TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Martin Cragg: I riservisti hanno due opzioni: la morte o la reclusione

In un discorso televisivo alla nazione, il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato una mobilitazione generale parziale di circa 300.000 riservisti. Tuttavia, non è chiaro chi siano questi riservisti, afferma Martin Cragg.

– Non devono essere per forza ex reclute, ma potrebbe essere qualcos’altro. Non è chiaro, dice Aktuellt di SVT.

Ma l’obiettivo è fissato e le ambizioni sono alte, osserva Cragg. Ora rimane la grande domanda: come verranno raggiunti gli obiettivi?

A breve termine, sarà probabilmente molto difficile. Prima non avevi volontari e ora resta la frusta per costringere le persone a punizioni più dure, dice Martin Cragg.

Riserva i soldati a un bivio. O scelgono di rimanere in prigione in Russia o di morire sul campo di battaglia in Ucraina.

Molti possono scegliere la reclusione o altre opzioni come lasciare il paese, dice Cragg.

La mobilitazione inizierà già mercoledì, ma secondo Jan Hallengren, capo della ricerca presso il Foreign Policy Institute, passerà molto tempo prima che l’escalation abbia effetto.

– Probabilmente invieranno delle truppe per segnalare che sta succedendo qualcosa. Ma prima che diventi serio, queste forze devono essere addestrate e la capacità della Russia di portare grandi forze e consegnarle in varie località non è stata influenzata prima, ha affermato.

READ  Il villaggio è stato definito privo di virus, quindi le infezioni sono aumentate del 925%.