TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Danimarca vota per l’asilo – non accetta rifugiati

La nuova proposta ora votata in Parlamento, l’equivalente danese del Riksdag svedese, significa che i rifugiati a cui è stato concesso asilo in Danimarca non potranno entrare nel paese. Dovrebbero invece potersi integrare in altri paesi dove esistono centri di accoglienza – o in alternativa trasferirli in un campo profughi delle Nazioni Unite.

Secondo le discussioni, alcuni dei paesi in cui i centri di accoglienza danesi potrebbero diventare rilevanti sono Tunisia, Etiopia, Egitto e Ruanda.

“C’è un motivo per cui non dovrebbero rimanere in Romania?”

Lo sfondo della decisione, secondo il ministro per la Migrazione e l’Integrazione Matthias Tesfaye (S), dovrebbe risolvere il problema del sistema di asilo rotto.

– È un nuovo sistema di asilo che contribuirà a ridurre il numero di persone che chiedono asilo in Danimarca, meno rifugiati e migranti che annegano nel Mediterraneo e meno persone vulnerabili agli abusi sulle rotte migratorie, ha affermato all’inizio di maggio secondo TT.

Matthias Tesfaye ha anche affermato che il nuovo sistema farà sì che i rifugiati e altri migranti non abbiano meno motivi per rivolgersi alle “associazioni assistenziali” europee.

– C’è un motivo per cui non rimangono in Romania e chiedono asilo, ma continuano verso Germania, Danimarca, Austria, Paesi Bassi, Svezia, Norvegia e altri paesi con sistemi sanitari più sviluppati.

Critica: “Non puoi esportare le tue responsabilità”

Gli esperti avevano precedentemente descritto la proposta come uno dei più grandi cambiamenti nella politica in materia di asilo e rifugiati in Danimarca dal 1951.

Ma è stata anche accolta con critiche, non da ultimo da una prospettiva internazionale. Sia le Nazioni Unite che l’Unione Europea ritengono che il nuovo sistema avrà un impatto negativo sulla cooperazione all’estero.

READ  L'esercito si è diffuso in Colombia dopo le proteste legate all'epidemia

Anche le organizzazioni per i diritti umani hanno criticato la proposta.

Non puoi esportare la tua responsabilità per proteggere i diritti umani. Ma il disegno di legge è così impreciso che non possiamo valutarlo dal punto di vista dei diritti umani. Ad esempio, come puoi garantire una procedura di asilo legalmente sicura o che i rifugiati non saranno perseguitati in un paese terzo? Louise Hulk, direttrice dell’Istituto per i diritti umani, un’organizzazione per i diritti umani indipendente dallo stato in Danimarca, ha detto a TT.

Questo è necessario per poter andare in un ristorante e in un cinema in Danimarca.