TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Registrazione della ricerca sulla base delle cartelle cliniche nazionali

Registrazione della ricerca sulla base delle cartelle cliniche nazionali

I ricercatori medici hanno iniziato sempre più a discutere su cosa si può fare per garantire che la ricerca raggiunga un livello più elevato di risultati clinicamente utili che siano resistenti ai bias [1-4]. Come misure sono state suggerite una progettazione più solida dello studio e una rendicontazione trasparente, ad esempio attraverso la preregistrazione. Pre-registrazione significa che la prevista realizzazione dello studio viene registrata in un archivio pubblico prima dell'inizio del reclutamento o prima che i ricercatori accedano ai dati (fatto 1), preferibilmente con un piano di analisi statistica temporale e bloccato alle modifiche. La mancanza di registrazione preventiva lascia più spazio a distorsioni dovute a rapporti di analisi selettivi e errori di pubblicazione [4-6].

Le cartelle cliniche nella regione nordica sono dati molto preziosi per la ricerca [7]. Punti di forza teorici e limiti della ricerca basata sui registri [7-10] E altre fonti di dati sanitari [11, 12] Questo è già stato discusso in precedenza, ma senza essere indagato sperimentalmente. Questo studio di meta-ricerca mira a valutare sistematicamente la frequenza con cui gli studi osservazionali relativi alla salute basati sui registri svedesi vengono registrati prima dell'inizio (pre-registrati) e dispongono di un piano di analisi statistica pubblicato.

strada

Abbiamo cercato sistematicamente su Pubmed gli studi svedesi basati sulla registrazione pubblicati nel periodo 2010-2022 e selezionato casualmente 750/16.806 risultati nel software statistico R. Articoli che non contenevano risultati relativi alla salute con misure quantitative di esito (ad esempio incidenza, prevalenza o alcuni tipi di misurazione dell'impatto; vedere l'Appendice 1 tramite Open Science Framework, osf.io/9pmdr/ escluso). Abbiamo estratto informazioni dagli articoli riguardanti la registrazione dello studio (prima o dopo l'inizio dello studio) e fornito il piano di analisi statistica. Per questi ultimi sono stati ricercati sia elenchi di riferimenti che potenziali documenti di studio.

risultati

Dei 750 articoli basati sul registro selezionati casualmente dal 2010 al 2022, sono stati esclusi 377 articoli che non soddisfacevano i nostri criteri di selezione (Appendice 2, osf.io/9pmdr/). Dei 373 studi osservazionali, solo 6 (1,6%) sono stati registrati, di cui 2 registrati prima dell'inizio dello studio (2 preregistrati; 0,5%). Questi due studi sono stati gli unici a pubblicare il loro piano di analisi statistica. La stragrande maggioranza degli studi (304/373) ha testato statisticamente qualche tipo di relazione, mentre il resto era principalmente descrittivo. Degli studi di associazione, 69/304 hanno valutato alcuni tipi di intervento (ad esempio, terapia farmacologica o procedure chirurgiche). I due studi preregistrati con un piano di analisi combinato hanno valutato i trattamenti farmacologici.

READ  Il rischio che i bambini si ammalino aumenta con l'aumento della temperatura

discussione

Abbiamo scoperto che pochissimi (meno del 2%) degli studi osservazionali basati su registri sono stati registrati pubblicamente, il che è coerente con un’altra revisione sistematica [13]. La preregistrazione combatte i bias di pubblicazione dichiarando l’esistenza degli studi indipendentemente dai loro risultati. Per gli studi non correlati alla valutazione del trattamento (ad esempio, studi sui fattori di rischio per le malattie), i finanziatori, gli editori o altre parti interessate attualmente non richiedono la registrazione dello studio. Tuttavia, lo scopo della pre-registrazione è altrettanto importante per gli studi sui fattori di rischio, nonostante la mancanza di regolamentazione, poiché errori di pubblicazione e reporting selettivo possono distorcere i risultati anche per queste associazioni.

La mancanza di registrazione degli studi osservazionali è un problema particolare perché la parte del leone è stata la verifica delle ipotesi con test di significatività statistica. I materiali di registrazione consentono una grande flessibilità nelle scelte del metodo (ad esempio, come selezionare il campione, codificare le variabili, scegliere le variabili di aggiustamento), il che può portare a grandi differenze nei risultati [14-16]. Il valore inferenziale della letteratura è limitato quando non vi è alcuna garanzia che i risultati non siano stati selezionati con cura [4, 5]. Anche scelte di analisi apparentemente banali possono introdurre distorsioni se sono influenzate dall’aspetto dei dati [3]. Una forma rigorosa di preregistrazione che include un piano di analisi statistica è un modo per mantenere il ricercatore sulla parola data (in modo da contrastare l’inflazione degli errori di tipo I), come osservato nello 0,5% degli studi del nostro campione . Non è sufficiente indovinare in anticipo il risultato [17], semplicemente per formulare un'ipotesi senza un piano di analisi accompagnatorio o per descrivere brevemente il materiale disponibile, come nel cosiddetto profilo di gruppo. Per garantire che venga mantenuto un basso livello di falsi positivi, l'analisi deve essere eseguita in modo sufficientemente dettagliato [18, 19]. Questo può essere un compito arduo se i modelli statistici vengono utilizzati come sostituti della randomizzazione.

READ  Empagliflozin è approvato dall'Unione Europea per il trattamento dell'insufficienza cardiaca

Il fatto che gli studi osservazionali sperimentali manchino in gran parte di un piano di analisi preregistrato non è limitato né alla Svezia né alla ricerca basata sulla registrazione (ad es. [20-23]), ma ciò non dà motivo di ignorare il problema [24, 25]. I forum per la registrazione degli studi osservazionali includono l’Open Science Framework (www.osf.io), dove sono disponibili materiali e modelli didattici. Gli studi osservazionali possono anche essere registrati su clinictrials.gov, ma il formato non è stato modificato in modo specifico. Uno studio correlazionale recentemente pubblicato basato su un registro delle gravidanze ha utilizzato un piano di analisi preregistrato [26]. La progettazione del piano di analisi è facilitata da informazioni dettagliate sulle variabili del registro di carico, disponibili per la maggior parte dei registri. Si precisa che la pre-registrazione non ha lo scopo di limitare le analisi esplorative né di impedire necessarie integrazioni, che potranno essere riportate in modo trasparente nella pubblicazione finale. [26].

Nelle questioni in cui gli studi randomizzati sono difficili da implementare, gli studi di coorte rappresentativi possono essere un importante complemento e i registri nordici hanno chiari punti di forza [7-10]. I registri nazionali sono stati recentemente una preziosa fonte di informazioni rapide su vari aspetti epidemiologici della pandemia di COVID-19 e sulle campagne di vaccinazione associate. Gli studi osservazionali possono anche essere indispensabili per studiare i danni derivanti dall’esposizione e dagli interventi. Tuttavia, uno studio precedente ha rilevato che la domanda di ricerca negli studi osservazionali basati su dati sanitari viene raramente scelta per integrare studi randomizzati [27].

Il nostro metodo presenta diverse limitazioni. Gli studi basati su registri che non menzionano la fonte dei dati nell'abstract o nel titolo potrebbero non essere stati rilevati nella nostra ricerca sistematica. Linee guida per la rendicontazione relative agli studi basati su registri (record e di routine) [28, 29] Si inserisce comunque come primo punto l'indicazione del nome del documento e della sua provenienza geografica nel titolo o nell'abstract. Se gli studi che non seguono questo principio hanno una rendicontazione meno completa anche in altri aspetti, il nostro campione potrebbe rappresentare studi di registro particolarmente ben segnalati. Gli studi potrebbero essere stati riportati senza menzionarlo nell'articolo, sebbene ciò vanifichi parte dello scopo (comunicare un resoconto accurato). È probabile che molti studi seguano un piano di analisi statistica predefinito (che, ad esempio, viene caricato nei registri elettronici prima dell'elaborazione dei dati), anche se non vengono resi pubblici. Rendere questi piani disponibili al pubblico sarebbe una gradita aggiunta alla trasparenza. Sebbene si possa presumere che gli epidemiologi utilizzino le pratiche raccomandate, l’enorme surplus di letteratura medica indica risultati statisticamente significativi. [3, 30] I dati osservati possono influenzare le analisi in misura maggiore di quanto riportato.

READ  Sono a maggior rischio di contrarre il virus a lungo termine

La ricerca basata sui registri di fattori di rischio individuali selezionati è attualmente dominata da studi basati su ipotesi. Un modello di questo tipo è vulnerabile ai bias di reporting in una cultura editoriale in cui ricercatori e riviste sono interessati a risultati specifici. Nella maggior parte dei casi, l'interesse è rivolto a risultati statisticamente significativi, ma i dati del registro vengono utilizzati anche per convalidare i risultati precedentemente riportati. Quindi il pregiudizio può talvolta funzionare nella direzione opposta per confutare un'associazione precedentemente affermata, ad esempio nell'epidemiologia della droga [13]. Alcuni rami dell’epidemiologia hanno adottato metodi per esaminare sistematicamente l’intero insieme di variabili di esposizione o di risultato e presentare tutti i risultati [31-33]. Tali analisi agnostiche (non basate su ipotesi) possono servire a generare ipotesi e contrastare i bias di segnalazione all’interno del settore. Conosciamo due identiche monografie innovative a livello di farmacopea, basate sul registro dei farmaci [14, 34]. Oltre ad alcuni altri metodi per aumentare il controllo degli errori, come la triangolazione delle analisi in campioni separati [35] E altri metodi di verifica [14]non sono ancora comuni nella ricerca sui registri [13]. Cautela e accortezza contro i “meta-bias” che emergono dalle procedure di analisi e reporting [36] Potrebbe rafforzare la ricerca svedese basata sui dati.

Menzionato: Questo lavoro è stato finanziato da una borsa di studio post-dottorato della Fondazione Knut e Alice Wallenberg (C. Axfors).

Possibili connessioni o relazioni gelose: nessuna menzionata.

Giornale medico. 2024;121:23087

Giornale Medico 15-16/2024

Lakartidningen.se