TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tegnell sul doppio swing del Vietnam: forse non dal cielo

Questo fine settimana, l’Autorità sanitaria del Vietnam ha riferito che era stata scoperta una nuova variante del Coronavirus, che è una miscela della variante indiana e britannica. Il ministro della Salute del paese Nguyen Than Long ritiene che questa combinazione sia molto pericolosa perché si diffonde rapidamente ed è anche in volo, secondo Reuters.

Finora si sa poco di lei Nuova variabile. Secondo Nguyen Thanh Long, il Vietnam sta ora conducendo un’indagine sul genoma delle varianti (dati sul genoma) che sarà pubblicata non appena i risultati saranno pronti. Dice che i test di laboratorio indicano che è più contagioso delle varianti di virus precedentemente note, il che potrebbe spiegare perché così tanti nuovi casi sono apparsi in diverse parti del paese in breve tempo, secondo Reuters.

Anders Tegnell presso l’Agenzia svedese per la sanità pubblica.

Foto: Claudio Briciani / TT

Anders Tegnell non è stato sorpreso dalla scoperta della doppia alternativa in Vietnam.

Le variabili appaiono sempre, ed è così che funzionano i virus: quando le osservi per un po ‘, di solito non differiscono dai loro predecessori. Anders Tegnell dice: Abbiamo già discusso molto sulla natura infettiva della variante britannica e potrebbe diffondersi in modo più efficiente, ma non più folle di quanto pensasse inizialmente.

Lo osserva anche Le misure di controllo delle infezioni adottate agiscono su tutte le varianti conosciute fino ad oggi, anche i vaccini funzionano efficacemente contro di loro.

Per quanto riguarda la variante scoperta di recente in Vietnam, sarebbe più contagiosa e persino aviotrasportata, e Anders Tegnell dice che è improbabile.

Storicamente, il virus non ha cambiato le cose di base come il modo in cui si diffonde. L’HIV è un esempio noto che cambia costantemente, ma il modo in cui viene trasmesso da una persona all’altra è sempre lo stesso. Abbiamo virus influenzali che esistono da secoli senza cambiare il modo in cui si diffondono. Anders Tegnell dice che la natura ha sempre delle sorprese per noi, ma non esattamente questo.

Anders Sönnerborg, professore di virologia al Karolinska Institutet, non pensa che l’infezione di doppio tipo sarà solo per via aerea.

C’è stata una discussione su come è stato trasmesso il virus sars-cov-2. Tutti i segni indicano che è dominata dall’infezione da goccioline, ma ci sono elementi di infezione per via aerea e non ci sono confini fissi tra di loro. Se ti trovi, ad esempio, in una piccola stanza dove la ventilazione è scarsa, può diffondersi nell’aria per una certa distanza limitata. Ma non ci sono indicazioni che sarà trasmesso nell’aria tanto quanto il vaiolo o il morbillo, dice.

Anders Sönnerborg, professore di virologia al Karolinska Institutet.

Anders Sönnerborg, professore di virologia al Karolinska Institutet.

Foto: Stefan Zimmerman

Nella fase iniziale di una nuova variante, è difficile determinare la valutazione dell’infezione. Per garantire la diffusione dell’infezione, i test devono essere eseguiti su un gruppo più ampio per un periodo di tempo più lungo, secondo Anders Sonerburg. Ma gli avvertimenti delle autorità sulle nuove varianti virali potrebbero avere una direzione educativa e politica.

È possibile vedere uno schema secondo il quale quando ci sono nuove variabili, i politici in quei paesi sono felici di uscire e mettere in guardia e sollecitare la popolazione ad allontanarsi da loro e seguire le restrizioni. Rimane la misura più importante. Poi ne approfitta per ricordarlo di nuovo alla gente, dice Anders Sonerburg.

Organizzazione mondiale della sanità OMS Ad oggi, ha identificato quattro varianti della sars-cov-2 in circolazione globale: varianti indiana, britannica, sudafricana e brasiliana. La variante vietnamita è sotto inchiesta.

Al momento, non abbiamo effettuato una valutazione della variante del virus segnalata dal Vietnam. Stiamo collaborando con il Ministero della Salute in Vietnam e non appena ne sapremo di più saremo in grado di fornire maggiori informazioni, afferma Maria Van Kerkhove dell’Organizzazione mondiale della sanità in una dichiarazione alla Reuters.

Il Vietnam ha visto molti focolai di virus in breve tempo. Nell’ambito di uno sforzo per fermare la diffusione dell’infezione, le autorità condurranno un test di massa in una delle più grandi città del paese, Ho Chi Minh. L’obiettivo è testare 100.000 persone al giorno.

Dei circa 98 milioni di persone, 2,9 milioni hanno ricevuto finora la prima dose del vaccino.

Leggi di più:

Restrizioni rilassate: applicare dopo il 1 giugno

Le squadre di vaccini devono raggiungere i più vulnerabili attraverso organizzazioni senza scopo di lucro

Il formaggio svizzero spiega perché i vaccini sono insufficienti

READ  I socialdemocratici vogliono tassare il milionario