TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Albin Ekdal ha sospeso la prossima partita di qualificazione ai Mondiali

Albin Ekdal salterà la partita della Georgia durante le cruciali qualificazioni ai Mondiali.

Dopo una situazione caotica, il centrocampista svedese ha ricevuto un avvertimento.

Era un avvertimento inutile, ma non credo di meritarmelo, dice Albin Ekdal in seguito.

La minaccia di avvertimento è rimasta molto grave per la nazionale svedese in vista dell’incontro con la Grecia.

Ma la maggior parte dei giocatori è riuscita a farlo senza cartellini gialli Albin Ekdal tirato su uno.

Questo dopo uno scontro con il greco Anastasios Pacasitas a bordo campo. Il centrocampista svedese ha risposto ad un’azione dell’avversario e la situazione caotica che ne è seguita ha portato entrambi i giocatori a ricevere cartellini gialli.

Pertanto, Albin Ekdal è stato sospeso contro la Georgia nelle prossime qualificazioni ai Mondiali.

In seguito ha ammesso che non era necessario, ma ha anche pensato che la carta non avrebbe mai dovuto essere gestita.

– Ero sorpreso. Non credo di fare niente di speciale, mi allontano dalla situazione e non dico una parola e ho sentito che l’arbitro era un po’ d’accordo quando gli ho parlato dopo la partita, dice Albin Ekdal e continua:

– Non si è scusato ma ho avuto la sensazione che pensasse anche di essere un po’ esagerato. È stato un avvertimento inutile, ma non credo di meritarmelo, dice Albin Ekdal.

Ekdal appeso

Jan Anderson, che finora ha ricevuto anche un cartellino giallo nelle qualificazioni, ha dichiarato dopo la vittoria (2-0) di ritenere che le preoccupazioni dei giocatori per i loro avvertimenti abbiano influenzato la situazione nel primo tempo.

READ  Johan Eske: È stato come vedere il cagnolino di un fratello

Albin Ekdal non era d’accordo con il capitano della nazionale.

– no non credo. Non esci in una partita e pensi di dover fare marcia indietro. Forse non abbiamo avuto la stessa crema nelle gambe e nei muscoli dell’ultima volta, pensavo fosse visibile nel primo tempo nelle situazioni, ma penso che nessuno abbia pensato ai cartellini gialli, dice Ekdal.

Dopo una promozione nel secondo tempo, la Svezia ha vinto la partita contro la Grecia e ha guidato il girone prima delle partite cruciali contro Georgia e Spagna,

– Quando abbiamo visto il gruppo che avevamo prima di iniziare, il primo o il secondo posto era ciò per cui avremmo dovuto lottare. Adesso è più o meno chiaro. Guidiamo il gruppo davanti a uno dei migliori paesi al mondo, quindi ci siamo posizionati molto bene. Se battiamo la Georgia, abbiamo tutto nelle nostre mani prima dell’ultima partita. La Spagna è una delle partite più difficili che si possano giocare, ma abbiamo fatto bene contro grandi nazioni in passato. Ci sentiamo bene come gruppo, ci sentiamo come se credessimo in noi stessi, dice Albin Ekdal.

Inserito:

Sportbladet – Allsvenskan

Iscriviti alla newsletter su Allsvenskan – record, rapporti, interviste, recensioni e valutazioni.