TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lampi di luce nei paesi nordici: meno morti e ricoverati in ospedale

Norvegia

In Norvegia il trend è un aumento dei contagi, ma negli ultimi giorni il numero dei malati di corona è fortemente diminuito. Sabato, 246 pazienti sono stati assistiti in ospedale, 34 in meno rispetto a venerdì e 79 in meno rispetto a lunedì. 93 pazienti sono stati assistiti nel reparto di terapia intensiva, 64 dei quali erano in ventilazione. Il picco durante l’intera pandemia è stato di 383 pazienti ricoverati in ospedale a metà dicembre dello scorso anno, secondo gli stati NRK.

Anche il numero di decessi è in calo, da un picco settimanale di 50, secondo banda mondiale.

Frode Forland, direttore del controllo delle infezioni presso l’Istituto norvegese di salute pubblica NIPH, collega la diminuzione dei ricoveri ospedalieri a misure più severe, ad esempio requisiti di protezione orale, compiti a casa e sospensione dell’alcol dopo la mezzanotte, che sono state introdotte in sole due settimane. prima di Natale. Dice che la tendenza a un numero maggiore di infezioni ora ha qualcosa a che fare con i ritardi nei test e nella tracciabilità delle infezioni durante le vacanze di Natale e Capodanno.

Attualmente, circa 20 pazienti con infezione da oomicron sono ricoverati in ospedale.

– Abbiamo assistito a un forte calo del numero di micron, ma allo stesso tempo a un forte aumento dei non micron, ma non tanto quanto temevamo. Il 70-80 percento dei nuovi casi sono omicron, ha detto a DN.

È ancora troppo presto per dire in che modo la variante infettiva ma più mite dell’Omicron influisca sul numero di pazienti in Norvegia.

Avremo dati migliori tra una o due settimane. Abbiamo visto numeri da altri paesi in cui i pazienti ospedalieri con omicron sono la metà o un terzo di quelli con delta. Vedremo con quale livello di infezione possiamo convivere.

READ  Misteriosi attacchi a Washington - vicino alla Casa Bianca

Nyhavn a Copenaghen.

Foto: Johan Nilsson/TT

Danimarca

Sabato sono stati segnalati 12.588 nuovi casi in Danimarca. Pertanto, le infezioni continuano a diminuire dopo aver mentito su oltre 25.000 nuovi casi al giorno, tre giorni di seguito. Tuttavia, sono stati registrati 28 nuovi decessi, il numero più alto questo inverno.

Il medico di reparto Christian Wiegi, del dipartimento di malattie infettive dell’ospedale universitario di Aarhus, osserva che il numero di decessi varia molto in giorni diversi.

– ma potrebbe essere un’espressione che la variante omikron sta per acquisire un maggiore controllo sulla fascia di età più avanzata, dice Jyllands-Posten.

Il 5 gennaio, Omicron ha rappresentato oltre il 90 percento di tutti i casi confermati di recente, secondo Istituto degli Stati del siero.

Christian Wigé pensa che sia troppo presto per dire che l’epidemia si sta deteriorando. Fa notare che la percentuale di positività ai test è ancora alta, il che, secondo lui, è legato a una grande squallida personalità.

– Penso che sia troppo presto per concludere che l’epidemia ha raggiunto il suo apice. Ovviamente puoi sperarlo, ma non ne sono sicuro.

Nelle ultime 24 ore, 161 persone sono state ricoverate in ospedale per malattia coronarica. Allo stesso tempo, altri sono stati dimessi, tanto che il numero totale è diminuito di 25 a 730. 78 persone sono ricoverate in terapia intensiva, di cui 52 con ventilatore.

Molte ammissioni sono relativamente di breve durata. Questo perché molti non si ammalano molto e vengono ricoverati in ospedale soprattutto perché c’è qualcos’altro che non va in loro. E se è stabile e non necessita di ossigeno, si svuota di nuovo velocemente.

Secondo lo Statens Serum Institute, fino a un quarto dei pazienti COVID-19 a dicembre è stato ricoverato per un altro motivo.

Cattedrale di Helsinki.

Cattedrale di Helsinki.

Foto: Vesa Moilanen / Lehtikuva via AP

Finlandia

Quasi 9.921 nuovi casi di coronavirus sono stati trovati in Finlandia venerdì, di cui poco meno di un terzo a Helsinki, secondo i dati dell’Istituto per la salute e l’assistenza. Il tasso di infezione, che è il numero di casi per 100.000 abitanti, è aumentato costantemente nelle ultime due settimane e ora è fino a 1.124, scrive. Hovodstadsbladet.

Il tasso di test positivi è ora di quasi il 30%, ha annunciato il distretto sanitario nel sud-ovest della Finlandia, con Turku la città più grande.

“Non abbiamo ancora visto il picco di questa epidemia. La variante omicron ha preso il sopravvento rapidamente. In linea di principio, tutti i casi ora sono omicron. La necessità di cure ospedaliere non è ancora aumentata allo stesso ritmo del numero di infezioni, ma potrebbe essere necessaria fino a una settimana dopo la malattia prima che sia necessario essere curati.” cure ospedaliere”, afferma il medico delle infezioni Harry Martella in un comunicato stampa voi.

Avverte della possibilità di un personaggio oscuro.

“È possibile che ci siano più casi di corona in movimento di quanto sappiamo, perché la tracciabilità del contagio nei comuni è spiegata per ovvi motivi. Non abbiamo ancora avuto il tempo di registrare alcuni casi e non abbiamo avuto la possibilità di contattare tutti chi ha contratto la malattia”.

La pressione sui reparti di terapia intensiva è in aumento. Venerdì, 55 persone sono state ricoverate in terapia intensiva, otto in più rispetto a mercoledì. Inoltre, in ospedale sono stati assistiti 453 pazienti con sintomi meno gravi.

Allo stesso tempo, il bilancio delle vittime è diminuito durante il mese di dicembre, secondo i paesi voi.

Per frenare la diffusione dell’infezione nel Paese, il gruppo di ministri Corona del governo propone restrizioni più severe sotto forma di ulteriori restrizioni sugli orari di apertura dei ristoranti, attività ricreative per bambini e giovani e comunicazioni al di fuori della famiglia, scrive voi.

Ognuno è responsabile di come si evolve la situazione. Il Ministro della Famiglia e del Welfare Krista Kero ha affermato dopo la riunione ministeriale che tutti dovrebbero ridurre i propri contatti.

Città di Husavik nel nord dell'Islanda.

Città di Husavik nel nord dell’Islanda.

Nella foto: Bryngar Gunnarsson

isola

La curva degli infortuni ha iniziato a registrare una forte tendenza al rialzo a metà dicembre. E il numero di casi locali nelle ultime due settimane, il numero di casi ogni 100.000 residenti, è stato di 3.405.

Continuano ad aumentare i malati di Covid negli ospedali. 37 persone hanno ricevuto cure ospedaliere venerdì e otto hanno ricevuto cure intensive. A metà settimana, Omicron ha rappresentato la maggior parte di tutti i nuovi casi, ma tutti coloro che hanno ricevuto la terapia intensiva avevano una variante delta. Recensione dell’Islanda Mercoledì.

Il governo ha deciso di modificare le regole di quarantena per le persone che hanno ricevuto una terza iniezione. Ciò significa che chi è stato contagiato può lavorare o andare a scuola. L’epidemiologo islandese Thorolfor Gudnason ritiene che le persone che hanno ricevuto la doppia vaccinazione abbiano meno probabilità di essere infettate e infettare altre persone, indicando uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine.

– È stata un’infezione causata dalle varianti alfa e delta del virus Corona, ma è probabile che lo stesso valga per la variante Omicron, soprattutto nel triplo vaccino, dice maschera.

L’epidemiologo statale ritiene che questo potrebbe essere l’inizio di un allentamento delle restrizioni.

Per saperne di più:

FHM: “Potremmo vedere un aumento ancora maggiore in futuro”

La principessa ereditaria Victoria è malata di COVID-19: il re gode di buona salute