TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

AMD Radeon RX serie 6000 al di sotto dell’obiettivo di prezzo in Europa

A causa della mancanza sia di circuiti che di altri componenti, la fornitura di schede grafiche è stata scarsa negli ultimi anni, insieme ai prezzi elevati. L’offerta è migliorata lo scorso inverno e dall’inizio dell’anno i prezzi hanno iniziato a diminuire. Ora il 3DCenter tedesco riporta che è finalmente al di sotto del suo obiettivo di prezzo del produttore (MSRP), almeno per AMD.

3DCenter ha analizzato i prezzi medi nel mercato tedesco in particolare per le serie Radeon RX 6000 e Geforce RTX 3000. Lì, i prezzi sono in calo da dicembre 2021 e sono stati bassi a maggio Sia AMD che Nvidia sono appena al di sopra del prezzo consigliato. Nella compilazione del 19 giugno pJunker serie RX 6000 di 10 punti percentuali Fino al 92 percento, il che significa un prezzo medio dell’8 percento al di sotto del prezzo target.

In termini di singoli modelli, le varianti entry-level di AMD RX 6500 XT e RX 6600 sono le meno costose, con un prezzo medio di circa il 20% inferiore al target di prezzo di AMD. Tuttavia, sono ancora disponibili solo due modelli, l’RX 6800 XT e l’RX 6800.

Anche la serie RTX 3000 di Nvidia continua a diminuire di prezzo, ma a un ritmo leggermente più lento con un calo leggermente inferiore di quattro punti percentuali. Ciò fornisce un prezzo medio che è ancora superiore del 2% rispetto al prezzo consigliato. Se il prezzo continua a scendere allo stesso ritmo, anche le schede grafiche Nvidia dovrebbero scendere al di sotto del prezzo target nelle prossime settimane. In termini di modelli specifici, tuttavia, tutte le schede di ingresso e l’intersuola sono una buona distanza al di sopra, e principalmente il livello più alto dell’RTX 3080 e oltre sta vedendo alcuni importanti tagli di prezzo.

READ  Rottura dell'arteria corporea di Klaas Moser

Nonostante il continuo calo dei prezzi, 3DCenter avverte che il ritmo potrebbe rallentare leggermente in futuro. Ciò è dovuto al tasso di cambio prevalente e all’evoluzione dell’euro rispetto al dollaro USA.