TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il vincitore minimo Luca Visentini è il favorito per conquistare la Federazione Mondiale - Arbetet

Il vincitore minimo Luca Visentini è il favorito per conquistare la Federazione Mondiale – Arbetet

Giovedì inizia il quinto congresso della Confederazione internazionale dei sindacati globali. Più di 1.000 rappresentanti di organizzazioni centrali provenienti da 130 paesi si incontrano a Melbourne, in Australia.

All’ordine del giorno c’è di tutto, dalle future discussioni sindacali al rinvio delle modifiche allo statuto. Ma la grande domanda è chi guiderà Etoc per i prossimi quattro anni.

Il Presidente italiano dell’Unione Europea, Luca Visentini, affronta Kemal Ozkan, Vice Segretario Generale della Federazione IndustriAll World.

Il favorito avanzato Visentini è stato nominato da 134 organizzazioni centrali in 91 paesi, mentre Özkan ha raccolto 18 nomination da 16 paesi.

– In termini di candidature, c’è un chiaro vantaggio per LO, ma ancora non si sa fino a quando non si vota, afferma Oskar Ernerot, direttore internazionale di LO.

Questo è ituc

La Confederazione internazionale dei sindacati (ITUC) è spesso chiamata la “federazione mondiale”.

Riunisce 331 organizzazioni centrali in 163 paesi, che insieme rappresentano 208 milioni di dipendenti. Si è formata nel 2006 quando l’International Free Trade Union e la World Confederation of Labour si sono fuse.

L’insoddisfazione della Svezia per il salario minimo

Tuttavia, il candidato vincitore non poteva contare sul sostegno svedese.

Protestando per il modo in cui l’UE sta insistendo sulla questione dei salari minimi legali, il LO ha compiuto un passo drastico nel dicembre 2021 Smetti di pagare le quote associative. Poi Vicentini ha guidato l’Unione Europea. LO non è dimenticato.

– Per LO Sweden, non è possibile sostenere Luca Visentini per il modo in cui ha gestito la questione del salario minimo UE, dice Oscar Ernerot.

READ  Morto il talento laziale Daniel Guerini - L'Italia in lutto: "sconvolta"

Ma questo non significa che Ozkan, che perde le elezioni, possa automaticamente contare sull’appoggio del LO.

– Abbiamo incontrato Kamal diverse volte ma vogliamo saperne di più prima di decidere. L’alternativa non può essere votare, dice Oskar Ehrnerot.

Nato nel 1969 a Udine, ha iniziato la sua carriera sindacale poco più che ventenne, come dirigente giovanile dell’organizzazione centrale UIL. È stato coinvolto nel 1997 nell’Unione Europea dove ha ricoperto la carica di Segretario Generale dal 2015. Oltre al suo impegno sindacale, scrive poesie e ha pubblicato quattro raccolte di poesie e racconti.

“Una questione di leadership più ampia”

TCO ha la stessa linea.

– Abbiamo un mandato aperto dal nostro consiglio di votare per Kemal Ozkan o di sospendere il nostro voto, con il quale siamo propensi a votare per Kemal, afferma il segretario internazionale Anna Gustafsson dalla coda di imbarco.

La mancanza di rispetto da parte dell’UE per il modello svedese ha influito anche sul costo totale di proprietà.

Non è un segreto che non siamo soddisfatti di come viene gestita la questione del salario minimo. Anna Gustafsson afferma che si tratta di un problema di leadership più ampio in cui vediamo che Kemal ha uno stile che riteniamo preferibile come capo di Latuk.

Nato nel 1969 ad Adapazari in una famiglia sindacalmente attiva. Il suo coinvolgimento è stato risvegliato quando suo padre è stato imprigionato a causa del colpo di stato militare turco nel 1980. È stato attivo nell’organizzazione centrale indipendente DİSK prima di essere nominato vice segretario generale della federazione industriale mondiale IndustriAll nel 2012.

I paesi nordici sono forti nell’Ituc

Il numero di voti in un’organizzazione centralizzata è stato calcolato in base al numero di lavoratori che rappresentava. Le organizzazioni centrali nei paesi nordici sono una forza da non sottovalutare nelle elezioni. Grandi attori come i sindacati in Germania devono ancora decidere chi sostenere.

READ  Matthias Wag: I tentativi di trovare una via europea vengono dal basso

Allo stesso tempo, Visentini poteva contare sul sostegno di pesi massimi come l’americano AFL-CIO e il britannico TUC.

– Tutto ciò che abbiamo visto finora indica che Luka sta ottenendo più voti. Non credo che saremo decisivi, ma nessuno ha ancora votato. Non si sa mai, dice Anna Gustafsson di TCO.

– Lavoreremo in modo costruttivo con qualsiasi Segretario generale che risulti. Ma con Luca sarà un po’ più difficile perché non pensiamo che il suo stile di leadership sia accurato e attento.

Battaglia comandante ferito 2018

nella federazione mondiale L’ultima conferenza 2018 L’attuale segretario generale australiano Sharan Borough è stato sfidato dall’italiana Susana Camuso. Alcuni hanno descritto una battaglia per la leadership come opzione di percorso Tra la diplomazia di Boro e l’attivismo di Camuso.

L’elezione è stata contagiata. Il tono era alto ed entrambe le parti stavano diffondendo voci sul candidato dell’opposizione. Burroughs fu accusato di uno stile di leadership autocratico e ridicolizzato per l’imperfetto inglese di Camuso.

terrier Se n’è andato con la vittoria Dopo una battaglia inaspettatamente serrata in cui ha ricevuto 54,7 milioni di voti contro i 50,2 milioni di voti del concorso. Camusso ha sostenuto che le elezioni Non è fatto giustamente.

Le organizzazioni centrali svedesi hanno sostenuto Burroughs. Decisivo nella vittoria è stato anche il suo sostegno Organizzazione centrale russa FNPRla cui appartenenza a Ituc è stata da allora sospesa Ha sostenuto la guerra di aggressione russa contro l’Ucraina.