TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cos’è il colesterolo buono e cattivo?

Quello che mangi può influenzare i livelli di colesterolo.
Foto: persiane

Il colesterolo è vitale per il funzionamento delle nostre cellule, ma può anche essere pericoloso se è troppo.

Qui, Sophia Antonson, dietista e consulente nutrizionale, spiega la differenza tra colesterolo buono e cattivo e le dà i migliori consigli.

Domanda del lettore: Mi chiedo come sia con il colesterolo: in passato era molto attento a non mangiare uova, per esempio. Ma ora stiamo parlando di colesterolo buono e cattivo. Cos’è questo? E hai qualche buon consiglio su di lei per una persona di mezza età?

Il nutrizionista risponde:

Sophia Antonson è una dietista e consulente nutrizionale autorizzata.
Foto: CORNELIA NORDSTRÖM

Il colesterolo si forma nel corpo quando ne assumiamo parte attraverso la dieta. Alcuni alimenti contengono colesterolo naturale, come gamberetti e uova, ma il corpo di solito si adatta riducendo la produzione, quindi non devi aver paura di questo, afferma Sophia Antonson, dietista registrata.

– Mentre scrivono, parlano di colesterolo buono, HDL e colesterolo cattivo, LDL. Inoltre, di solito viene misurato il colesterolo totale. Dopotutto, sono favorevole in primo luogo a cercare di influenzare i cambiamenti della dieta e dello stile di vita, e questo di solito ha un buon effetto sul colesterolo. L’HDL è influenzato principalmente dall’attività fisica, mentre l’LDL è influenzato dal tipo di grasso che mangiamo.

I grassi vegetali hanno un effetto positivo

I grassi saturi che provengono dal regno animale tendono ad avere un effetto negativo, mentre i grassi vegetali, al contrario, hanno un effetto positivo. Sentiti libero di scegliere oli come colza, olio d’oliva, noci, semi, avocado e pesce grasso che contengono omega 3. Mangiare fibre alimentari può anche abbassare i livelli di colesterolo. La fibra dell’avena, chiamata beta-glucano, è particolarmente buona, ma tutti i tipi sono buoni, quindi scegli frutta, bacche, verdure, legumi e cereali integrali.