TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tetra Pak lascia la Russia dopo 62 anni

Tetra Pak lascia la Russia dopo 62 anni

“L’effetto cumulativo delle restrizioni all’esportazione verso la Russia ha portato a una catena di approvvigionamento insostenibile, lasciando all’azienda altra scelta che lasciare il paese”, ha scritto Tetra Pak.

Già all’inizio di questa primavera, l’azienda ha scelto di tagliare la produzione in Russia e Ha condannato l’invasione russa dell’Ucraina. Hanno anche donato circa 21 milioni di corone svedesi all’Ucraina attraverso l’UNICEF e i suoi partner nel paese.

Continua a lavorare in Russia

Allo stesso tempo, Tetra Pak ha scelto di mantenere parte della produzione in Russia, pur spiegando la conservazione della disponibilità di prodotti alimentari rivolti ai bambini:

“Il motivo per cui continuiamo a produrre in Russia è perché vogliamo garantire che i bambini abbiano la possibilità di procurarsi il cibo. È nostra responsabilità garantire la catena alimentare che consenta a tutti di avere cibo sicuro”, scrive Eva Budlich, responsabile delle comunicazioni di Tetra Pak per il Nord Europa, A SVT a marzo.

Gestisce miliardi nel paese

Fondata a Lund nel 1951, Tetra Pak riferisce di aver raggiunto un accordo per vendere le sue restanti attività nel paese a un operatore locale.

L’anno scorso, il fatturato delle operazioni di Tetra Pak in Russia è stato di circa 430 milioni di euro, equivalenti a 4,5 miliardi di corone svedesi. Nel 2020 è stata aperta una nuova fabbrica a Mosca che produce cartone da materiali riciclati.

READ  La politica fiscale è scossa quando Michael Damberg fa il suo debutto nel budget