TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I trattamenti per la menopausa vengono confrontati al Karolinska University Hospital



Il progesterone bioidentico è diventato una scelta popolare tra le donne svedesi come parte del trattamento dei sintomi della menopausa. Ma ti senti davvero meglio oggi rispetto alla terapia ormonale? Ed è più o meno sicuro dal punto di vista del cancro? Un nuovo studio condotto da Angelica Lindén Hirschberg al Karolinska University Hospital scoprirà esattamente questo.

Nessuno studio simile è stato condotto prima. La conoscenza è molto richiesta non solo in Svezia, ma in tutto il mondo. I nostri risultati sono importanti per tutte le donne che necessitano di un trattamento ormonale per i loro sintomi della menopausa e, naturalmente, per tutti i medici che prescrivono questo tipo di preparazione, afferma Angelica Linden Hirschberg, professoressa di ginecologia al Karolinska Institutet e medico responsabile della reception ginecologica altamente specializzata. Endocrinologia presso l’ospedale universitario Karolinska.

Ormoni e cancro: un atto di equilibrio

Il 30% di tutte le donne svedesi nella fascia di età 45-60 ha problemi così gravi durante la menopausa che richiedono cure.
La terapia ormonale per i sintomi della menopausa esiste dagli anni ’70 in Svezia. Il trattamento si è evoluto nel tempo poiché ha dimostrato di essere una sorta di atto di equilibrio. È l’ormone sessuale femminile estrogeno che aiuta a trattare i sintomi della menopausa, ma se somministrato da solo è stato riscontrato che aumenta il rischio di cancro uterino. È stato dimostrato che l’aggiunta al trattamento con ormone luteinizzante sintetico, qualcosa chiamato progestinico, rallenta questo rischio. Ma poi è emerso un altro problema, ovvero che l’effetto aggiuntivo del corpo luteo e degli estrogeni a lungo termine aumenta il rischio di cancro al seno.

READ  Buon effetto del vaccino contro il diabete

La terapia ormonale non deve essere presa alla leggera, ma non è nemmeno qualcosa di cui dovresti aver paura. Soprattutto se una donna ha gravi sintomi della menopausa che influiscono negativamente sulla qualità della vita, afferma Angelica Linden Hirschberg, che ritiene che ci sia un gran numero di donne che non cercano cure, anche se stanno attraversando un momento difficile.

Il sintetico viene confrontato con biologicamente identico

Nel nuovo studio, due diversi tipi di ormone luteinizzante sono stati confrontati come componenti aggiuntivi di estrogeni; Il progestinico sintetico viene confrontato con quello che viene chiamato progesterone bioidentico. Entrambi sono prodotti chimicamente, ma il progesterone bioidentico è simile all’ormone luteale. Il progestinico sintetico, tradizionalmente utilizzato in Svezia, è leggermente diverso dall’ormone del corpo. Ciò significa che le due varianti probabilmente si legano in modo leggermente diverso ai recettori del corpo, cioè i recettori della cellula per gli ormoni, e quindi influenzano il corpo in modo diverso.

In molti altri paesi europei, il progesterone bioidentico è il più comune e sempre più donne svedesi ne hanno bisogno.
– Il progesterone bioidentico ha guadagnato una reputazione in parte perché ha un effetto calmante e può fornire un sonno migliore se prendi la compressa la sera. Ci sono anche dati che suggeriscono che il progesterone bioidentico fornisce un minor rischio di cancro al seno rispetto ai progestinici, ma invece aumenta il rischio di cancro uterino dopo un periodo di trattamento più lungo. Vogliamo vedere se c’è davvero qualche differenza, sia in termini di benessere che di rischio di cancro, afferma Angelica Lindén Hirschberg.

READ  Hai gli occhi asciutti? Ecco 3 sintomi comuni

È in corso il reclutamento dei pazienti

Lo studio è stato condotto dal Karolinska University Hospital e comprende diversi ospedali svedesi, il che rende possibile partecipare come paziente in altre regioni, ad esempio Uppsala. I pazienti sono randomizzati al trattamento con progestinico sintetico o progesterone bioidentico combinato con estrogeni come parte del trattamento della menopausa.
Verificheremo i fattori di rischio delle partecipanti per il cancro al seno e all’utero prima che inizino il trattamento e un anno dopo, afferma Angelica Linden Hirshberg.
Lo studio deve essere completato in cinque anni.
– In totale, per la nostra ricerca avremo bisogno dei dati di circa 400 pazienti. Lo studio è aperto a donne sane di età compresa tra 45 e 60 anni che presentano chiari sintomi della menopausa.

————————————————– ————————————————– ————————————————– ————————————————– ———————————

sullo studio

Il rischio di cancro viene monitorato misurando la densità del seno mediante mammografia e attraverso biopsie mammarie (campioni di tessuto) per vedere se ci sono cambiamenti nelle cellule. Lo spessore dell’endometrio, che può anche indicare un aumento del rischio di cancro, viene misurato mediante ecografia e biopsia per vedere se ci sono precursori del cancro. I pazienti dovrebbero anche rispondere a domande sul loro benessere in questionari standardizzati,

Né il medico né il partecipante sanno quale trattamento riceverà il partecipante. Questo studio è chiamato in doppio cieco per garantire la qualità scientifica dei risultati.

A proposito di menopausa e ormoni

  • Le vampate di calore, la sensazione di calore che si irradia dal petto verso l’alto e la sudorazione profusa sono i disturbi più comuni. Spesso arriva di notte causando problemi di sonno perché a volte una donna si sveglia più volte nella stessa notte.
  • Se i problemi influiscono negativamente sulla qualità della vita, di solito vengono trattati per via sistemica con compresse di estrogeni sotto forma di cerotti, spray o gel con una forma dell’ormone del corpo luteo per proteggere l’utero dai cambiamenti cellulari. Le mucose fragili e secche possono essere trattate localmente con creme a base di estrogeni e somministrate senza l’ormone del corpo luteo.
READ  La tecnologia dell'mRNA alla base del vaccino contro il Covid potrebbe essere utilizzata per questo scopo

Servizio stampa Karolinska University Hospital

08-123 740 10

[email protected]

Il Karolinska University Hospital è uno dei più grandi d’Europa e, insieme al Karolinska Institutet, stiamo guidando lo sviluppo medico in Svezia. Per noi, l’assistenza sanitaria, la ricerca e l’istruzione sono parti altrettanto importanti del lavoro per estendere e migliorare la vita delle persone.

tag: