TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

8 abitudini che distruggono la tua guarigione e ti rendono…

Riposo e recupero sono più facili a dirsi che a farsi, soprattutto perché abitudini apparentemente innocue possono essere nascoste dal tuo apporto energetico. Ecco alcuni comportamenti che potrebbero dover cambiare – per la salute.

1. Ti circondi di suoni fastidiosi

Raramente notiamo suoni a bassa frequenza, come il ronzio dei sistemi di ventilazione, finché non si fermano. Tuttavia, i suoni ci influenzano più di quanto pensi.

– Allora la maggior parte delle persone può probabilmente riconoscersi nel fatto che improvvisamente diventa più rilassata. Ci sono molti suoni intorno a noi che possono attivare il nostro sistema di stress pur non essendo abbastanza gravi da notarlo. Questi piccoli suoni non necessari possono risucchiare energia e stancarci, afferma Niklas Almin, psicologo e ricercatore presso l’Università della Svezia centrale.

Ma non è solo il ronzio e il ronzio che ci colpisce negativamente. La musica ad alto volume che non ci piace o che scegliamo per noi stessi può stancarci, così come trovarci in un ambiente in cui il cervello deve selezionare molti suoni diversi che competono per la propria concentrazione.

Il suono indesiderato è per definizione rumore. In generale si può dire che piccoli rumori e suoni indesiderati possono aumentare lo stress ma anche ostacolare il recupero.

Risolvere: Se il suono ti dà fastidio, devi rivedere i suoni nelle tue immediate vicinanze. La ventola della cucina dovrebbe funzionare? Puoi chiedere al tuo partner di usare le cuffie davanti al computer? Scegli negozi o ristoranti per il pranzo con un ambiente acustico piacevole. Anche le cuffie e i tappi per le orecchie con cancellazione del rumore possono essere utili per la cancellazione del rumore.

2. Respiri troppo piano

La respirazione di solito non è qualcosa che occupa gran parte della capacità di pensare. Ma se il respiro è lontano dal petto, può portare all’esaurimento. Il problema spesso deriva dallo stress, ma il modello respiratorio può, a sua volta, continuare a inviare un segnale di stress al cervello.

Risolvere: Poiché la respirazione toracica può essere un sintomo di stress, è importante risolvere il problema sottostante, ma è anche possibile aumentare l’ossigenazione facendo consapevolmente respiri più profondi e concentrandosi sulla respirazione corretta. La prova che è fatto correttamente è che il torace e le spalle rimangono fermi mentre lo stomaco si muove.

READ  Trovare il gene dietro il fegato grasso usando le forbici genetiche |

3. Non ti pulisci dopo te stesso

A volte la vita sembra troppo breve per ripulire, ma stare in una casa disordinata può essere così stressante che il recupero ne soffre. La ricerca mostra che gli ambienti rumorosi possono portare a disturbi del sonno e aumento dell’ansia. La memoria di lavoro si deteriora e devi sforzare di più il tuo cervello.

Tutti coloro che hanno il caos non si sentono male, ma avere un ordine intorno a loro di solito è un ambiente meno impegnativo in cui il cervello può stare, rispetto ad avere molte cose che li aspettano disorganizzate, dice lo psicologo David Wascuri in una precedente intervista.

Risolvere: Il trucco che funziona per alcuni è prendere le cose per gradi, ad esempio concentrarsi sulla pulizia della scrivania. Per altri, potrebbe essere più facile mantenere l’ordine se si imposta il timer su dieci minuti e si pulisce il più spesso possibile finché non suona il campanello.

4. Avere un computer di lavoro in camera da letto

Durante l’epidemia di Corona, molti sono stati costretti a portare a casa il lavoro. Per molte persone sovraffollate, la camera da letto è diventata un luogo riservato ai compiti. Ma è saggio avere un computer di lavoro nello stesso posto del letto?

– Se noti che il tuo sonno è peggiorato, questo è sicuramente qualcosa a cui pensare. Quello che succede, dice Niklas Allmin, è che i segnali di sicurezza che dovrebbero essere nel luogo in cui andiamo a dormire vengono sostituiti dai segnali di azione più strettamente legati allo stress.

Risolvere: Se le cose di lavoro possono uscire dalla camera da letto, questo è un buon primo passo. Niklas Allmin sostiene di limitare il lavoro a un’area specifica della casa: non si lavora al di fuori di essa. Se la camera da letto è l’unico posto che funziona, può essere utile spegnere il computer alla fine della giornata lavorativa e cambiarsi con altri indumenti non legati al lavoro. Quando indossi abiti casual, dovresti fare solo cose che appartengono al tuo tempo libero.

READ  Più del 67 percento della popolazione di età superiore ai 12 anni ha ricevuto la prima dose del vaccino

5. Spingi piccole cose nel futuro

Che male può fare l’attesa di una risposta a questa email di lavoro? Rimandare una cosa o l’altra al futuro non è tutto il mondo, ma sfuggire alle piccole necessità della vita quotidiana può trasformarsi rapidamente in un circolo vizioso che continua ad allargarsi. La cattiva coscienza di non fare cose che dovrebbero stancarlo e affaticarlo, allo stesso tempo la montagna delle necessità si sente insormontabile.

Risolvere: Prendi le cose necessarie. Lo psicologo Alexander Rosenthal, in una precedente intervista con Halslev, ha suggerito di suddividere in piccoli sotto-obiettivi, fissare una scadenza per ogni piccolo obiettivo e premiarsi con qualcosa quando lo si raggiunge. Per evitare che il problema si ripresenti in futuro, è una buona idea provare a fare subito cose che richiedono un massimo di cinque minuti. Se la situazione non lo consente, puoi invece scriverlo nella lista delle cose da fare.

6. Aspetta la sera per riprenderti

Molte persone guidano a tutta velocità dalla mattina presto al tardo pomeriggio, pranzano in ufficio e rispondono alle e-mail durante le pause caffè, mentre desiderano casa sul divano e Netflix. In questo momento, potresti sentirti bene a vedere tre episodi di “Squid Game” contemporaneamente, ma è una cattiva strategia a lungo termine.

Se cerchi costantemente di rilassarti, fai molta strada con un carico di stress grande e inutile, che richiede molto riposo per riprendersi. Questo metodo sottrae energia e alla fine può portare all’esaurimento da cui è difficile riprendersi.

Hai voglia di tornare a casa e passare la notte con i bambini e poi riprenderti guardando la tua serie preferita? Quindi assicurati di non perdere occasioni per piccole pause durante la giornata.
Foto: shutterstock

Risolvere: Il recupero è qualcosa che devi fare più volte al giorno se vuoi avere la possibilità di riposare. Un modo semplice per ottenere più pause è impostare promemoria nel telefono. Niklas Allmen raccomanda ai suoi clienti di fare almeno cinque pause di 10 minuti, distribuite uniformemente durante la giornata.

READ  La tecnologia dell'mRNA alla base del vaccino contro il Covid potrebbe essere utilizzata per questo scopo

7. Sei troppo concentrato sui tuoi tempi di inattività

Il riposo è buono, ma può anche fare molto. Niklas Allmin spiega che avere pensieri sullo yoga, essere vigili e rilassarsi tutto il tempo può essere semplice e stancante a lungo termine.

– Il problema è quando diventa eccessiva la preoccupazione di prendersi cura di se stessi e della propria salute e che non si deve stressare. Diventa eccessivamente concentrato su come ti senti, poiché l’intera giornata ruota attorno al recupero e alla paura dello stress.

Risolvere: Se diventi ansioso per l’idea dello stress, dice Niklas Allmin, devi capire che non tutto lo stress è pericoloso. Spiega che se ti senti stressato facendo ciò che pensi sia comodo, questa potrebbe non essere la giusta forma di recupero.

8. Salti tra le missioni

Il multitasking può essere efficace, ma spesso porta a una quantità inutile di stress.

Pone grandi fardelli sulla nostra cognizione e sovraccarica la memoria di lavoro. Il passaggio da un’attività all’altra richiede molte risorse. Se interrompiamo e poi torniamo dall’altro, dobbiamo ricordare dove eravamo e ci vorrà del tempo per iniziare. Se agiamo molto, ci adatteremo anche mentalmente al fatto che potrebbe emergere un nuovo compito, anche prima che accada, afferma Niklas Allmin.

Risolvere: Per quanto tu possa fare una cosa alla volta, è meno stressante per il cervello, ma le interruzioni durante la giornata lavorativa sono inevitabili. Un modo per ridurre queste cose è controllare le notifiche su messaggi di testo, e-mail e social media e attivare la modalità Non disturbare quando è necessario concentrarsi.