TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Vincitore di Duplantis alla prima all’aperto: interruzione di un salto di sei metri

Durante la primavera, lo stesso Armand Duplantes non era sotto la sedia perché è più in forma che mai – qualcosa a cui ha assistito alla prima infiltrazione all’aperto a Baton Rouge, in Louisiana, quando è saltato 5.90 con uno sforzo molto breve alla fine di aprile.

Ma quando è arrivato il momento della vera prima in terra europea, al Golden Spike nella fredda Ostrava, Mondo inizialmente ha avuto difficoltà a superare il bar, a un’altitudine rara.

Non so cosa fosse, ma non ero soddisfatto dell’approccio. Mi sentivo lento e semplicemente non funzionavo bene. Dopo la festa ha detto che prima correvo benissimo, quindi dovrebbe essere tranquillo, ma non oggi.

Duplantis ha iniziato con La demolizione è avvenuta alle altezze di ingresso di 5,50 e 5,70 mentre l’americano Sam Kendricks – il campione del mondo che dovrebbe presentare la più forte opposizione nella lotta per la medaglia d’oro olimpica a Tokyo alla fine dell’estate – era pulito alla stessa altezza.

Successivamente, Duplantis ha scelto di stare sopra 5,85, che si è rivelata una mossa di successo. Lo svedese americano è riuscito a 5.90 al primo tentativo, prendendo così il comando di Kendricks che è rimasto a 5.85 e allo stesso tempo ha ottenuto la sua 23esima vittoria consecutiva nel salto con l’asta.

Non dirò di essere soddisfatto. Voglio fare di meglio e so che c’è spazio per migliorare.

Le condizioni di salto non erano ideali oggi. L’obiettivo più grande era vincere e sono riuscito a raggiungerlo.

“Mondo” ha strappato più tardi A 5,95 ha salvato 2 salti a 6,00, ma senza alcun tentativo riuscito. Al primo salto si ferma a metà in aria e al secondo si ferma ancor prima di raggiungere il salto con l’asta.

READ  Ecco come TV6 e Viaplay trasmettono la band svedese

Duplantis, che detiene il record mondiale di 6.18 indoor e l’anno scorso ha battuto il salto all’aperto più alto della storia a 6.15, annuì, sconvolto e ringraziando se stesso.

– Non sono ferito o altro. Ma il mio approccio non era buono e sentivo che non avrebbe funzionato.

5.90 Ancora alto – Abbiamo iniziato a coccolarci?

– HHHH Sì. “Questo è certo”, dice Mondo, che si aspetta vette ancora più alte quando gareggerà di nuovo domenica a Gateshead in Gran Bretagna.

– Credo di si. Mi sento calmo al riguardo.

Nel caso della Svezia La serata di festa è iniziata ad Ostrava con il talento del corridore 19enne Emil Milan de la Oliva, finendo nono nei 10.000 metri nel suo modesto tempo di 29.25.76, a circa un minuto dal suo record personale.

Wictor Petersson pronto per le riprese delle Olimpiadi era in movimento e ha iniziato bene la stagione. Il 23enne è arrivato terzo con 20,90 metri ed era quindi a soli quattro centimetri dal suo record personale all’aperto.

Terzo posto meritevole anche per Lovisa Lind che ha corso gli 800m a 2.01.10, poco più di due secondi più lento del suo record personale.

Leggi di più:

Duplantis: “E ‘stato totalmente folle, sei stato gettato in aria”

READ  Rabbia dopo il mal di pancia in Germania: “Peccato

Duplants alle Olimpiadi: cercare di pensare positivo e sbarazzarsene