TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I leader mondiali condannano l’escalation della violenza in Israele

Da quando la violenza è iniziata in Israele lunedì e si è intensificata martedì, un leader mondiale e un politico ha condannato la violenza e ha chiesto tensioni tra Israele e Hamas.


https://twitter.com/DominicRaab/status/1391815855839789057?s=20

Il ministro degli esteri britannico Dominic Raab Condannando gli attacchi missilistici su Gerusalemme e altrove in Israele, in una dichiarazione su Twitter, scrivendo che “c’è bisogno di una riduzione immediata delle dimensioni da tutte le parti e della cessazione degli attacchi mirati ai civili”.

Il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas Lo scrive su Twitter Ha aggiunto che “Israele ha il diritto di difendersi in questa situazione” e che “l’escalation della violenza non può essere tollerata o accettata”.

Jane Psaki, segretario stampa della Casa Bianca.

Foto: Nicholas Cam / AFP

Messaggio dalla Casa Bianca martedì È che Israele ha il diritto di difendersi dagli attacchi missilistici, ma allo stesso tempo ha sottolineato che Gerusalemme “dovrebbe essere un luogo di convivenza”.

Crediamo che palestinesi e israeliani meritino uguale libertà, sicurezza, dignità e successo. La portavoce della Casa Bianca Jane Psaki ha detto martedì sera che i funzionari statunitensi hanno parlato francamente con i funzionari israeliani nelle ultime settimane su come evacuare le famiglie palestinesi che hanno vissuto nelle loro case per decenni e che sono in conflitto con i nostri obiettivi comuni e la risoluzione di questo conflitto. Rapporti Reuters.

Indica gli imminenti sgomberi di famiglie palestinesi nell’area di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est, che sono visti come una scintilla per le recenti violenze in Israele.

Finora le Nazioni Unite sono aumentate Il Consiglio di Sicurezza non ha commentato la recente escalation in Israele. Secondo Reuters, citando fonti diplomatiche, il ritardo era dovuto alla convinzione degli Stati Uniti – uno degli Stati membri – che la dichiarazione potesse essere controproducente.

Secondo il portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric, il segretario generale Antonio Guterres è “estremamente preoccupato” per la violenza e “molto dispiaciuto per vedere l’aumento del numero di morti, compresi i bambini, dagli attacchi aerei israeliani su Gaza, e le morti israeliane che seguono gli attacchi missilistici su Gaza “.


https://twitter.com/TWennesland/status/1392218044433420291?s=20

Tor Winnisland, che funge da coordinatore delle Nazioni Unite per la pace in Medio Oriente, ha scritto su Twitter che l’escalation “è sulla strada per una guerra totale”.

Leggi di più:

Nathan Shahar: Quello che sta accadendo a Gerusalemme è un incubo per gli oppositori di Netanyahu

READ  Forte influenza cinese in Zambia - Studio One