TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

TV: HIF ha abbaiato a Djurgården

La partita dell’Allsvenskan di giovedì tra Djurgården e Helsingborg è stata emozionante. HIF era in vantaggio 2-0 nel primo tempo, ma alla fine ha perso 2-2.

Già al quarto minuto, l’Helsingborg ha avuto un buco nella squadra di casa. Nuovo possesso Taha Ali ha colpito la palla nell’angolo più lontano dopo che HIF ha vinto la palla in alto sul campo.

Nafs Ali è salito sul 2-0 al 21′, ancora una volta dopo che gli ospiti hanno recuperato palla nella metà campo avversaria. A quel tempo, Ali ha ruotato un giocatore in casa e ha fracassato la palla in rete con Jacob Wedel Zetterstrom a Djurgården.

Altrimenti, nel primo tempo è stato tutto su Djurgaarden. Il portiere dell’Helsingborg Kali Joelson ha effettuato diverse parate taglienti, incluso un potente tiro di Hambus Wendel al nono minuto.

Tuttavia, al 31° minuto, si vedeva avventuroso con arguzia. Harris Radetenak ha vinto un duello aereo all’interno dell’area di rigore e ha fatto un cenno a Syed Haksapanovic, che ha segnato 2-1 con il giocatore FIFA Viligormore Davidson.

Un attimo dopo, Haksapanovic annuisce vicino all’esterno in una situazione pericolosa, e in aggiunta a questo, il portiere di Radetenak brucia un’ottima posizione da distanza ravvicinata al 42′.Il tiro da fuori è fuori dall’attacco.

A Djurgården non sono mancate nemmeno le occasioni per guidare la partita nell’intervallo, ma è stato l’Helsingborg ad entrare negli spogliatoi con un vantaggio di 2-1.

Abbiamo fatto due tiri in porta e segnato due gol. Davvero un bel gol, sono stato efficiente, racconta ad Ali Discovery+ durante la pausa.

I padroni di casa sono andati a pareggiare nella ripresa e hanno sostituito, ad esempio, il prestigioso acquisto Victor Edvardsen, partito in panchina per il clamore e il fitto calendario della partita, al 58′, quattro minuti dopo stava per segna il 2-2, ma il traguardo a distanza ravvicinata è stato salvato da Callie Joelson.

READ  Il caldo ha incrinato Lahti a Tokyo: "Non respirava".

Dopo 81 minuti, un errore della difesa di sinistra della squadra di casa ha portato alla svolta di Elias Andersson. È arrivato primo in rimonta dopo un tiro di Sead Haksabanovic. La Sauber contro Kaley Joelson, a pochi metri dalla porta, colpisce una mezza palla sopra la traversa.

Nei tempi supplementari poi è arrivata la ricevuta. Il centrocampista Isaac Heene ha fatto un cenno di testa con un calcio di punizione nell’angolo di attacco e ha salvato un punto per la sua squadra, Djurgården.

Sembriamo fare un ottimo abbinamento e creare molte situazioni, ma è così quando ti metti in una situazione del genere. Allora sarà difficile ottenere tre punti. Peccato che non ne abbiamo ottenuto un terzo, dice Isaac Hain a Discovery+ dopo la partita.

Dave Paquin non è stato felice nel primo tempo.

– Mi sembrava che non fossimo molto attenti nella fase di gioco e quando recuperare la palla. Ci sono molte cose che mancano. Ma sono una buona squadra e hanno giocatori di qualità.

L’allenatore del Djurgarden Kim Bergstrand era notevolmente sconvolto dopo l’ultimo segnale:

– Se non punti in tutto ciò che creiamo e facciamo due regali di Natale nel primo tempo, sarà dura. Di’ a Discovery+ che stiamo creando sufficienti opportunità di segnare gol per segnare più gol.

Ora, i Blues hanno 11 punti dopo sette partite giocate, in vista dell’andata con l’Elfsburg di lunedì. La squadra ha cinque punti fino a un Hammarby e poi ha giocato una partita in più dell’avversario.

L’Helsingborg resterà in area di qualificazione con un cross. Insieme, Skåne ha raccolto cinque punti in sette partite.

READ  Elias Peterson spera nella prossima stagione

Squadra di Djurgården: Jacob Wedel Zetterström – Peter Johansson, Isaac Henn, Hjalmar Ekdal, Pierre Bengtsson (Gustav Wickheim 72) – Humpus Wendel, Rasmus Schuller (Elias Anderson 46), Magnus Ericsson – Harris Radettinak (Emmanuel Banda 72), Victor Asuro (58), Syed Haksapanovich.

Ritardo di Helsingborg: Kale Jolson – Ravi Tsuka, Casper Weddell, Charlie Wieberg, Vilegormore Davidson (Victor Lundberg 89) – Armin Djegovic, Lucas Lingman (Adam Cade 83) – Rasmus Johnson, Taha Ali (Andreas Landgren 83), Dennis Olsson (Assaad El Hamalawy 76) Anthony van den Hork (Rasmus Karjalainen 89)