TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aumento significativo della TBE quest’anno: l’impatto di COVID

Il numero di casi di TBE ha fatto un vero passo avanti quest’anno. Foto: Martin Kahlberg Grafica: Ted Carlson

TBE si diffuse gradualmente verso ovest in Svezia. Nel 2021, sono stati segnalati casi da tutte le contee tranne Norrbotten e Westerbotten. Da Västernorrland e Gotland solo un caso ciascuno da Jämtland e Gävleborg due.

La maggior parte dei casi è stata segnalata dalla contea di Stoccolma (116), seguita dalla contea di Västra Götaland (102). Seguono la provincia di Uppsala (63) e la provincia di Södermanland (39). Nelle province di Västmanland, Östergötland e Örebro sono stati segnalati 27 casi ciascuno durante l’anno. In Värmland e Skåne 19 ciascuno.

Ci sono diversi motivi per cui i cacciatori e altri che trascorrono molto tempo in natura sono attenti ai morsi di zecca. TBE è uno di questi. Foto: Kenneth Johansson

ovest

Secondo l’Agenzia svedese per la sanità pubblica, in Svezia vengono solitamente segnalati 200-300 casi di tubercolosi. L’infezione si verifica principalmente nella Svezia meridionale e centrale. È più comune negli arcipelaghi di Uppland e Södermanland e intorno al lago Mälaren, ma l’infezione si sta diffondendo a ovest e sta diventando più comune in diverse località della Svezia meridionale.

Ecco come si presentava l’anno scorso la diffusione tra i comuni del Paese. Nessuna mappa ancora pronta per il 2021. Fonte: FHM

L’Agenzia svedese per la sanità pubblica vede qualche connessione con il virus Covid-19, con sempre più persone in natura?

– Sì, uno dei fattori nell’aumento dei casi di tubercolosi quest’anno è l’aumento del numero di persone che sono fuori nella natura. Un altro fattore importante è la presenza di un gran numero di roditori nel 2020, afferma Christina Hamarin-Busch dell’autorità in una risposta via e-mail a Svenske Jacket.

READ  Il clima freddo del nord crea problemi alle mani

altri paesi

La malattia si trova anche in diversi luoghi in altri stati baltici, non ultimo a Öland, così come nell’Europa orientale e centrale.

La TBE, encefalite da zecche, è una malattia che può essere trasmessa principalmente da piccoli roditori selvatici all’uomo tramite punture di zecca. Non si trasmette tra le persone.

L’età media della malattia è di 50 anni e circa i due terzi delle persone colpite erano uomini. Le informazioni nella tabella sopra sono del 2020 ma secondo l’Agenzia svedese per la sanità pubblica anche per il 2021. Fonte: FHM

Alta temperatura

Molte persone infette hanno sintomi assenti o solo lievi, ma la tubercolosi acuta si manifesta sotto forma di encefalite con febbre alta, forte mal di testa, confusione e talvolta convulsioni e paralisi, secondo Sito web dell’Agenzia svedese per la sanità pubblica.

La maggior parte delle persone con la malattia guarisce completamente, ma circa un terzo di loro sviluppa problemi permanenti oa lungo termine.

vaccinazione

Un vaccino contro la TBE fornisce una buona protezione contro le malattie. La vaccinazione è raccomandata per i residenti di aree ad alto rischio e per le persone che trascorrono molto tempo nelle foreste e nei terreni in aree ad alto rischio e che sono spesso morsi dalle zecche.

La malattia è stata segnalata nel 2004. La maggior parte dei casi di TBE sono stati segnalati durante l’estate e l’autunno, la stragrande maggioranza in agosto.

L’Agenzia svedese per la sanità pubblica raccomanda la vaccinazione per tutti i pescatori della Svezia meridionale?

Non abbiamo una raccomandazione specifica per i cacciatori in particolare, ma raccomandiamo a tutti coloro che rimangono nella natura in aree pericolose di farsi vaccinare, afferma Christina Hammarin-Busch.

READ  Le persone moderne devono usare l'mRNA contro l'influenza, il cancro e l'HIV