TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dibattito: è ora di aumentare il movimento di base nel Värmland

Una buona salute riduce il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e grave COVID-19.

Foto: Michael Probst

L’obesità e uno stile di vita sedentario sono un problema crescente di salute pubblica. Nel Värmland, il 56 per cento della popolazione è sovrappeso o obeso e la percentuale di svedesi in età lavorativa poveri e obesi è raddoppiata in 25 anni. Allo stesso tempo, la ricerca mostra che essere in forma riduce il rischio di malattie cardiovascolari e COVID-19 grave, anche per coloro che sono obesi. La Heart-Lung Foundation accoglie quindi con favore l’iniziativa del governo di promuovere l’attività fisica per l’intera popolazione e allo stesso tempo esorta tutti i Värmlander ad agire di più.

L’attività fisica è fortemente associata a una vita più lunga e più sana. L’esercizio fisico regolare riduce il rischio di malattie gravi e pericolose per la vita, come ipertensione, infarto, ictus, diabete di tipo 2, fratture ossee e malattie mentali. Tuttavia, solo il 65% delle donne a sangue caldo ha affermato di allenarsi come raccomandato, il che significa almeno 150 minuti di attività per migliorare la frequenza cardiaca a settimana. Gli adulti svedesi stanno fermi in media per più di nove ore al giorno e gli scolari svedesi finiscono negli ultimi 45 paesi quando si tratta di attività fisica.

Grazie alla ricerca che ha migliorato l’assistenza e i consigli sulle abitudini di vita, il tasso di mortalità per malattie cardiovascolari in Svezia si è dimezzato dall’inizio del millennio. Tuttavia, le malattie cardiovascolari sono ancora la principale causa di morte in Svezia con circa 30.000 decessi ogni anno. Molte persone convivono con seri fattori di rischio per malattie cardiovascolari senza saperlo e possono essere in gran parte asintomatici fino a quando un infarto non diventa realtà. L’ampio studio sulla popolazione SCAPIS mostra che quattro svedesi su dieci di età compresa tra 50 e 64 anni hanno placche visibili nelle arterie coronarie del cuore.

READ  8 su 10 hanno ancora gli anticorpi del coronavirus dopo un anno

Secondo un rapporto dell’Istituto per la salute e l’economia medica (IHE), più della metà di tutti gli attacchi di cuore e un terzo degli ictus in Svezia possono essere collegati allo stile di vita. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), una percentuale significativa di tutte le malattie coronariche e ictus può essere prevenuta migliorando le abitudini di vita, anche per coloro che sono già malati.

Se il Natale è il momento per godersi del buon cibo e lunghe sessioni con parenti e amici, molti useranno il nuovo anno per migliorare le proprie abitudini di vita. Un sondaggio Sifo commissionato dalla Heart-Lung Foundation prima di Natale ha mostrato che ben quattro svedesi su dieci potrebbero fantasticare sulla promessa del nuovo anno di muoversi di più. Quindi speriamo che voi che vivete a Värmland sentiate di dover fare più esercizio – non aspettare, fallo e basta! La migliore attività fisica è quella che viene eliminata.

Christina SparligonSegretario Generale della Fondazione Cuore e Polmone

Elaine Eccplum Buck, Professore Associato di Scienze Motorie presso la Scuola di Ginnastica e Sport, GIH, Stoccolma

Questo è un articolo di opinione e il contenuto sono le opinioni dell’autore o degli scrittori.