TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sarr e Wålemark sulla vita professionale nei Paesi Bassi

Helsingborg. Il 4-3-3 con un terzetto offensivo dei Paesi Bassi porterà la Svezia nel girone degli Europei Under 21.

Stasera la Svezia ha vinto o perso nella fase finale contro l’Italia ad Olympia.

Giocatori che hanno i vantaggi che abbiamo in campionato, dice Amine Sar, giocatore della nazionale under 21 e centrocampista dell’Heerenveen.

Janne Andersson offre un nuovo modo di giocare in nazionale con molta attenzione.

Nella nazionale under 21 ha giocato tutto l’anno 4-3-3.

– Perché si adatta molto bene al materiale del giocatore. “Abbiamo molto talento all’interno dei nostri centrocampisti, e questo si adatta anche ai nostri attaccanti”, afferma Andreas Petersson, capitano ad interim della nazionale, che è stato assistente di Jens Gustavsson.

– Jan e Peter hanno ascoltato un po’ le nostre esperienze e il modo in cui pensavamo, dice Peterson.

I giocatori Under 21 che in futuro avanzeranno alla nazionale maggiore avranno un’esperienza 4-3-3 nell’ambiente della squadra nazionale.

Stasera a Helsingborg, in Svezia, che attualmente è terza nel girone, giocherà la partita vinta o persa contro l’Italia nel Gruppo X. La Svezia deve vincere quest’ultima partita del girone per poi attendere il risultato tra le italiane e l’Irlanda seconda del girone martedì. Ci deve essere un vincitore tra Italia e Irlanda perché la Svezia sia prima (e vada direttamente alla Commissione Europea in Romania e Georgia l’anno prossimo) o seconda (e vada ai playoff).

– Ci sono buone possibilità. L’Italia probabilmente non verrà con la stessa squadra che abbiamo incontrato l’ultima volta perché alcuni giocatori sono stati promossi in prima nazionale. Quindi forse hanno una squadra leggermente più debole. Ma è una squadra qualificata. Anche se siamo anche esperti, dice Amin Sarcentrato sul 4–3–3 dell’U21.

READ  Questi sono gli oligarchi russi che consegnano miliardi in Svezia

Sarr è diventato subito un giocatore chiave

La Svezia potrebbe avere un trio d’attacco dell’Eredivisie, da destra, Patrick Wahlmark (Feyenoord), Sarr (Heerenveen) e Paulus Abraham (Groningen).

Dispositivo aereo È sempre stata una destinazione popolare per i giocatori dell’Allsvenska, ma la scorsa stagione gli svedesi ne hanno contati più di nove: 16 (il massimo storico è 17 dal 2012/2013), rispetto ai sette di appena tre anni fa.

– È la lega che è una mossa ragionevole da Allsvenskan. Ci sono stati molti svedesi nel corso degli anni e questo rende più facile l’acclimatamento. I club olandesi hanno una buona conoscenza dell’Allsvenskan e penso che anche i club e gli agenti svedesi, che a loro volta hanno una buona conoscenza del campionato olandese, raccomandino ai loro giocatori di andarci, dice Andreas Petersson.

Patrick Walmarck (Fyenoord), Sarr (Heerenveen) e Paulus Abraham (Groningen).

Le cose sono andate molto velocemente lo scorso inverno, quando Amin Sarr è stato ceduto dal Malmö FF all’Heerenveen, dopo essere stato titolare all’Allsvenskan per sei mesi, in prestito al Mjällby durante l’autunno.

MFF, secondo i rapporti, ha ricevuto ben 24 milioni di dollari per Sarr. Lui stesso non ha mai esitato.

Ho giocato in Allsvenskan per sei mesi e ho fatto un buon lavoro e sentivo di volere una nuova sfida e giocare in un altro campionato con una qualità superiore in modo da poter avanzare in Europa.

La mossa sembra essere stata perfetta. Il 21enne è diventato titolare quasi immediatamente e ha segnato 5 gol in 13 partite di campionato questa primavera.

– È stato difficile rimettersi in forma quando sono arrivato lì senza un pre-stagione nel mio corpo e mi sono preso solo un mese di pausa. Ma quando ho ripreso la fisica, si è rivelato abbastanza buono.

Nell’ottavo campionato, è stato raggiunto da un altro giocatore della nazionale under 21: il centrocampista Rami El-Hajj, che si era già trasferito lì quando era giovane quando era a Valkenburg.

– È un’ottima mossa. I giocatori con noi quattro (nella squadra Under 21) entrano a pieno titolo nel campionato. Se sei abile individualmente, questa è una buona mossa, dice Sarr.

I giocatori hanno una buona tecnica e un ritmo elevato. Queste sono buone superfici su cui i giocatori offensivi possono camminare poiché tutte le squadre vogliono andare avanti.

L’Heerenveen è un classico club svedese, notato da Sarr.

Quali sono le cose di cui parli di più? Quali sono i più popolari?

– Marco Albach. e Afonso Alves (sebbene sia ottoni, ma ha suonato diversi anni in Urgret e Malmö FF).

“I fan sono completamente pazzi”

Patrick Walmarck ha lasciato Haken per il Feyenoord lo scorso inverno.

L’Olanda è un grande passo. Non è il livello più alto, ma è un buon passaggio intermedio e un’alta qualità nella maggior parte delle squadre. Wallamark dice che è un campionato in crescita.

Sarr ha avuto più difficoltà ad assicurarsi un posto in Olanda nel terzo campionato, il Feyenoord, ma non si è pentito della sua scelta.

READ  L'Italia introduce requisiti per la trasmissione del COVID nei luoghi di lavoro

– Certo, vuoi sempre fare più partenze, ma è stata la fine della stagione e molte partite importanti, quindi è comprensibile che tu non cambi molto.

Patrick e Lemark (Fyenoord).

Il Feyenoord è andato alla finale di Europa League. Wålemark ha avuto una breve pausa nella sconfitta finale contro la Roma.

È stato triste non aver vinto l’oro, ma la strada con così tante grandi partite e nuove esperienze è stato un grande viaggio.

Il Feyenoord della città portuale di Rotterdam è spesso chiamato il “Club del popolo” nei Paesi Bassi e ha la leggendaria arena a De Kuip.

Che tipo di rapporto hai con le masse?

C’è una grande differenza nel calcio svedese. Sono completamente gratuiti. Per le strade sono ovunque. Il 95% dei residenti della città sono fan del Feyenoord. Affrontare De Kuip la prima volta è stata una cosa forte, dice Wålemark.