TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Infezione da Omicron "possibile" tra 61 a bordo dei voli KLM

Infezione da Omicron “possibile” tra 61 a bordo dei voli KLM

A bordo c’erano circa 592 passeggeri. L’autorità di controllo delle infezioni del paese ha dichiarato sabato che quasi un decimo di loro è risultato positivo al virus COVID-19.

Tutti i feriti sono alloggiati in un hotel vicino all’aeroporto di Schiphol. Chi mostra sintomi deve rimanere lì per sette giorni, i restanti cinque giorni sono sufficienti.

I passeggeri che risultano negativi dovrebbero isolarsi a casa. Coloro che non vivono nei Paesi Bassi possono continuare a viaggiare ulteriormente.

previsto infetto

Le autorità devono analizzare i campioni il prima possibile per vedere se la variante Omicron è tra i 61 messi in quarantena. Tuttavia, alcuni dovrebbero portare la variante del virus: “È possibile che la variante dell’omicron sia stata trovata in un certo numero di persone testate”, ha annunciato sabato sera l’autorità sanitaria pubblica olandese in una dichiarazione, aggiungendo che dovrebbero essere prelevati più campioni. . preso prima di prendere una decisione definitiva.

I risultati dei test per i passeggeri saranno annunciati domenica.

Allo stesso tempo, i viaggiatori che hanno recentemente visitato paesi in Sudafrica sono invitati a sottoporsi al test il prima possibile “anche se non mostrano sintomi”.

Molti senza paradenti

Diversi passeggeri hanno raccontato ore miserabili nella sala arrivi di Schiphol in attesa del test. Molti di loro non indossavano paradenti e ignoravano il distanziamento sociale.

– L’organizzazione purtroppo è stata pessima. Ecco le lezioni da imparare per il futuro, afferma Paula Zimmerman, che ha fotografato le circostanze e pubblicato video su Twitter.

Un altro testimone scioccato è stata la giornalista del New York Times Stephanie Nolen, che si occupa di problemi di salute globale. Anche lei ha twittato quella che ha chiamato “Central Dystopia Hall delle compagnie aeree” e ha descritto quanto fossero affollati i passeggeri, compresi neonati e bambini piccoli, prima che si svolgessero i test.

READ  Il Gruppo Rizzo stipula con Global Corporate Finance un contratto integrativo al precedente contratto di investimento e sottoscrizione di partecipazioni.

“Le autorità olandesi non tengono nulla. Siamo in una stanza non ventilata a mezzanotte e respiriamo l’uno per l’altro”.

cupa profezia

Sabato mattina, la giornalista ha avuto un risultato negativo al test ed è stata in grado di riprendere il viaggio a Toronto, in Canada.

“Testato negativo. Almeno oggi. Dopo tutto il tempo con i paradenti che urlano e senza persone in uno spazio non ventilato, vedremo cosa succede domani”, ha scritto Stephanie Nolin Dystopian.

L’Autorità olandese per le malattie infettive afferma di comprendere la frustrazione dei passeggeri che sono costretti a sottoporsi a test che richiedono tempo invece di dover tornare direttamente a casa dopo un volo lungo ed estenuante.