipendente Memorial Oleg Orlov ha notato in precedenza in DN L’organizzazione ha anche una serie di oggetti donati da ex detenuti.

Martedì i sostenitori del memoriale fuori dal tribunale di Mosca.

Martedì i sostenitori del memoriale fuori dal tribunale di Mosca.

Foto: Gavriil Grigorov / TT

Quando ho intervistato Oleg Orlov Svenska Dagbladet 2015 Memorial è un “agente straniero” da due anni. Il Dipartimento di Giustizia ha ripetutamente tentato di chiudere il memoriale internazionale, ma senza successo. Invece, Memorial ha ricevuto una grande borsa di studio equivalente a circa 788.000 SEK dal fondo del presidente Putin.

– Non ci arrenderemo mai. Il giorno in cui hanno chiuso i battenti, ha detto Orloff, abbiamo iniziato a lavorare da casa.

2015 Il regime di Putin è autoritario, aggressivo e violento da diversi anni. Ma poi sembrava che ci fossero ancora forze al Cremlino che a volte riuscivano a impedire ai falchi di realizzare tutte le loro idee.

Queste forze non esistono più. Putin è circondato da proprietari di Yaza i cui istinti sovietici sono l’unica base per la loro decisione. Ecco perché i media indipendenti pubblicizzano agenti stranieri sulla catena di montaggio e chiudono le organizzazioni per i diritti umani. Tutti i Nazarova che hanno preso la decisione sul memoriale sono lo stesso giudice che ha sciolto l’organizzazione per i diritti umani Per i diritti dell’ente anno 2019.

Ma Oleg Orlov intende continuare il lavoro. Lavora e lavora il più a lungo possibile.

READ  L'amico di Trump ha deriso AOC in un messaggio: Very Sick