TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo studio conferma: un buon vaccino protegge contro Delta

Fatto: Deltavarianten

La variante delta del covid-19 è stata scoperta in India alla fine del 2020. Il virus era inizialmente noto come “variante indiana”, ma secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), questo potrebbe essere uno stigma, motivo per cui il virus organizzazione ha sviluppato nomi basati sull’alfabeto greco. Altre varianti sono alfa (britannico), beta (sudafricano) e gamma (brasiliano).

Dalla scoperta del deltavirus sono stati osservati anche sottogruppi, ma solo uno di essi (B.1.617.2) è stato classificato come virus di particolare interesse che può causare ulteriore infezione.

Secondo l’ECDC, l’autorità per il controllo delle infezioni dell’Unione europea, la variante delta è più contagiosa di altre varianti del virus. Questo potrebbe essere un aumento dell’infezione tra il 43 e il 90 percento.

Uno studio britannico ha dimostrato che i bambini e i giovani adulti (di età compresa tra 5 e 24 anni) hanno un tasso di infezione da virus cinque volte superiore rispetto alle persone di età superiore ai 65 anni. Le persone di età inferiore ai 50 anni hanno un rischio di infezione 2,5 volte maggiore rispetto a quelle di età superiore ai 65 anni.

Secondo uno studio scozzese pubblicato su The Lancet a metà giugno, la variante delta dà il doppio del rischio di aver bisogno di cure ospedaliere rispetto alla variante alfa. Le persone con una malattia di base hanno anche un rischio maggiore di ricovero in ospedale a causa della variante delta.

Ci si aspetta che i soggetti completamente vaccinati, con due dosi del vaccino, siano ben protetti contro la variante delta.

Tuttavia, uno studio britannico ha dimostrato che il vaccino Astra Zeneca e il vaccino Pfizer/Biontech hanno avuto un effetto limitato solo dopo la prima dose. La capacità di Pfizer di neutralizzare la variante delta è diminuita significativamente tra le quattro e le dieci settimane dopo la prima dose. Dopo dieci settimane, l’effetto è quasi scomparso. È quindi molto importante assumere la seconda dose nel minor tempo possibile.

READ  Avere freddo dopo un infarto non aumenta le possibilità di sopravvivenza

Secondo uno studio, l’immunità delle persone infette dal virus originale di Wuhan è quasi tre volte meno efficace contro la variante delta.