TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Qui, un paziente su quattro con coronavirus viene assistito da un ventilatore

Qui, un paziente su quattro con coronavirus viene assistito da un ventilatore

Nei giorni scorsi Kalmar ha lanciato l’allarme per la situazione sanitaria estremamente tesa. Giovedì, il medico per il controllo delle infezioni Lisa Lapi Sandelin ha annunciato che probabilmente imporrà restrizioni locali più severe nella contea in futuro a causa della situazione pericolosa, e venerdì l’accordo sulla crisi è andato al personale della clinica di anestesiologia e terapia intensiva a Länssjukhuset a Kalmar attraverso.

Abbiamo assistito a un periodo abbastanza lungo di diffusione massiccia dell’infezione e questo significa che il numero di pazienti ricoverati è gradualmente aumentato. Allo stesso tempo, abbiamo anche visto che il numero di persone che necessitano di cure intensive è aumentato notevolmente, spingendoci a richiedere e concedere l’accordo, afferma Johan Rosenkvist, Direttore della sanità e Medicare.

– Con l’accordo, vogliamo liberare risorse in modo da poter aprire ulteriori posti IVA, a seconda della situazione attuale. A causa dell’elevata prevalenza dell’infezione, c’è il rischio che persista per un po ‘e non possiamo fare affidamento su altre aree per poter ricevere i nostri pazienti.

10 pazienti ricoverati su 43 sono assistiti da un ventilatore

Secondo Johan Rosenqvist, Kalmar è stata colpita solo leggermente in precedenza durante la pandemia. Tuttavia, ha ora notato che un’alta percentuale di pazienti ricoverati necessita di cure intensive. Secondo gli ultimi dati, il 23% di tutti i pazienti ricoverati con coronavirus viene ora assistito in terapia intensiva su un ventilatore, più precisamente 10 su 43.

Prima non era così, ma ovviamente potrebbe essere una coincidenza. È difficile dirlo con certezza ora, non possiamo fare a meno di dirlo dopo.

Ma in termini di età, c’è stato un cambiamento in quelli trattati con COVID-19 in un ospedale di Kalmar. Il distretto è in prima linea nel programma di vaccinazione, Kalmar è stato il primo nella terza fase e ha vaccinato gran parte della popolazione anziana.

READ  Carenza di merci in Systembolaget una settimana prima di mezza estate

Vediamo che la fascia di età superiore agli 80 anni è diminuita dal 40% circa a circa gli otto ora. Quel gruppo è caduto con le vaccinazioni ed è quasi andato dall’ospedale ormai.

Ora vediamo la maggior parte tra i 40 e gli 80 anni, i 40-60 e i 60-80 sono i grandi gruppi. Non ci sono molti cuccioli giganti. Ma è anche, se un numero sufficiente di persone viene infettato, alcuni finiranno in ospedale.

“Starò meglio”

Ci vorranno altre poche settimane prima di vedere un effetto chiaro della vaccinazione, ha detto Johan Rosenkvist, Direttore della Salute e Medicare.

– Sappiamo che migliorerà. Adesso vediamo arrivare alcune settimane, forse un mese, con una situazione di tensione. Dopodiché, speriamo che le condizioni migliorino rapidamente.

Notizia precedente: Pleking inasprisce le restrizioni dopo lo scoppio

Blekinge ha rafforzato le restrizioni dopo un’epidemia