TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ecco come dovresti ridurre il rischio di diabete – Nuovo studio di ricerca alla ricerca di partecipanti – Sydsvenskan

Ecco come dovresti ridurre il rischio di diabete – Nuovo studio di ricerca alla ricerca di partecipanti – Sydsvenskan

Uno studio presso l’Università di Lund testerà un nuovo farmaco per eliminare il grasso nel fegato. Il risultato può ridurre il rischio di diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e malattie del fegato.

Il professor Ole Melander sta ora cercando altri partecipanti allo studio.

connessione

Generazioni fa, le persone che potevano immagazzinare grasso nel fegato avevano maggiori possibilità di sopravvivere a periodi di carestia, afferma Ole Melander, professore e primario di medicina interna allo Skane University Hospital.

– È un meccanismo di sopravvivenza genetica per poter conservare il grasso nel fegato. Questo grasso è l'ultima cosa che consumi, quindi quando tutti morirono di fame, sopravvissero coloro che erano in grado di immagazzinare grasso nel fegato in misura maggiore. Questo gene si è arricchito nel corso dei secoli come meccanismo protettivo contro la fame.

Apri l'immagine in modalità schermo intero

Immagine: Kali9

Tuttavia, nell’era moderna in cui viviamo oggi in Svezia, questo è diventato un grosso problema. Qui abbiamo la fortuna che il rischio di morire di fame è molto basso e molti addirittura mangiano calorie molto elevate e consumano pochissime calorie. Ciò ha portato in gran parte della popolazione all’accumulo di grasso nel fegato, che si è invece rivelato un fattore di rischio per il diabete di tipo 2, le malattie cardiovascolari e le malattie del fegato.

Lo studio che verrà condotto ora si basa su un trattamento sviluppato attraverso ricerche precedenti ed è finanziato, tra gli altri, dal Consiglio europeo della ricerca.

– Ci sono diversi motivi che portano all'accumulo di grasso nel fegato, e il motivo più comune è quello che stiamo cercando di attaccare qui: cioè che c'è una grande quantità di produzione di un ormone intestinale chiamato neurotensina. Viene rilasciato quando si mangia e spinge il grasso dal cibo nel fegato, spiega Uli Melander.

Apri l'immagine in modalità schermo intero

Immagine: tè freddo

Terapia farmacologica o trattamento di controllo

La metà dei partecipanti allo studio verrà trattata con il farmaco orlistat, che blocca l'assorbimento dei grassi dall'intestino e riduce la produzione di neurotensina. L'altra metà riceve un trattamento di controllo, il che significa che ricevono un elenco di cambiamenti nello stile di vita che vengono monitorati per vedere come influenzano la quantità di grasso nel fegato. In questo studio, nessuno riceverà un placebo e tutti i partecipanti sapranno se stanno ricevendo il farmaco o se fanno parte del gruppo di controllo.

Apri l'immagine in modalità schermo intero

Foto: Ksenia Ovchennikova

Quando il flusso di grasso al fegato viene interrotto, i ricercatori sperano che la lipolisi inizi nel fegato. Dopo 24 settimane di studio, entrambi i gruppi verranno esaminati e confrontati per vedere quanto sia efficace il farmaco rispetto al solo cambiamento dello stile di vita.

– In alcuni casi, i cambiamenti nello stile di vita sono sufficienti, ma spesso è necessario l'aiuto dei farmaci per eliminare il grasso, afferma Ole Melander.

I partecipanti che Ole Melander e colleghi stanno cercando devono avere tra i 20 e i 65 anni ed essere obesi, cioè un indice di massa corporea superiore a 30. Non ci sono ostacoli alla partecipazione se hai il diabete di tipo 2, purché tu sia non ricevere un trattamento con insulina.

connessione

Sei interessato a partecipare allo studio? Registra il tuo interesse qui:
Tel: 040-33 72 52
E-mail: [email protected]

fatti

Per poter partecipare allo studio è necessario avere:

*Obesità, ovvero il tuo indice di massa corporea è superiore a 30 kg/m2
*Età 20-65 anni

Non puoi partecipare allo studio se hai:

* Ipotiroidismo
* Epilessia
*Malattia infiammatoria intestinale
*Stimolatore cardiaco
*Bere più di otto bevande alcoliche standard a settimana

Orlistat viene assunto sotto forma di capsule tre volte al giorno con colazione, pranzo e cena per 24 settimane. Durante il periodo di studio avrai qualche contatto telefonico e alcune visite cliniche con il gruppo di ricerca.

READ  Conversazione sana: un seme per il cambiamento