TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ludvika costruisce un interruttore verde

Il prossimo anno, Hitachi Power assumerà 1.000 dipendenti

Pagina di apertura di Aftonbladet È un socialdemocratico indipendente.

Il deviatore sta arrivando da Ludvika.
Il deviatore sta arrivando da Ludvika.

Ludvika

il 22 maggio Alle undici e mezza di sera, qualcuno si è ribaltato strano veicolo Attraverso i cancelli di Hitachi Power e proseguire sull’autostrada 50 attraverso Ludvika. Tutto in questa carrozza era gigantesco.

Il rimorchio, azionato da tre carro attrezzi, ha una lunghezza di 106 metri ed è diviso in due parti. Ogni parte contiene 16 mozzi ruota e 256 ruote. In totale, la carrozza pesava poco più di 700 tonnellate, la più pesante mai rotolata sulle strade svedesi.

Nella culla tra le due parti del trailer si è depositato il carico, uno dei trasformatori dell’impianto eolico che, una volta completato, avrà la capacità di gestire la stessa quantità di elettricità di tutta Stoccolma in una giornata fredda. Il solo trasformatore pesa 390 tonnellate. È troppo alto per essere trasportato su rotaia.

Capisco se è difficile da capire al di fuori della produzione svedese

Ero uno dei residenti di Ludvika che questo fine settimana guardava con curiosità e un po’ disorientato l’auto attraverso la recinzione intorno alla fabbrica. Il team ha detto qualcosa sull’essenza dell’intero resort.

Capisco se questo è difficile da capire al di fuori della produzione svedese.

“Penso che susciti un senso di orgoglio”, afferma Leif Peterson, un consigliere municipale di Ludvika che è stato anche uno di quelli che ha osservato il trasporto prima che si mettesse in strada.

– Da fuori sembra un’acciaieria, ma dentro c’è un’altra cosa, come dice lui della fabbrica che domina la città.

READ  In che modo la società affronta l'inflazione elevata?

Peterson lo sa. Ha iniziato gli studi industriali nel 1979. Tuttora lavora per Hitachi Power. Anno 43, osserva.

Il consiglio municipale di Ludvika ha persino organizzato trasferimenti simili. in India.

A parte le regioni polari, probabilmente ho visitato tutto il mondo, dice Peterson.

Tra l’85 e il 90 per cento della produzione viene esportato. Come noto a volte, quando vivi a Ludvika, Stoccolma a volte può sembrare un po’ rurale.

Segnaletica con logo Hitachis Energy appena installata. Per molti a Ludvika, è probabilmente naturale dire ABB. Per alcuni anche l’Asia. La produzione di apparecchiature e sistemi per la trasmissione di energia elettrica risale all’inizio del secolo scorso.

Oggi la Svezia e il mondo stanno affrontando una nuova trasformazione tecnologica

quindi fare acquisti Che elettrizzano l’industria mineraria. Oggi la Svezia e il mondo stanno affrontando una nuova trasformazione tecnologica. Il fabbisogno di energia elettrica raddoppierà nei prossimi 20 anni.

Tobias Hansson è il presidente svedese di Hitachi Energy.

– Il mercato sta bollendo lì. Questo è ciò che fanno tutti i paesi, afferma Tobias Hanson.

Dallo scorso inverno è country manager di Hitachi Energy in Svezia. L’azienda non produce turbine eoliche o celle solari, ma produce soluzioni per poter trasmettere energia elettrica ed elettricità dove serve. Grandi progetti e sistemi integrati. Vengono prodotti anche componenti. Trasformatori, interruttori, monitoraggio, accumulo di energia e protezione relè, ad es.

Inoltre, ci sono prodotti per garantire la qualità dell’elettricità. Diventa più importante quanto più energia eolica utilizziamo.

Di solito parliamo di lavorare con infrastrutture nascoste, dice Hanson.

Hitachi Energy a Ludvika e Västerås è leader mondiale in quello che fa.

READ  Rapporti ondeggianti di auto elettriche bloccate nella neve

Quando il parco eolico più grande del mondo viene costruito a Dogger’s Bank al di fuori della Gran Bretagna, la tecnologia per portare l’energia a terra arriva da Hitachi Energy e Ludvika.

Lo scopo del viaggio che iniziò quella sera di maggio era Tophasn a sud di Aunge. Qui, la società di rete Ellevio sta costruendo un impianto di rete che converte l’energia del più grande parco eolico della Svezia in elettricità ad alta tensione che può essere immessa nella rete.

trasformatori From Ludvika è un pezzo del puzzle nella trasformazione della nazione industrializzata della Svezia. Fabbriche di batterie a Skellefteå, Göteborg e Borlänge. Acciaio verde in Gulliver, Lolia, Bowden e Oxelosund. Produzione di cemento senza emissioni di CO2 a Gotland. E, naturalmente, la trasformazione dell’industria dei trasporti e dell’automobile verso il funzionamento elettrico.

C’è un denominatore comune. Tutte le nuove operazioni verdi dipendono dalla disponibilità di elettricità. Un prerequisito non sono solo le centrali elettriche ma anche, ad esempio, trasformatori come quelli di Tovåsen.

In molti modi, la Svezia ha buone condizioni per cambiare il nostro sistema energetico. Ci sono coste e montagne dove c’è vento. L’energia idroelettrica fornisce una base che la maggior parte dei paesi invidierebbe.

Non basta produrre energia elettrica

Ma non basta che si produca elettricità. La rete di trasmissione dell’energia è diventata un collo di bottiglia nel sistema elettrico, soprattutto perché la produzione di elettricità nella Svezia meridionale sta diminuendo con la realizzazione delle centrali nucleari. Questo inverno ha contribuito allo shock dei prezzi.

Gli striscioni esistenti sono stati sostituiti nella fabbrica di Ludvika.

Quella conoscenza Che è in Ludvika fa parte della soluzione. I sistemi costruttivi per la trasmissione di energia elettrica si basano sull’artigianalità e sulle soluzioni su misura. E sulla stretta collaborazione tra ricerca, costruzione e produzione.

READ  Sospette irregolarità mestruali dopo la vaccinazione contro il virus corona - Dagens Medicine

Efficienza ed esperienza nelle persone, afferma Tobias Hanson.

E quando tutti i paesi devono ripristinare i propri sistemi energetici, significa che sono necessarie molte più persone. Solo nel prossimo anno, si dice che l’azienda debba assumere circa 1.000 persone, la maggior parte delle quali a Ludvika.

Riguarda lo spettro, ma l’attenzione è rivolta alla produzione e alla costruzione, afferma Hanson.

Al momento, una delle sfide dell’azienda è trovare le persone giuste da assumere.

L’azienda lavora a stretto contatto con le scuole superiori e le università tecniche locali del paese. Ma per soddisfare il bisogno, la manodopera deve essere reclutata anche da altre parti del mondo.

Municipal Cultural School, la scuola più svedese esistente

La Municipal Culture School, la più svedese di tutte, racconta di genitori giapponesi e indiani che vogliono insegnare ai propri figli a suonare il violino o il pianoforte.

Alcune icone culturali sono universali.

Ludvika ha una tradizione industriale, ma non è facile trovare più di 800 persone in un comune di 26.600 abitanti. Imporrà richieste a Hitachi Power e al comune di Ludvika.

Ma richiede anche che politici, opinion leader e dibattiti inizino a parlare della produzione svedese come fonte di una transizione verde.