TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le proteine ​​bloccate aumentano la speranza di rallentare la crescita del cancro

Le proteine ​​bloccate aumentano la speranza di rallentare la crescita del cancro

Le acquaporine sono canali d'acqua presenti nelle membrane cellulari. Il loro ruolo è facilitare il trasporto di acqua e altre piccole molecole da e verso le cellule. In questo modo regolano il flusso e la pressione nella cella.

Le acquaporine sono essenziali per molti meccanismi nelle nostre cellule, ma svolgono anche un ruolo importante in molte condizioni patologiche come il cancro e il diabete di tipo 2.

Sembra che le cellule tumorali possano aumentare il numero di acquaporine per migliorare la loro sopravvivenza e aumentare la loro capacità di diffondersi, afferma Karin Lindqvist, professoressa di biologia cellulare all'Università di Lund.

Sono in fase di sviluppo farmaci per le cellule leucemiche

Un obiettivo è sviluppare nuovi farmaci che inibiscano l’attività dell’acquaporina.

Ora, per la prima volta, un gruppo di ricerca dell’Università di Lund è riuscito a produrre un’immagine di un’acquaporina con un candidato farmaco legato alla proteina. Ciò è stato fatto utilizzando la microscopia elettronica criogenica, una tecnica con una risoluzione estremamente elevata.

I ricercatori hanno anche dimostrato che la capacità delle cellule leucemiche di crescere può essere influenzata dal farmaco inattivando le acquaporine.

-Capendo come è strutturata una proteina e come i farmaci si legano ad essa, cerchiamo di capire come le cellule tumorali interagiscono con i nuovi farmaci candidati. Ciò significa che ora possiamo iniziare a sviluppare nuovi e migliori farmaci candidati che attaccano selettivamente gruppi specifici di acquaporine, per poi andare oltre e studiare l'effetto del farmaco su diverse forme di cancro, afferma Karin Lindqvist.

Studio scientifico:

Basi molecolari dell'inibizione dell'acquaporina umanaBanane.

comunicazione:

Karin Lindkvist, ricercatrice di biologia strutturale e professoressa di biologia cellulare presso il Dipartimento di scienze mediche sperimentali, Università di Lund, [email protected]

READ  Parla con l'esperto della diffusione del virus prima di Natale