TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ecco la grande visione di Audi del futuro Grandsphere

Ecco la grande visione di Audi del futuro Grandsphere

Come realizzare un’auto di lusso – se il lusso non è un’auto? Giovedì, Audi ha rivelato il suo punto di vista sull’esperienza premium del futuro.

Lo spazio Audi Grandsphere può essere visto in molti modi. Come primo sguardo a come dovrebbero essere le auto provenienti dal produttore, o come una creatura più olistica che cerca di affrontare il futuro. Qualche tempo fa, abbiamo visto l’industria automobilistica tradizionale passare attraverso pentole d’acciaio ed essere massicciamente rimodellata – e questa ne è la prova.

Elettrificazione, digitalizzazione e una batteria di assistenti tecnici significano che l’auto di oggi non ha nulla a che fare con la scatola del carburante dell’olio a quattro ruote che era di serie nel 1999.

È qui che entra in gioco la grande visione di Audi per il campo.

Focus sulla cabina

All’inizio di questa estate, hanno mostrato quello che hanno chiamato Skysphere, un tipo di macchina da guida a due porte a forma di roadster. Veniamo ora all’altro regno, che è più grande e che poi mostrerà cosa significa il benessere futuro.

Piuttosto che concentrarsi sulle caratteristiche di guida, Audi sta mostrando un accordo più morbido e più focalizzato sull’abitacolo. Un’auto che mette al centro lo spazio privato, il comfort e le possibilità di utilizzare lo spazio per qualcosa di diverso dalla guida/guida. Inoltre, ti mostrerà anche l’Urbansphere, una city car immaginaria.

Audi Grandsfera. Foto: Audi

Con la Grandsphere, Audi crede di aver raggiunto il Livello 4 di guida autonoma, il che significa che in determinate condizioni (si pensi all’autostrada) l’auto può assumere il pieno controllo della guida. Perfetto per un viaggio transcontinentale – o un viaggio tra Stoccolma e Göteborg.

Per saperne di più: La lista: ecco come faranno la Ferrari e le altre auto di lusso

Ciò significa che quando l’auto prende il sopravvento, il volante, i pedali e gli schermi vengono estratti e posizionati sullo sfondo, il che significa che come passeggero dovresti vivere un’esperienza più simile al sedile di prima classe che avresti su un aereo.

In termini di dimensioni, l’auto è anche “grande” con una lunghezza di 5,35 metri e un passo che supera quello della gigantesca A8L. La silhouette è simile a una grande coupé, tuttavia, è evidente che si tratta di un’auto elettrica in quanto il cofano non è lungo come al solito.

portata 75 miglia

Grandsphere è un concetto, ma Audi ha una tradizione di non deviare troppo dagli studi di design quando si avvicina alla produzione.

Anche la tecnologia immaginata è in cantiere. L’auto si basa sulla piattaforma PPE sviluppata da Audi e Porsche. Qui si ritiene che il modello abbia una batteria da 120 kWh, due motori elettrici che erogano 530 CV e una tecnologia che consente una ricarica rapida di 270 kW.

Audi Grandsfera. Foto: Audi

Inoltre, dovresti essere in grado di percorrere 750 km prima che sia il momento di caricare.

Ma ci vorrà del tempo prima che possiamo vedere quest’area in produzione e possiamo provare una lounge di prim’ordine mentre andiamo al lavoro. Il primo veicolo in DPI sarà il Q6, che arriverà alla fine del 2022, seguito dall’A6 e-tron, che entrerà in produzione l’anno successivo.

READ  I problemi di Coop continuano: la maggior parte dei negozi è chiusa