TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Scendere di nuovo richiede molto lavoro” – Ostrobothnia – svenska.yle.fi

Con il tasso di infezione più basso in tutta Europa, la situazione è peggiorata rapidamente nell’Ostropotnia centrale. Ti svegli velocemente e scendere di nuovo richiede molto lavoro, dice Peter Nieminen, capo medico presso Vaasa Healthcare.

Nieminen sta seguendo da vicino la situazione nella vicina provincia di Central Ostropothnia, che nel fine settimana ha raggiunto un tasso di contagio di 130.

Ecco com’è facile, dice Peter Nieminen. Siamo stati nella stessa posizione, calmi, scoppiettanti, dice Nieminen.

Lo scorso autunno e questo inverno, il distretto sanitario di Vaasa ha vissuto periodi con numeri simili ora all’interno del comune sanitario di Soite.

Nieminen osserva che scendere di nuovo richiede molto tempo e molto lavoro. Il fatto che le persone aderiscano a restrizioni e raccomandazioni è fondamentale.

Questo potrebbe essere un buon promemoria del fatto che non avevamo inutilmente forti raccomandazioni. Si può solo immaginare quante occasioni simili siano state evitate.

Il fatto che il distretto sanitario di Vaasa sia sceso a un tasso di infezione di 15 è positivo, dice Nieminen, anche se ovviamente è dovuto scendere a zero.

Abbiamo pochissimi virus qui e per lo più i nuovi casi sono quelli che provengono dall’esterno dell’Ostropotnia.

Buon supporto per la vaccinazione

La scorsa settimana, anche la città di Vaasa ha aperto le vaccinazioni per i quarantenni. Questo perché il gruppo di età di cui sopra, cioè 50 anni o più, non era molto attivo nella programmazione di una vaccinazione, quindi c’era capacità.

– Non c’è ancora nessuna eruzione diretta, dice Nieminen. Inoltre, quando prendi la tua prima dose, ti impegni anche a tornare per la seconda dose alla data programmata, che è qualcosa che Nieminen potrebbe sospettare stia influenzando la decisione per alcuni.

READ  La flora intestinale entra dopo il parto cesareo

Peter Nieminen dice ancora che il supporto vaccinale è molto buono. Più del 90 per cento degli anziani è vaccinato.

Ora vale che anche i gruppi di età più giovani raggiungono gli stessi numeri.