TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Incoraggiamento in diversi paesi ad avere più figli

Cina

Per molti anni la Cina ha avuto tassi di natalità bassi, nonostante il sistema ora raccomandi alle coppie di avere tre figli, anziché uno solo, come era stata la norma per molto tempo. Ora la disperazione sembra crescere. All’ultima conferenza delle donne, che si tiene ogni cinque anni, il leader cinese Xi Jinping ha esortato le donne ad abbracciare i “valori tradizionali” come il matrimonio e avere figli. Si tratta di un cambiamento rispetto alle precedenti conferenze sulle donne in cui l'argomento principale era l'uguaglianza nel mercato del lavoro. Il calo del numero di cinesi che hanno figli ha visto la popolazione del paese diminuire per la prima volta dagli anni ’60, e ha superato l’India, che ora è il paese più grande del mondo. Tentativi come bonus o agevolazioni fiscali per chi ha figli sono stati finora vani.

Il presidente ugandese Yoweri Museveni si avvicina ai 40 anni in carica.

Fotografia: Pauline Chol/AP

Uganda

Quando Yoweri Museveni, leader di lunga data dell'Uganda, prese il potere nel 1986, la popolazione del paese superava di poco i 15 milioni. Oggi la popolazione dell'Uganda ammonta a 48 milioni, metà dei quali hanno meno di sedici anni. Il fatto che la popolazione cresca così rapidamente non è un problema, secondo il presidente Museveni, che in più occasioni ha parlato con calore del futuro dell'Uganda con una popolazione molto più numerosa. A giugno, ha affermato che l’Uganda potrebbe dare alla luce 200 milioni di persone. Per Museveni, una popolazione in crescita significa che il suo paese emerge dall'ombra dietro i paesi vicini come il Kenya e la Tanzania, economicamente più forti, che è il paese più popoloso dell'Africa orientale.

Corea del nord

È dovere delle donne fermare il declino della fecondità affinché la forza della nazione aumenti. Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha pronunciato questo messaggio con le lacrime che gli rigavano le guance quando ha recentemente parlato ad un “Incontro nazionale delle madri”.

Secondo i dati del governo sudcoreano, il tasso di natalità della Corea del Nord è diminuito costantemente negli ultimi 10 anni. È considerato inquietante. La Corea del Nord è soggetta a severe sanzioni ONU a causa del suo programma di armi nucleari. Per sostenere la sua economia, il Paese ha bisogno di una popolazione giovane che possa mantenere viva l’industria manifatturiera.

La Corea del Nord, secondo i media statali, ha iniziato a offrire alloggio gratuito alle famiglie con più di tre figli. Lo Stato distribuisce anche cibo, medicine e prodotti per la casa a coloro che rispondono all’appello ad avere più figli.

Ungheria

La popolazione ungherese è in declino da decenni. Invertire questa tendenza è da tempo un’idea fissa del primo ministro Viktor Orbán.

Pertanto, l’Ungheria oggi ha il contributo più generoso in Europa per le donne che partoriscono figli. Alle coppie sposate che hanno il loro primo figlio viene concesso un prestito di 350.000 corone svedesi, che verrà poi ammortizzato quando la coppia avrà il terzo figlio. Le donne di età inferiore ai 30 anni che danno alla luce quattro figli sono esenti dall’imposta sul reddito per il resto della loro vita.

Dieci anni fa, le donne ungheresi davano alla luce in media 1,2 bambini, il tasso più basso nell’Unione Europea. Ora il numero è salito a 1,6 – ancora molto al di sotto dei 2,1 figli per donna necessari per aumentare la popolazione.

Il presidente russo Vladimir Putin.

Fotografia: Mikhail Klementiev/AFP

Russia

La Russia affronta da tempo i problemi legati al calo demografico e questi problemi sono stati esacerbati dalla guerra in Ucraina. Secondo le proiezioni, la popolazione del paese diminuirà dagli attuali 145 milioni a 121 milioni nel 2050.

Putin ha già lanciato diverse campagne per invertire questa tendenza, tra cui onorare le donne che danno alla luce molti bambini. Ma non ha funzionato. Recentemente, i politici russi hanno avanzato proposte per leggi più severe sull’aborto come un modo per aumentare la fecondità. Un'altra proposta, più bizzarra, è quella di concedere l'amnistia alle donne condannate al carcere che rimangono incinte.

READ  Zebra stava per mordere il braccio dell'uomo: doveva essere colpito dalla polizia