TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Senza un partner, i passeri zebra si assicurano comunque di avere i loro piccoli

È il tono del canto che determina con quale maschio una passera asinella sceglie di accoppiarsi. Idealmente, il dialetto dovrebbe essere esattamente lo stesso. Altrimenti, potrebbe essere, causare alcune femmine.

Ma essere super pignoli ha anche un prezzo. Il rischio di non avere un partner aumenta. Quindi, quanto lontano vorrebbe andare una donna?

Wolfgang Forstmaier e i suoi colleghi del Max Planck Institute for Ornithology in Germania erano interessati a questa domanda.

Cercando di saperne di più sul regolamento I ricercatori hanno creato dieci gruppi di diamanti mandarini, con ogni gruppo composto da dodici femmine e un gran numero di maschi. In ogni gruppo c’erano due dialetti rappresentati in un rapporto 2: 1. In una metà delle gabbie degli uccelli, quattro femmine potevano scegliere tra otto maschi dello stesso dialetto (bassa competizione), mentre otto femmine dovevano competere per quattro maschi in l’altra metà delle gabbie (alta concorrenza) .

– Era la presenza di dialetti in un tale rapporto che alcune femmine potevano scegliere liberamente, mentre altre dovevano competere per pochi. L’idea era quella di riflettere una situazione in cui molte donne vogliono la stessa cosa, ma dove l’accesso è limitato, racconta Wolfgang Forstmaier a Popular Science.

Si è scoperto che il 31 percento delle femmine nelle gabbie ad alta competizione ha scelto di accoppiarsi con un maschio con un dialetto diverso, mentre il 26 percento ha rifiutato ed è rimasto “celibe” durante l’esperimento.

Ma con sorpresa dei ricercatori, Queste “galline al piatto” hanno tanti pulcini quanti ne hanno tutti gli altri. Si scopre che queste femmine hanno risolto la situazione deponendo le uova nei nidi di coloro che invece si accoppiano meglio.

READ  Quanto spesso dovresti cambiare le scarpe da corsa? 3 chiaro...

– Ho fatto l’esperimento per dimostrare che ci sono dei costi (per essere selettivo), ma si è rivelato molto più basso di quanto pensassi. Questi uccelli sono pragmatici e hanno abbastanza successo nel gestire situazioni difficili con preferenze schizzinose, afferma Wolfgang Forstmaier.

In questo modo, dice, la strategia dei diamanti mandarini ricorda l’approccio del cuculo, in cui i cuculi depongono le uova nei nidi di altri uccelli e consentono invece ai loro piccoli di crescere con loro.

La ricerca è stata presentata sulla rivista scientifica Plus Biologia.