TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Scontri a Bruxelles dopo la vittoria del Marocco

depressione belga.  Jan Vertonghen, a destra, e Dries Mertens dopo la clamorosa sconfitta contro il Marocco.  La perdita ha portato a disordini a Bruxelles.
depressione belga. Jan Vertonghen, a destra, e Dries Mertens dopo la clamorosa sconfitta contro il Marocco. La perdita ha portato a disordini a Bruxelles.

La polizia ha dovuto usare cannoni ad acqua e gas lacrimogeni dopo un attacco da parte di tifosi di calcio a Bruxelles dopo la vittoria per 2-0 del Marocco ai Mondiali sul Belgio.

Le finestre sono state distrutte, i fuochi d’artificio sono stati accesi e le auto sono state date alle fiamme.

I disordini sono iniziati ancor prima del calcio d’inizio.

Quasi 100 agenti di polizia sono stati mobilitati, ai residenti è stato detto di stare lontano dalla zona, le stazioni della metropolitana sono state chiuse e le strade bloccate per impedire la diffusione della violenza.

Il sindaco di Bruxelles, Philippe Close, ha condannato gli eventi sui social media. E ha aggiunto: “Condanno fermamente gli incidenti avvenuti questo pomeriggio. La polizia è già intervenuta con decisione e sconsiglio ai tifosi di venire in questura… Ho chiesto alla polizia di arrestare tutti i facinorosi”.

Un totale di 11 persone sono state arrestate e una persona è rimasta in detenzione.

Il Belgio ha circa 500.000 persone di origine marocchina.

Anche in altre parti del Belgio ci sono stati disordini ea Liegi circa 50 persone hanno attaccato una stazione di polizia. La polizia ha risposto con cannoni ad acqua.

READ  I manifestanti lasciano le strade dell'Ecuador