TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Incertezze in vista delle elezioni tedesche – Domenica da brividi

I seggi elettorali in Germania aprono alle 8 di domenica. Hanno diritto di voto oltre 60 milioni di tedeschi di età superiore ai 18 anni. Nominano membri della camera bassa del parlamento federale, il Bundestag, con almeno 598 seggi. Secondo la Commissione elettorale federale, circa il 40% degli elettori ha già votato.

Una cosa è certa, ogni voto conta. Il margine tra i socialdemocratici dei socialdemocratici ei democristiani della CDU-CDU, entrambi parte del governo di coalizione uscente, si è ridotto, ed è positivo.

In un sondaggio prima del fine settimana, i socialdemocratici avevano il 26 percento, la Cdu il 25 percento, i verdi il 16 percento e i liberali il 10,5 percento. Il partito populista di destra Alternativa per la Germania ha ricevuto il 10% e il partito di sinistra Die Linke il 5%. Nell’ultima raccolta di tutti i sondaggi disponibili di Politico News Service, SPD era del 25%, 3 punti percentuali in più rispetto a CDU/CSU. Il Partito dei Verdi, che solo quattro mesi fa aveva raggiunto il primo posto, è sceso al 16% e domenica dovrebbe conquistare il terzo posto.

Per saperne di più: Il vuoto di potere dopo la Merkel – apre a Macron

Greta Thunberg ha aiutato i Verdi

La leader del Partito dei Verdi, Annalena Barbock, è stata a lungo, a giudicare da personaggi popolari, una possibile candidata alla successione ad Angela Merkel come cancelliere. Non lo è più, ma si ritiene che svolga un ruolo fondamentale nella formazione di un nuovo governo. Ha ricevuto un sostegno indiretto dall’attivista per il clima Greta Thunberg. Venerdì a Berlino, Al-Suwaidi ha chiesto giustizia climatica e ha esortato i politici a rispettare i loro impegni nell’accordo di Parigi.

READ  La famiglia Daunte Wrigth si interroga su un incidente mortale con una sparatoria

Per saperne di più: S-top tedesca: saremo bravi come la Svezia

Il risultato delle elezioni primarie è atteso dopo la fine delle votazioni alle 18 di domenica. Indipendentemente da chi vinca, è probabile che attendano trattative lunghe e difficili per aggirare una soluzione politica. Per ottenere la maggioranza, la coalizione sarà probabilmente composta da tre partiti. Sarà incerto chi alla fine assumerà la carica di cancelliere dopo 16 anni con Angela Merkel. Non dato fino a dopo il giorno delle elezioni.

Leader del Partito socialdemocratico del Partito socialdemocratico e ministro delle finanze nel governo federale uscente e candidato cancelliere. Olaf Schultz ha un leggero vantaggio in vista delle elezioni tedesche di domenica. Foto: Soeren Stache

Olaf Schulz dell’SPD, ex ministro delle finanze e sindaco di Amburgo, è stato valutato all’inizio, ma ha rivolto l’opinione pubblica a ciò che i suoi sostenitori considerano sicurezza, competenza e stabilità. Leader nelle ultime misurazioni.

Armin Laschet, premier della Renania settentrionale-Vestfalia e leader della CDU e candidata Angela Merkel, ha ricevuto quello che sarebbe stato un colpo fatale alla sua campagna quando quest’estate è stato fotografato mentre rideva alle spalle del devastato presidente federale Frank-Walter Steinmeier per la devastante alluvione disastro di Erftstadt, una città Si trova nel Nord Reno-Westfalia, 20 chilometri a sud-ovest di Colonia.

Per saperne di più: Le risate che potrebbero scendere dall’erede della Merkel

L’alleanza democristiana tra la CDU e il suo partito gemello bavarese, CSU, ha perso l’iniziativa ed è finita in lista d’attesa dietro ai socialdemocratici. Ciò ha sollevato una grande tensione per la perdita dell’autorità di governo nelle elezioni di domenica. Tuttavia, alla fine si sono ripresi, grazie in gran parte al sostegno attivo di Angela Merkel.

“Costruttori di ponti che raduneranno persone a bordo”

In una riunione della CDU ad Aquisgrana, la città natale di Armin Laschet, ha elogiato il suo successore come leader del partito e forse come cancelliere come “il costruttore di ponti che farà salire le persone a bordo”.

“Per mantenere la stabilità della Germania, Armin Laschet deve diventare cancelliere e la CDU e la CSU devono essere la forza più forte”, ha detto Merkel.

Secondo la piattaforma, i democristiani vogliono “cose ​​buone per fare meglio”. Gli strumenti efficaci dell’economia di mercato devono raggiungere gli obiettivi climatici. L’asilo è protetto, ma con restrizioni più severe. La costruzione è stimolata dalle agevolazioni fiscali e dalla riduzione della burocrazia. Vogliono che la Germania svolga un ruolo di primo piano negli affari mondiali e sostenga le operazioni militari all’estero. Con i loro alleati stranieri, vogliono concentrarsi sul commercio, sulla politica climatica e sulla lotta alla criminalità organizzata e al terrorismo, la crescente influenza della Cina è vista come una sfida e la Russia come una potenziale minaccia militare.

È una piattaforma per Armin Laschet e CDU/CSU quando l’incertezza sull’esito delle elezioni viene dissipata e iniziano le esplorazioni e le trattative.

Per saperne di più: Dieci eventi importanti nell’era della Merkel