TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ricercatore: Sei paralizzato durante alcune parti del sonno

REM – disturbo del comportamento del sonno – può essere pericoloso

“Le persone con disturbi del sonno REM sperimentano interruzioni nella paralisi muscolare, il che significa che durante i sogni violenti possono compiere azioni aggressive senza nemmeno rendersene conto.”

“La persona colpita non ricorda questi movimenti, ma per le persone a lui vicine possono sentirsi molto violenti e spiacevoli”, continua Ajmal Nahimi.

Se si verifica una violenta esplosione durante la fase REM, non è intenzionale.

Il rapido movimento degli occhi è associato ad un aumentato rischio di malattia di Parkinson

Negli ultimi anni sono stati scoperti problemi con il movimento rapido degli occhi Comune nei pazienti con Parkinson. È stato inoltre osservato che uno squilibrio nel sonno REM comporta un aumento del rischio di demenza.

Si tratta di un grave disturbo del sonno e potrebbe spiegare perché molti pazienti affetti da Parkinson lamentano risvegli notturni e mancanza di sonno.

“Il disturbo REM può significare un aumento significativo del rischio di sviluppare la malattia di Parkinson entro cinque-quindici anni. Per noi ricercatori vediamo l'opportunità di studiare questa malattia in una fase molto precoce, in modo da poter offrire in futuro trattamenti più efficaci. in una fase precedente”.

È importante determinare la diagnosi perché la condizione è curabile. La maggior parte dei pazienti guarisce dai sintomi se trattata con clonazepam.

La speranza è che meno persone soffrano del morbo di Parkinson.

Gli animali entrano nella fase REM anche durante il sonno
Gli animali entrano nella fase REM anche durante il sonno, come si può osservare dai movimenti più rapidi intorno agli occhi. (Immagine: Pexels)

Ciò accade nel cervello durante il sonno normale

Il ciclo del sonno può essere suddiviso in sessioni da 90 minuti ed è composto dalle fasi N1-N2-N3 e dal sonno REM (sonno REM).

READ  Lo spreco alimentare sulle strade rappresenta un rischio per la diffusione della peste suina -

Il cervello entra per la prima volta nella fase del sonno N1. Qui c'è un movimento lento degli occhi e una leggera attività nei muscoli del corpo.

Dopo ogni ciclo di sonno completato, il corpo ritorna brevemente allo stadio N1 per riorientarsi e muoversi un po’.

Durante la fase N2, nel talamo vengono generate attività a onde corte, dove tutti gli input sensoriali provenienti dal corpo vengono trasmessi e quindi comunicati a diverse parti della corteccia cerebrale.

Il talamo garantisce che le impressioni esterne non disturbino il sonno. In questa fase vengono elaborate le nuove impressioni ed esperienze ricevute dal cervello durante la giornata.

Quindi inizia la fase N3. Questo è il momento in cui dormiamo profondamente e facciamo fatica a svegliarci.

“Il famoso ricercatore americano del sonno Matteo Walker “Lo stadio N3 è come un cavo USB che sposta i ricordi nuovi e vulnerabili in un luogo più sicuro”, afferma Ajmal Nahimi.

La fase REM è l'ultima fase e ha dimostrato di essere essenziale per un sonno equilibrato.

Leggi di più da News55: la nostra newsletter è gratuita: