TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ingebrigtsen prende un altro bordo d’oro nei 1500 m

– Oh mio Dio, che tattica. Si è messo al primo posto e ha distrutto gli altri. Quando pensavi che non avesse altri attrezzi, dice Kristian Olsson, esperto di sport SVT, ne ha aggiunti uno e l’altro.

Dopo 200 metri, Ingebrigtsen ha preso il comando e ha ottenuto un ritmo alto costante, grigliando gli altri e vincendo apparentemente senza difficoltà. In bagno, ha catturato il britannico Jake Whitman (che corre solo 800 miglia EC) ed è scattato via. Si è assicurato di evitarlo stasera quando le gare sono state posticipate dopo una forte pioggia.

– Mi sentivo come se lo spagnolo (Mario Garcia) fosse vicino e mi toccasse la gamba, cosa che mi ha infastidito a metà gara, ma ho avuto un buon controllo e molto alla fine, dice Ingbrigtsen.

Il fratello maggiore Henrik ha sostenuto

In tribuna, il fratello maggiore Henrik si stava divertendo, proprio come era in bagno.

– Ha fatto bene con un record di campionato di 3,32 dopo una gara in singolo, giusto? Henrik dice a NRK.

La medaglia d’argento è andata al britannico Jake Hayward, davanti allo spagnolo Mario Garcia.

Martedì il norvegese ha vinto la medaglia d’oro nei 5000 metri dopo una prestazione simile.

– Sono stato a mio agio per tutta la settimana e vedremo se ci sarà un’altra gara prima di mettere i miei stivali attillati fuori stagione, crede Ingebrigtsen.

La 21enne ha conquistato la sua ottava medaglia internazionale outdoor in pista (Olimpia, Coppa del Mondo, Commissione Europea) e ha seguito nel migliore dei modi la doppia vittoria di Berlino 2018.