TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il ruolo maschile morbido è ereditato

Fuori dalla scuola, il padre siede in macchina e aspetta suo figlio. Mentre torna a casa in macchina, chiede della giornata di suo figlio e dopo cena aiuta a fare i compiti. Nei fine settimana giocano a calcio e vanno al cinema.

Un padre si dedica a crescere suo figlio e gli dà tutto il sostegno e la cura possibile. Questo, ovviamente, colpisce il figlio, che cresce con suo padre come modello. Ma questo non è abbastanza. Il comportamento attuale del padre influenza anche gli ormoni del figlio.

Una nuova ricerca mostra che un padre attento e premuroso, che a sua volta è caratterizzato da un basso livello di testosterone, riduce anche la produzione di ormoni del figlio. L’effetto è permanente e quindi il padre influisce anche sul comportamento che il figlio stesso manifesterà più avanti nella vita.

La scoperta è stata fatta meravigliosamente studia Che è stato effettuato da ricercatori dell’Università di Notre Dame, negli Stati Uniti.

Nello studio sono stati inclusi quasi 1.000 uomini, che sono stati seguiti per i primi 30 anni della loro vita. Dal primo anno di vita, sono stati misurati i loro livelli di testosterone, mentre è stato osservato il comportamento dei loro genitori, e l’associazione è stata notevole, anche per i ricercatori che hanno condotto questo studio.

Il leader dello studio, il professor Lee Gitler, racconta a Illustrated Science.

Pertanto, ciò suggerisce che il ruolo maschile moderno, in cui il padre è più attivamente coinvolto nell’educazione dei figli rispetto a prima, è qui per restare.

L’ormone colpisce tutto il corpo

L’ormone sessuale testosterone è coinvolto, tra l’altro, nello sviluppo dei tratti fisici che distinguono gli uomini dalle donne. Tutti e due sesso L’ormone viene prodotto, ma si verifica negli uomini in misura molto maggiore rispetto alle donne, e quindi il testosterone è chiamato ormone maschile.

Nella fase fetale, l’ormone è responsabile della crescita del pene e dei testicoli e durante la vita contribuisce, ad esempio, alla costruzione dello scheletro e della massa muscolare, nonché alla produzione di sangue e spermatozoi.

L’ormone svolge anche un ruolo enorme nel comportamento degli uomini. Un alto livello di testosterone conferisce agli uomini un maggiore desiderio sessuale, li rende più assertivi e dominanti, il che fornisce biologicamente buone condizioni per attrarre il partner giusto con cui accoppiarsi.

Tuttavia, il comportamento guidato dal testosterone non è appropriato per prendersi cura della prole. Pertanto, tra molti mammiferi, solo le femmine allevano i loro piccoli.

Solo nel cinque per cento delle specie, inclusi gli esseri umani, il padre è coinvolto nell’accudimento. Perché ciò sia possibile è necessario, tra l’altro, ridurre la produzione di testosterone.

I bambini sopprimono il testosterone

La scoperta della relazione tra il comportamento del padre e la produzione di ormoni del figlio è l’ultima di una serie di scoperte di ricerca, che negli ultimi decenni hanno rivelato come i livelli di testosterone ricalchino le situazioni di vita degli uomini.

Molti studi hanno documentato che la vita da padre è il punto di partenza per una ridotta produzione di testosterone. Altri studi hanno dimostrato che i padri con livelli più bassi di testosterone nutrono e si prendono più cura dei propri figli rispetto ai padri con livelli più alti.

Il livello in realtà inizia a scendere anche prima che un uomo abbia figli. Gli studi hanno dimostrato che gli uomini che fanno parte di una relazione stabile ne hanno livelli inferiori rispetto agli uomini single ed emancipati.

Per molto tempo, i ricercatori non erano sicuri se la differenza derivasse dal fatto che gli uomini con un basso livello di testosterone avevano maggiori probabilità di sposarsi, o se il matrimonio stesso riducesse la produzione di testosterone. Ma nel 2017 un gruppo di ricerca dell’Università di Copenaghen ha trovato la risposta.

oltre dieci anni Continua I ricercatori hanno valutato il testosterone di 1.113 uomini, di età compresa tra 30 e 60 anni. I risultati hanno mostrato che gli uomini che erano celibi all’inizio dell’esperimento, ma sposati durante il periodo di prova, hanno sperimentato la maggiore diminuzione dei livelli di testosterone.

I campioni prelevati all’inizio dell’esperimento non potevano essere usati per prevedere quali uomini si sarebbero sposati durante l’esperimento. Ciò significa che i ricercatori sono stati in grado di dimostrare che deve essere necessariamente lo stato civile a influenzare i livelli di testosterone negli uomini, e non viceversa.

La produzione di testosterone in un uomo con il suo ruolo sociale dipende dal cosiddetto fattori epigeneticiche può inibire l’attività genica.

L’ambiente regola i nostri geni

Concretamente ciò avviene legando molecole chiamate gruppi metilici al DNA dei geni, in modo che una prescrizione interna – per esempio il testosterone – non possa essere letta.

Pertanto, il gene è effettivamente fuori dal sistema, ma non per sempre. Il gruppo metilico può quindi cedere il DNA, in modo che il gene venga nuovamente attivato. In questo modo le condizioni esterne possono regolare la funzione dei nostri geni, senza che i geni stessi cambino.

Proprio come la produzione di testosterone del padre può essere regolata da condizioni di vita esterne, è anche probabile che i fattori epigenetici causino un deterioramento del suo comportamento con i livelli ormonali del figlio.

Il nuovo studio trentennale mostra che l’effetto è maggiore quando il figlio è adolescente.

A questo punto dello studio, i ragazzi stessi hanno risposto alla domanda su come percepivano il padre: se era presente e interessato, o assente e distaccato. In precedenza, quando i ragazzi erano piccoli, la madre rispondeva alle domande.

La scoperta più sorprendente dello studio è che i ragazzi adolescenti cresciuti con un padre presente e coinvolto avevano livelli più bassi di testosterone più tardi nella vita, anche quando sono diventati padri. Quindi è speciale adolescenti Perché il comportamento del padre lascia il segno indelebile.

Durante l’adolescenza, quando i ragazzi raggiungono la pubertà, i livelli ormonali aumentano drasticamente. La produzione di testosterone è controllata da un’interazione chiamata asse HPG che coinvolge sia il cervello che i testicoli.

L’hub comprende l’ipotalamo e le ghiandole pituitarie del cervello, che inviano segnali a cellule speciali nei testicoli per produrre l’ormone. D’altra parte, la produzione di altre cellule nei testicoli può essere interrotta per inviare segnali alla ghiandola pituitaria.

L’equilibrio tra i segnali che vanno in entrambe le direzioni è cruciale per quanto alto sia il livello di testosterone dei ragazzi.

I risultati del nuovo studio indicano che l’asse HPG nell’adolescenza si trova in una fase delicata dello sviluppo, in cui l’influenza sociale del padre può avere un impatto duraturo.

Questa connessione è supportata da scoperte che hanno dimostrato che le condizioni di vita e le esperienze nella prima infanzia contribuiscono a determinare l’attività dell’asse HPG in età adulta.

I ricercatori non sanno ancora esattamente come ciò avvenga. Ma parte del motivo sono i fattori epigenetici, che sorgono nell’adolescenza in connessione con il comportamento del padre e che continuano a regolare la produzione di ormoni ghiandolari per il resto della vita.

L’eredità sociale diventa biologia

Sebbene la regolazione epigenetica dell’asse HPG sembri essere la principale responsabile dell’influenza dei padri sui livelli di testosterone della prole, i ricercatori non vogliono escludere una componente genetica comune.

La produzione di testosterone è parzialmente geneticamente determinata. Se un padre porta geni che gli danno un livello di testosterone più alto in generale – e questo lo rende meno probabile che sia presente – può trasmettere i geni a suo figlio, che produrrà anche più testosterone.

Ma questo effetto, secondo i ricercatori, non è sufficiente a spiegare i risultati.

Che sia la genetica o l’ambiente di un adolescente ad avere la maggiore influenza sui livelli di testosterone negli uomini, le nuove scoperte mostrano che i padri fisiologicamente premurosi modellano i loro figli affinché siano uguali.

E così il ruolo del padre moderno, che è stato spinto in avanti dagli ultimi cinquant’anni di sviluppo sociale, sta per entrare a far parte della nostra biologia.

READ  La carie è associata a malattie intestinali.