TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Molti feriti, molti sono morti

Paese dopo Paese in Europa, i tassi di infezione sono più alti che mai e continuano a crescere.

Ora restrizioni più severe attendono il Natale.

– Tutti i pulsanti di allarme si illuminano in rosso, ha affermato il primo ministro belga Alexandre de Croo.

Il cancelliere tedesco uscente, Angela Merkel, dice che le morti quotidiane sono spaventose.

Mercoledì, il governo ha suggerito che la Svezia offra i permessi di vaccinazione nelle riunioni al chiuso dal 1 dicembre in preparazione per un alto livello di infezione che venga qui.

– Aumentano gli infortuni Europa. Il ministro degli affari sociali ha dichiarato: non l’abbiamo ancora visto in Svezia, ma non siamo isolati Lena Hallengren in una conferenza stampa.

E la cintura di contagio che ha virato in centro Europa nelle ultime settimane è aumentata. E diversi Paesi hanno annunciato, mercoledì, i numeri più alti per quanto riguarda il numero di contagi dall’inizio dell’epidemia.

In Germania ci sono attualmente 52.826 nuovi casi di coronavirus e 294 decessi.

Bilancia in piena forza

Nell’ultima settimana sono stati segnalati numerosi nuovi record giornalieri di infezione e la media su sette giorni è ora la più alta durante l’intera pandemia.

Il cancelliere uscente Angela Merkel ha parlato mercoledì in una conferenza con i sindaci tedeschi.

La quarta ondata sta colpendo il nostro Paese con tutta la sua forza. La Merkel ha affermato che le nuove infezioni quotidiane sono più alte che mai e le morti quotidiane sono spaventose.

Non è mai troppo tardi per iniziare a vaccinare. La via d’uscita dall’epidemia è che un numero sufficiente di persone venga vaccinato.

Circa il 68% dei tedeschi ha avuto l’iniezione, un numero basso rispetto alla maggior parte degli altri paesi dell’Europa occidentale.

Secondo una proposta su restrizioni più severe che i leader federali e statali discuteranno durante la riunione di giovedì, il covidpass potrebbe presto essere applicato ad autobus, treni e luoghi di lavoro, riporta Reuters.

Vogliono anche introdurre regole più severe per quanto riguarda le attività ricreative.

La cancelliera tedesca uscente Angela Merkel sta affrontando una nuova crisi del coronavirus: l’infezione si sta diffondendo di nuovo nel Paese e solo i due terzi della popolazione è vaccinata. A Osnapik risuonano le liste di attesa per le vaccinazioni. A Francoforte, un’infermiera aspetta rapidamente il prossimo test di gruppo.

Test veloci per gli ospiti alla porta

Il Belgio, duramente colpito dalla seconda ondata lo scorso inverno, è tornato quasi ai livelli di allora. La media giornaliera negli ultimi sette giorni è stata di poco più di 12.000 casi.

I requisiti per i paradenti vengono ora reintrodotti nei ristoranti e nei caffè. Le discoteche hanno bisogno di mettere rapidamente alla prova i loro ospiti alla porta se vogliono che evitino il paradenti sulla pista da ballo.

READ  Una lettera tenera può essere un modo per concludere la conversazione

Sono stati inoltre reintrodotti i requisiti per lavorare da casa. La maggior parte delle persone può essere sul posto di lavoro solo un giorno alla settimana per il mese successivo. Quindi offri due giorni a settimana in più.

– Tutti i pulsanti di allarme si illuminano in rosso. Tutti speravamo in un inverno senza coronavirus, ma il Belgio non è un’isola, afferma il primo ministro belga Alexandre de Croo.

In Austria, che ha una popolazione di quasi nove milioni, mercoledì sono stati segnalati 14.416 nuovi casi. Nell’ondata dello scorso inverno, quando sei andato in blocco totale nel paese, hai avuto un massimo di 9.586 casi.

Lunedì è iniziato in Austria il lockdown per coloro che finora avevano interrotto l’iniezione.

Il lockdown per le persone non vaccinate significa che non possono uscire di casa se non vanno al lavoro, non comprano cibo o non si sgranchiscono le gambe. Questo è esattamente ciò che tutti noi abbiamo dovuto affrontare nel 2020, ha dichiarato il cancelliere Alexander Schallenberg prima della decisione della scorsa settimana, definendo il tasso di vaccinazione del 65% del paese “vergognosamente basso”.

La grafica parla da sola: i punti rossi sono un segno che l’infezione da corona si sta diffondendo in questo momento.

La settimana peggiore in Olanda

In gran parte dell’Austria, l’assistenza sanitaria è sotto forte pressione e nello stato di Salisburgo i posti di terapia intensiva si stanno esaurendo.

Anche i Paesi Bassi sono nel mezzo di un’onda gigante. Per due giorni di fila, ogni giorno vengono segnalate più di 20.000 persone infette, numeri più alti che mai nella pandemia.

READ  Più di 500 americani con COVID-19 vanno in ospedale - ogni ora

La domanda di test è ora così grande che i test per il coronavirus stanno iniziando a esaurirsi nei Paesi Bassi.

Il numero di pazienti Covid negli ospedali sta aumentando in linea con i crescenti tassi di infezione. Gli interventi chirurgici e i trattamenti pianificati vengono eseguiti in diversi contesti per prendersi cura dei pazienti COVID-19.

La possibilità di introdurre passaporti Covid nelle attività interne è stata discussa in Parlamento, ma sulla questione le parti sono divise. Alcuni lo considerano discriminatorio nei confronti dei non vaccinati, mentre altri ritengono che sia essenziale per la salute pubblica.

L’assistenza sanitaria nei Paesi Bassi è sotto forte pressione. Per ridurre la pressione sulle unità di terapia intensiva del Paese, alcuni pazienti gravemente malati di COVID-19 vengono trasferiti in Germania. Ecco un tale trasporto: un elicottero che trasporterà il paziente all’ospedale universitario di Münster, in Germania.

La Repubblica Ceca sta attraversando il suo peggior periodo di infezione finora durante la pandemia. Mercoledì sono stati segnalati un record di 22.479 nuovi casi nel paese di dieci milioni di persone.

Da lunedì della prossima settimana solo le persone vaccinate potranno muoversi liberamente e partecipare agli eventi. Il Parlamento dovrebbe votare sulle restrizioni più severe giovedì.

“È come la guerra.” La camera mortuaria dell’ospedale universitario di emergenza di Bucarest è quasi piena. Qui, una vittima di COVID-19 viene deposta in una bara.

Avviso di compleanno molto triste

La Slovacchia ha anche registrato i più alti tassi di infezione durante l’intera pandemia mercoledì.

In Ungheria, mercoledì sono stati segnalati i tassi di infezione più alti dallo scorso inverno con 10.265 nuovi casi.

L’associazione medica del paese sta ora esortando il governo a introdurre requisiti di protezione orale negli ambienti chiusi e a chiudere i principali eventi. Ritengono inoltre che bar, cinema e teatri debbano essere presentati con un passaporto Covid.

“Dobbiamo rallentare il flusso di pazienti contagiati dal virus Covid-19 verso gli ospedali, altrimenti molte famiglie avranno un Natale molto triste”, hanno scritto i medici in una nota.

L’Ungheria con una popolazione di dieci milioni di persone finora ha 32.514 morti per COVID-19.

Nella stragrande maggioranza dei paesi, il tasso standard per il numero di casi segnalati, fortunatamente, non ha significato decessi agli stessi livelli. Un’importante eccezione è la Russia, che ha registrato il peggior numero di morti negli ultimi tempi. Mercoledì è stato stabilito un nuovo record oscuro con 1.247 morti.

Confermato il numero di feriti e morti nel mondo

Numeri internazionali della Johns Hopkins University, CSSE e numeri svedesi dell’Agenzia svedese per la sanità pubblica. La mappa viene aggiornata quotidianamente.

Inserito: