TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La cosa peggiore della guerra è che può essere compresa e spiegata

Alla fine di agosto, un soldato russo ha disertato dalla guerra di aggressione contro l’Ucraina, è fuggito in Francia e ha iniziato a rilasciare interviste ai media occidentali. Pavel Filativ Ha descritto in modo concreto e dettagliato le pessime condizioni dell’esercito russo.

I soldati possono avere il proprio equipaggiamento. Vengono nutriti con cibo avariato e forniti di vecchie armi rotte.

intruso Spettatore, è ovvio che questo tipo di intervista dovrebbe essere un vantaggio per l’Ucraina. Ma gli stessi ucraini non sono giunti a questa conclusione. Invece, erano arrabbiati. Diversi utenti ucraini di Twitter hanno accusato Filatyev di essere un criminale di guerra che ora cerca di espiare i suoi crimini.

“Un russo dal volto umano con cui noi occidentali possiamo finalmente simpatizzare”, ha scritto un romanziere di nome Anatoly Bondarenko in un commento sarcastico.


https://twitter.com/dvrnd/status/1564150470641434625

Bondarenko non era solo. Le reazioni ucraine su Twitter sono state molte, la maggioranza è stata chiaramente negativa. Filatiev è stato chiamato un progetto di propaganda russa. Un modo per fermare le restrizioni sui visti per i turisti russi facendo appello ai sentimenti dei paesi dell’UE. (Le restrizioni sui visti sono entrate in vigore poche settimane dopo.)

Quando il paese Quando vieni invaso ed esposto a crimini di guerra, l’ultima cosa che vuoi leggere sono i testi di cui ti rendi conto che il messaggio è: Guarda, ci sono anche dei bravi russi.

Ma lo scopo di intervistare persone come Filatif non è mostrare dei buoni russi. È normale copertura stampa. Io stesso ho intervistato molti oppositori russi della guerra – Jelena OsipovaE il Maxim ReznikE il Dmitrij Bayoga Ci sono chiare ragioni di stampa. In guerra è sempre importante raccogliere informazioni da tutte le direzioni possibili, non si tratta di ‘bilanciare’ si tratta di scoprire il più possibile.

READ  Un grande incendio è scoppiato in Canada - ha preso il controllo dell'intero villaggio in 15 minuti

Certo, queste persone coraggiose non rappresentano il popolo russo nel suo insieme. La resistenza alla guerra in Russia non è diffusa, Ciò che è diffuso è la negativitàvolendo guardare dall’altra parte.

Ma la minoranza che protesta spesso osa esprimere a parole ciò che le ferisce.

Nessuno dovrebbe quindi dire che non sa né capisce

Se mai C’era assolutamente un gruppo che non rappresentava il popolo, erano dissidenti sovietici. Erano in minoranza anche tra gli oppositori della guerra russa di oggi. Tuttavia, avevano un significato. Senza di essa, c’era poco da fare quando il sistema, lentamente e poi rapidamente, iniziò a crollare.

Non vi è alcuna indicazione che presto avremo manifestazioni contro la guerra nelle strade di Mosca, anzi. Ma allo stesso tempo, non vi è alcuna indicazione che il regime di Putin sia riuscito a suscitare un maggiore entusiasmo per la guerra.

Quando la Russia ha annesso la Crimea nel 2014, ha innescato un’ondata di euforia nella società russa. Ora le persone preferiscono non sapere nulla.

Non è un caso Molte delle persone che ho incontrato in Russia dicono di “non capire” cosa sta succedendo in Ucraina. In realtà, è tutto il contrario: capiscono intuitivamente che sta succedendo qualcosa di terribile e che il loro Paese è responsabile. Quindi è più facile mantenere il proprio equilibrio mentale una volta che si convince che la guerra è incomprensibile.

Ma la guerra è comprensibile. L’intervista, ad esempio, a Pavel Filatif fa parte di questo processo.

Proprio questo è il compito più importante dei giornalisti in guerra. Nessuno dovrebbe quindi dire che non sa né capisce. Pertanto, dovrebbero essere condotti tutti i tipi di interviste.

READ  Un buco nel tetto di una centrale nucleare

Politico nazionale: “Diventa sempre più difficile per i russi non avere un’opinione sulla guerra”