TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nathan Shahar: il grande gioco di scommesse di Hamas – Il veto di Gerusalemme

Almeno dieci persone sono state uccise in un bombardamento israeliano effettuato dalle forze della Mezzaluna Rossa palestinese durante la giornata da Gaza, tra cui un certo numero di bambini. Tra i morti c’erano due leader della Jihad islamica, Muhammad Abu Atta e Abdul Qadir al-Mamlouk.

Due donne israeliane sono state uccise e circa 90 persone sono rimaste ferite in un attacco missilistico contro la città di Ashkelon. L’aeronautica militare israeliana di solito lancia missili balistici palestinesi prima dell’atterraggio. Fonti militari israeliane affermano che attacchi diretti contro edifici residenziali ad Ashkelon indicano che Hamas ha sviluppato o importato missili con una traiettoria vicina al suolo che non può essere vista sul radar israeliano.

Adesso sta succedendo molto di più Questo è ciò a cui abbiamo assistito durante i ripetuti scontri tra Israele e il regime islamico nella Striscia di Gaza. Ma l’ultimo round contiene una notizia: Hamas tende ad avviare le ostilità contro Israele dopo le controversie direttamente legate alla Striscia di Gaza. Questa volta Hamas ha scelto di aprire il suo fronte contro Israele per ragioni completamente diverse.

Una settimana fa, quando il comandante militare di Hamas, Muhammad Deif, ha avvertito Israele di non inviare la polizia alle moschee del Monte del Tempio e di espellere i palestinesi nel quartiere di Sheikh Jarrah, la leadership israeliana l’ha ignorato. Non sembrava probabile che Hamas sarebbe intervenuto a Gaza in ciò che Israele stava facendo a Gerusalemme.

Ma Hamas ha reso la minaccia una realtà nonostante Israele abbia offerto alcune importanti concessioni lunedì. In primo luogo, quando agli ebrei è stato impedito di visitare il Monte del Tempio, poi quando ai nazionalisti estremi è stato impedito di tenere manifestazioni di bandiera nei quartieri islamici di Gerusalemme. Il giorno che è trascorso da quando sono stati lanciati i primi razzi contro Israele, sono stati lanciati circa 600 oggetti, la maggior parte ad Ashkelon e alle comunità più vicine a Gaza, ma molti a obiettivi più lontani, incluso un kibbutz vicino a Gerusalemme.

READ  Un diplomatico è sospettato di aver ucciso suo marito

Hamas lo sapeva La rappresaglia israeliana sarebbe costosa, sia in termini di vite umane che di distruzione. Perché hanno scelto di attaccare Israele mentre il paese sta attraversando una drammatica crisi politica?

Innanzitutto perché le immagini televisive della polizia israeliana – nei loro panni – che lanciano granate assordanti all’interno delle moschee di Gerusalemme hanno lasciato una profonda impressione su tutto il mondo islamico – e oltre. Hamas ha visto l’opportunità di creare un nuovo tipo di equilibrio terroristico con Israele, in cui Israele si sarebbe ritirato in futuro per disturbare lo status quo a Gerusalemme – in linea di principio per concedere ad Hamas il potere di veto su Gerusalemme.

Questa idea è estremamente spaventosa e disgustosa per i nazionalisti israeliani, e la violenta risposta israeliana mira a indurre Hamas ad abbandonare qualsiasi idea di tale veto.

Il dramma a Gerusalemme ha avuto altri effetti tangibili simili in molte altre aree. A Lod, Ramle, Beersheba e in molte città israeliane, durante la notte sono scoppiati disordini e molti ebrei erano sull’orlo di un’esecuzione extragiudiziale dopo che gli autori arabi li avevano strappati dalle loro auto, scene che non si erano verificate qui dal sanguinoso autunno. 2000.

Un altro risultato Quello che sta succedendo è che la formazione del governo israeliano, che lunedì stava per entrare in porto, è ora cessata. Il partito islamista “Raem”, che non può formare una coalizione senza il suo sostegno passivo, lunedì ha sospeso i colloqui con il previsto primo ministro Naftali Bennett. Il Tagammu Party è un partito gemello di Hamas e ha difficoltà a spiegare ai suoi elettori come tratta un nazionalista ebreo estremista come Bennett mentre Israele bombardava Gaza.

READ  Peter Lundgren lascia l'SD - diventa politicamente selvaggio nell'UE

È anche possibile che questo abbia influito anche sui calcoli di Hamas quando ha aperto il fuoco su Israele – lo storico riavvicinamento tra i partiti arabo ed ebraico in Israele negli ultimi mesi e le alleanze arabo-ebraiche pianificate alla Knesset, non fanno appello a Hamas.