TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Jens Magnusson, Christina Nyman och Mattias Persson. om inflationen

L’inflazione non ha raggiunto il picco – Aspettatevi un aumento dei tassi ipotecari

I numeri di inflazione di martedì sono stati superiori alle attese. L’inflazione CPIF in Svezia è salita al 7,2% a maggio rispetto al 6,4% di aprile. La variazione mensile del CPIF da aprile a maggio è stata dell’1,0%. Il tasso di inflazione calcolato, esclusi i prodotti energetici, è stato del 5,4%, in aumento rispetto al 4,5% di aprile.

Swedbank Capo economista Mattia Persson crede che Riksbank Necessità di re-inflazione. Sottolinea che l’inflazione in Svezia è ampia e che non abbiamo ancora visto un picco.

“L’inflazione non ha ancora raggiunto il picco e i rischi sono ancora al rialzo. Per ora, penso che l’inflazione raggiungerà il picco in autunno. Ma fino al prossimo anno sarà a un livello elevato”, afferma.

Ritiene che l’inflazione sarà intorno al 6% alla fine del 2022. Nel 2023 l’inflazione diminuirà, ma sarà comunque al di sopra dell’obiettivo di inflazione della Riksbank.

Il tasso di inflazione della Svezia è il più alto degli ultimi 31 anni

anche Cristina Niemanncapo economista presso banche commercialiindica che i numeri dell’inflazione sono rientrati in un intervallo più ampio e più alto del previsto.

Diversi risultati a cascata che aumentano più del previsto danno un quadro chiaro delle forti pressioni sui prezzi ora. Il Riksbank Business Study, pubblicato oggi, conferma il quadro secondo cui le aziende raccolgono di più e spesso di più del normale.

Cosa ne pensi di come sarà l’inflazione per il resto dell’anno?

“Continuerà a crescere. Prevediamo che il KPF esclusa l’energia supererà il 6% entro la fine dell’anno. Questo quadro supporta i piani dei prezzi più elevati nei sondaggi del National Institute for Economic Research e i prezzi alla produzione più elevati”.

READ  Critica che H&M non garantisca il rinnovo dell'accordo di sicurezza per gli stabilimenti tessili del Bangladesh

SEB: s capo economista Jens Magnuson Ritiene, d’altra parte, che i dati sull’inflazione di oggi, anche se superano le aspettative, avrebbero potuto essere più sorprendenti

“[Det fanns] In preparazione per un risultato più alto visti i numeri più alti dell’inflazione negli Stati Uniti che abbiamo ricevuto la scorsa settimana, quindi non è stata una grande sorpresa in confronto ad esso”, dice a Lavarsverelden.

Pensa anche che potremmo avere un’altra volta con tassi di interesse più alti in vista.

“Per tutta la caduta, tuttavia, questa tendenza dovrebbe interrompersi, in parte a causa degli effetti fondamentali, ed è probabile una graduale diminuzione dell’inflazione. Tuttavia, rimarrà a livelli scomodamente alti per tutto l’anno e forse anche per il prossimo”, ha dice.

Raddoppiare l’aumento delle carte?

L’inflazione più elevata garantisce anche un duplice aumento a giugno e settembre, afferma Jens Magnuson.

I numeri indicano che l’inflazione segue lo scenario alternativo di Riksbank piuttosto che lo scenario principale. Ciò significa che anche gli aumenti dei tassi di interesse della Riksbank devono essere più rapidi del previsto. Quindi penso che Riksbank aumenterà di 50 pip sia nella riunione di giugno che in quella di settembre e poi continuerà con 25 pip a novembre. E altri tre aumenti di 25 punti nel 2023”.

Ciò è in linea con le previsioni di Handelsbanken. Anche prima del risultato di martedì, la banca aveva previsto un aumento di 50 punti base a giugno, e ora la banca ritiene che anche la Riksbank aumenterà di 0,5 punti percentuali a settembre. Martedì Nordea ha anche scritto in un rapido commento che si attiene alle nostre aspettative secondo cui Riksbank alzerà i tassi di 50 punti base a giugno, 50 punti base a settembre e 25 punti base a novembre.

READ  Incendi in Europa - questo vale per i viaggiatori nelle regioni

Qui, invece, Swedbank va controcorrente, credendo in un aumento di 25 punti a settembre.

La Riksbank aumenterà il tasso di interesse di riferimento di 50 punti base a giugno. Trovo difficile vedere i motivi per cui uno non lo farebbe. Al contrario, vi sono rischi inflazionistici nel non farlo. A settembre, la nostra valutazione è che la Riksbank aumenterà di 25 punti e penso che dovresti avere un po’ di neve nello stomaco e acquisire nuove informazioni e vedere dove è diretta l’economia. Ma i rischi di cui potrebbero aver bisogno a settembre sono aumentati di 50 punti. Poi vedo davanti a me che la Riksbank aumenta il tasso di interesse ad ogni riunione fino a raggiungere l’1,75% rispetto al tasso ufficiale, dice Matthias Persson.

Aspettatevi tassi di interesse a breve termine più elevati

Crede inoltre che i tassi ipotecari continueranno a salire man mano che la Riksbank aumenta il suo tasso chiave.

Esperti: Riksbank può avere 2 doppi sulle carte

La nostra ultima previsione è che il tasso di mutuo variabile sarà del 3,4% in un anno. Anche il limite aumenterà, ma non così tanto”.

Sia SEB che Handelsbanken indicano anche che i tassi di interesse a breve termine continueranno a salire.

I tassi sui mutui a breve termine aumenteranno in linea con gli aumenti di Riksbank. “I tassi di interesse a lungo termine sono davvero aumentati molto”, afferma Christina Niemann.

“Il tasso di riferimento della Riksbank ha un effetto primario sul tasso variabile a 3 mesi e aumenterà più rapidamente se la Riksbank aumenta più rapidamente. I tassi fissi dipendono maggiormente dal mercato più ampio e dalle condizioni internazionali e non sono direttamente influenzati dalla Riksbank. Tuttavia, i tassi fissi i tassi sono in aumento e probabilmente continueranno su quella strada per molto più tempo, afferma Jens Magnuson.

READ  Opportunità unica: trasferirsi in un villaggio italiano e guadagnare denaro