TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Città che annullano i festeggiamenti di Capodanno.

Città che annullano i festeggiamenti di Capodanno.

Dopo che l’epidemia di casi confermati di omicroni è aumentata, molti paesi e grandi città hanno scelto di annullare del tutto le celebrazioni di Capodanno. In molti luoghi questo significa che i residenti non potranno radunarsi nelle piazze e nelle strade per guardare i fuochi d’artificio e festeggiare insieme il capodanno.

D’altra parte, una città ha cambiato idea e ha scelto invece di avere una trasmissione digitale in diretta.

Ecco alcuni esempi di città che impongono restrizioni più severe prima di Capodanno.

Edimburgo

Nella città di Edimburgo, in Scozia, le persone di solito festeggiano il nuovo anno con una grande festa all’aperto che dura da tre a quattro giorni. L’evento si chiama “Hogmanay” e comprende una fiaccolata, intrattenimento, una grande festa di strada, concerti, fuochi d’artificio e una fresca nuotata mattutina.

Il ministro Nicola Sturgeon ha annunciato martedì 21 dicembre che la grande celebrazione a Edimburgo sarebbe stata annullata.

“È con grande tristezza che annunciamo la cancellazione dell’evento per il 2021”, ha scritto l’organizzatore nella sua lettera. “La decisione è stata presa in seguito alla modifica delle linee guida e delle restrizioni del governo scozzese”. sito web.

rom

Nella capitale italiana, Roma, le persone di solito si radunano nelle strade intorno alla città a mezzanotte e insieme festeggiano il nuovo anno con fuochi d’artificio.

Ma le autorità hanno ora annullato le principali celebrazioni del nuovo anno a causa della diffusione dell’infezione. Hanno anche deciso di vietare feste e alcolici nei luoghi pubblici dal 23 dicembre al 1 gennaio.

Nel mese di gennaio, tutte le discoteche saranno completamente chiuse.

Parigi

Nella capitale francese, Parigi, puoi, in circostanze normali, guardare i fuochi d’artificio sugli Champs Elysees all’inizio del nuovo anno.

READ  TV: Milan ancora imbattuto - ha vinto un cuore a Bergamo fossa

Ma il 17 dicembre, il primo ministro francese Jean Castix ha annunciato che feste pubbliche e fuochi d’artificio sarebbero stati completamente vietati a Capodanno. Ha anche invitato il pubblico a fare un autotest se si ha intenzione di partecipare a un evento.

Nuova Delhi

A Nuova Delhi sono per il momento vietati tutti gli incontri sociali, sportivi, culturali, politici e festivi. Bar e ristoranti rimarranno aperti, ma il numero di persone sarà limitato Tempi dell’India.

Londra

Sadiq Khan, sindaco di Londra, ha annunciato il 20 dicembre che le tradizionali celebrazioni del capodanno londinese a Trafalgar Square sarebbero state annullate quest’anno a causa dell’aumento della diffusione dell’infezione nel paese.

Sarà invece una trasmissione in diretta che i residenti potranno guardare a casa dal proprio divano. Sarà un flashback storico di alcuni momenti speciali, ma anche delle speranze per il nuovo anno.

“Sono orgoglioso del fatto che continueremo ad avere una trasmissione incredibilmente straordinaria che mostra la nostra meravigliosa città al resto del mondo”, ha affermato Sadiq Khan. nella dichiarazione.

Berlino

Il 21 dicembre, Olaf Schulz, cancelliere della Germania, ha annunciato che il paese avrebbe imposto severe restrizioni dal 28 dicembre. Ciò significa, tra l’altro, la cancellazione di molti raduni di Capodanno, compresi i grandi fuochi d’artificio nella capitale, Berlino.

Al massimo, puoi trascorrere del tempo con dieci persone in un gruppo, ad eccezione dei bambini sotto i 13 anni, ha detto il consulente.

Atena

Il 23 dicembre, il ministro della Sanità greco Thanos Plifris ha annunciato che non ci sarebbero stati fuochi d’artificio sull’Acropoli, la parte antica di Atene. Tutte le celebrazioni di Capodanno organizzate dalle città sono state completamente cancellate.

READ  L'errore di calcolo di Hammarby - punti persi contro Östersund: "È brutto"

Anche l’uso della mascherina è diventato obbligatorio all’interno e all’esterno almeno fino al 3 gennaio.

Vuoi saperne di più su come il GP lavora con il buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico qui.