TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Recensione del film: “Gotha Channel: vinci o fallisci”

Quarant’anni dopo il primo film, “Gotha Kanal” è ancora considerato un ottimo set di quella che è stata definita un'”ampia commedia familiare svedese”. “Gotha Canal – O Wem Trot Propano?” Dopo il successo generale di , sono arrivati ​​due sequel. Ora arriva il terzo.

Non è la mafia italiana o una multinazionale araba che questa volta minaccia il piccolo cantiere di Anderson. Invece, è una disputa di divorzio che si trasforma in una barca a motore in un viaggio attraverso il nastro blu. Altrimenti, i soliti, più prevedibili pregiudizi si affiancano alla serie di naufragi simili a Mentometri, chiuse cadute a mano e prove divertenti di carenza di abilità marinaresca.

Europafilm, che ha prodotto il primo film, ha avuto il tempo di andare in malora. John Carlson, Svante Grundberg e tutti gli attori famosi non sono più con noi. SF ha abbracciato l’idea e ha dato il debutto alla regia di Emma Molin, basato su una sceneggiatura di Rickard Ulfsummer. I due hanno già lavorato con “Grotesco”, ma a quanto pare possono mettere a punto la loro sofisticata commedia. L’ultimo risultato dello sceneggiatore è un tentativo fallito di far rivivere Åsa-Nisse, la quintessenza del bush svedese.

“Göta Channel – Successo o fallimento”.

Foto: SFstudios (copyright Anders Birkland)

Tuttavia, si applica qui Entrambe le donne del film assumono istinti competitivi e ingegno che devono essere modernizzati con moderazione, mentre gli uomini continuano a essere capi clan qualificati o chef romanticamente sognanti come i dolci Baker Mates di Thomas van Bromsen.

Come dovrebbe essere, l’amore vince. Come può essere diverso in un “quadro familiare ampio” in cui i bambini sono intelligenti e astuti, le donne sono pazienti e attente agli affari?

Petra (Eva Rose), con una disputa sul divorzio tra la materna Emil (Per Anderson) e il suo nuovo amore (Tylan Quinn), dobbiamo essere intrattenuti da vecchi incontinenti ed eccessivamente assetati di rose, scarpe da ginnastica stupide e riccioli stanchi . Guardie e poi, ciliegina sulla torta, incidenti catastrofici materiali vari.

Come dovrebbe essere, l’amore vince. Come può essere diverso in un “quadro familiare ampio” in cui i bambini sono intelligenti e astuti, le donne sono pazienti e attente agli affari?

“Gotha Channel: successo o fallimento”

Foto: SF Studios

Tuttavia, c’è solo una storia secondaria originale e memorabile in “Koda Kanal – Win or Fail”. Si tratta di due sorelle che sostituiscono la canoista capovolta di Svante Grundberg dei film precedenti. Una sorella è pigra e ama riposare soprattutto. L’altro è ragionevole e rispettoso, ma viene attirato da sua sorella durante la sua crociera di compleanno in una canoa economica ormeggiata in modo utile lungo il canale.

Sarà una storia interessante sul rapporto tra fratelli e sorelle. E più divertente di tutti gli altri problemi.

Guarda anche: Tre avventure veliche svedesi di diversi generi: “SOS – A Sail” (1988) “S/Y Glädjen” (1989) “Flotten” (2018)

Leggi di più da questo Recensioni di film TN e diversi testi di Eva af Geijerstam.

READ  Bar adatti a persone gay e artisti con diversi programmi bizzarri - QX