TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’élite del calcio svedese partecipa all’iniziativa #nejtillnäthat

Il problema dell’odio online sui social media è cresciuto esponenzialmente negli ultimi tempi. Nel contesto svedese, non dobbiamo andare oltre il Campionato Europeo di questa estate, quando Marcus Berg è diventato il bersaglio di commenti di odio.

Durante la Coppa del Mondo 2018, Jimmy Durmaz ha causato un calcio di punizione segnato dalla Germania. Poi ha ricevuto lettere minatorie indirizzate a lui e alla sua famiglia.

Al Fotografiska di Stoccolma, dal 2-3 novembre si svolge una mostra sull’odio informatico. Questo è in collaborazione con Facebook, Ingager, Sinch e Swedish Elite Football.

Rasmus Schuler, Jacob Wedel-Ztterström e Leo Kornik.

Foto: Beatrice Lundborg

Oltre a discutere l’argomento Con i rappresentanti di questi partner, puoi partecipare a workshop sull’argomento e su come frenare l’odio.

Qualcosa fatto da Djurgårdsspelarna Jacob Widell Zetterström, Rasmus Schuller e Leo Cornic.

Noi (giocatori di calcio) siamo umani. Se è scritto molto, ce lo prendiamo su noi stessi. Poi, quando si tratta del livello di minacce contro la tua famiglia e di dichiarazioni razziste, siamo a quel punto. Deve essere affrontato, afferma Jacob Wedel-Zuterström.

Jacob Wedel Zetterström afferma che i calciatori prendono nota dei commenti pubblicati sui social media.

Jacob Wedel Zetterström afferma che i calciatori prendono nota dei commenti pubblicati sui social media.

Foto: Beatrice Lundborg

Rasmus Schuller ci prova Spiega perché esiste l’odio informatico.

C’è una linea piuttosto traballante tra l’essere un eroe del calcio e un cattivo. DN dice che c’è molto interesse per il nostro sport e molte persone pensano e pensano.

Leo Kornik vede un problema Il puro odio dei calciatori è normalizzato.

È come se diventi un calciatore, devi essere preparato per questo e fa parte della cultura. Questo non dovrebbe essere il caso.

Qualcosa di cui si è discusso durante questi workshop erano le potenziali soluzioni. Leo Kornik ritiene quindi che l’accesso con il tuo ID banca mobile per poter scrivere recensioni potrebbe essere un passo nella giusta direzione.

– Penso di sì, dovresti essere responsabile di quello che scrivi. Abbiamo libertà di parola, ma se scrivi commenti di odio, devi avere delle conseguenze.

Leo Kornik non crede che i calciatori debbano essere preparati ad accettare l'odio.

Leo Kornik non crede che i calciatori debbano essere preparati ad accettare l’odio.

Foto: Beatrice Lundborg

Rasmus Schuller ha giocato il Campionato Europeo di questa estate per la Finlandia e poi ha dovuto affrontare una pressione molto diversa da quella che potrebbe essere sperimentata all’Allsvenskan.

– Hai una lente d’ingrandimento su di te. Abbiamo fatto un buon Europeo con la Finlandia, ma molti pensavano che io e io avremmo potuto fare meglio.

– Quando ho giocato, ho ricevuto molte di queste critiche. Poi ti hanno detto che non eri abbastanza bravo.

Portiere Jacob Wedel Zetterstrom È stato vomitato in aria molto rapidamente quando solo due anni fa ha giocato a calcio di secondo livello. È stato un grande cambiamento su così tanti livelli.

– Quindi alcuni genitori possono scrivere: “Ben fatto, migliore felicità la prossima volta”.

– Venire e poi stare davanti a una sezione lontana urlando o vedere il suo nome dopo la partita legato a una serie di parole negative. È stato un grande cambiamento per me.

Crede che non sia facile evitare parolacce e odio sui social media.

Se perdiamo il derby, ad esempio, capisco perfettamente che potrebbero esserci cose che non voglio leggere. Allo stesso tempo, la soluzione non deve essere che devo chiudere gli occhi su quello che sta dicendo.

Rasmus Schöller ha giocato l'Europeo quest'estate con la Finlandia.  Poi è stato oggetto di alcune critiche.

Rasmus Schöller ha giocato l’Europeo quest’estate con la Finlandia. Poi è stato oggetto di alcune critiche.

Foto: Beatrice Lundborg

Una cosa discussa In Fotografiska la sua forma era nella società e non solo nel calcio.

– Alcuni studenti della scuola hanno detto che lo facevano. Penso che questo possa essere davvero pericoloso, afferma Jacob Wedel-Zetterström.

– Allora non sarà presto possibile porre limiti a quanto male possa svilupparsi.

È difficile non rimanere impressionati, dice Rasmus Schuller.

– Ho letto il mio riassunto e ciò che è scritto. Se qualcuno commenta qualcosa su di te, è molto difficile essere imparziali al riguardo. Ogni commento che fai influisce in qualche modo.

Leggi altre notizie sportive qui.

READ  Joel Erickson Oak ha salvato Minnesota Wild