TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La pugile Patricia Bergault vince la cintura di Coppa del Mondo a Jönköping

La pugile Patricia Bergault vince la cintura di Coppa del Mondo a Jönköping

Il combattente di Rosengård ha passato esattamente due anni senza una competizione a causa della pandemia e ha annullato le partite per vari motivi. Stasera è tornata da vincitrice nella sua “casa” di Jönköping.

Lo svedese imbattuto ha continuato il suo ottimo risultato a 15 vittorie consecutive dopo aver battuto ai punti la 40enne svizzera Olivia Belkacem, il cui nuovo risultato è ora di 10-3.

– Non riesco davvero a capirlo. Ero completamente arrugginito e potevo fare molto meglio, ma ora sono tornato di nuovo. Ora stiamo guidando, dice Bergault, ubriaco quando SVT Sport l’ha incontrata in pista subito dopo la partita.

Prima partita in due anni

Berghult è stata l’ultima sul ring il 27 novembre 2019 quando ha vinto la cintura ad interim WBC nei super welter (69,9 kg). Questa volta, ha vinto l’intera cintura di Campione del Mondo WBC che la superstar americana Clarissa Shields ha lasciato vacante dopo aver cambiato la categoria di peso.

La partita quindi? Olivia Belkasim ha mantenuto un ritmo elevato con un volume della corsa elevato, ma è stato Bergholt a ottenere i colpi più puliti.

I due petti sono crollati nel secondo round ed entrambi hanno iniziato a sanguinare, ma nulla sembrava averli influenzati in modo significativo dopo.

Il forte svizzero si fece avanti e lo invitò a ballare fino alla fine, ma Bergholt continuò a segnare il suo avversario. Tra l’altro con un perfetto gancio sinistro negli ultimi secondi del settimo round.

“Probabilmente è gonfio.”

La partita è finita, dieci round e i numeri degli arbitri sono scritti come 96-94, 97-93, 97-93. Punti vittoria unanimi blu e gialli.

READ  L'oro del Campionato Europeo Svedese viene assegnato a ogni giocatore 578000 SEK

– Era forte. Non pensavo che sarebbe andata come è andata, quindi abbiamo dovuto cambiare tattica, ma poi ho iniziato a trovare i miei piedi e poi mi sono sentito molto meglio. Gli scioperi sono diventati più facili. Lavoriamo tutti insieme e non so che aspetto ho adesso, ma le “cicatrici della battaglia” sono la prova che hanno reagito, dice Bergholt.

– Probabilmente è anche un po’ gonfio, quindi abbiamo finito.

Vuoi andare a una nuova partita all’inizio del 2022

Cosa ne pensi del futuro adesso?

– Per prima cosa voglio una pausa natalizia, mi sono allenato per otto mesi difficili nella musica rock. Un riposo ogni tanto. Spero in una nuova partita all’inizio del prossimo anno.

Come festeggerete stasera?

– Di solito vado a casa e vado a dormire, ma penso che altre persone vogliano fare festa, così posso festeggiare un po’ comunque.